MENU

Balcani con le bici a due piani

21 febbraio 2011 • news • di

bici-due-piani-

Ci sono viaggi che affascinano per i luoghi in cui si spingono, e più sono lontani più ci colpiscono. Poi ce ne sono altri che lasciano a bocca aperta per il modo in cui avvengono, pure se partono da sotto casa. Ad esempio l’esperienza della scorsa estate di Saverio e tre suoi amici di cui abbiamo voluto sapere di più.

La vera chicca del loro viaggio sono le bici a due piani (o “tall bikes”) con cui i quattro  “troglociclisti”, come amano definirsi, hanno pedalato da Roma a Pescara, e dopo un  traghetto, da Spalato a Sarajevo. La” due piani” è una bici autocostruita in ciclofficina con quattro soldi, ma anche tanta competenza e passione. Un telaio sopra il telaio porta il sellino ad un metro e mezzo di altezza (forse anche di più) e sul forcellone anteriore vengono messi i bagagli. Segni particolari: sulla due piani si sale con un po’ di rincorsa e solo in pianura per cui le salite si devono affrontare interamente senza soste. Insomma finché se ne ha si sale, poi si continua a piedi.

Iniziato da Roma a fine luglio, il viaggio si è snodato lungo la via Tiburtina, passando per Tivoli, San Cosimato e poi per le montagne abruzzesi. Passare inosservati in sella ad una tall bike è difficile almeno quanto guidarla, e in effetti qualche ingresso nei paesi si è trasformato in un bagno di folla con accoglienze stile giro d’Italia, come accaduto all’arrivo a Collarmele dopo 7 km di salita. Dopo le prime notti in tenda, a casa di amici e nell’orto di un contadino, l’arrivo a Pescara, poi un treno per Ancona e in nave fino a Spalato.

La pedalata è proseguita attraverso la Bosnia costeggiando le cascate di Kravica, il santuario di Blagaj ed è giunta a Mostar dopo una salita definita “mostruosa”. Come in ogni viaggio on the road che si rispetti non sono mancati gli incontri insoliti con altri viaggiatori solitari, in bici, autostoppisti e dei giocolieri francesi in giro per i Balcani con un camion.  Il 10 agosto il gruppo di trogloviaggiatori ha fatto ingresso a Sarajevo dopo gli ultimi saliscendi e le strade a scorrimento veloce che dalla periferia raggiungono la grande città.

Articoli correlati

2 Risposte a Balcani con le bici a due piani

  1. Saverio scrive:

    Grande ! :) Mi piace come hai raccontato la nostra storia :)

  2. manuela scrive:

    che viaggio straordinario!!!Il video di Saverio è strepitoso…grande ragazzi!!

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>