MENU
girolibero-subheader

Wilier: 110 anni di storia e un telaio da 680 grammi

News • di 15 febbraio 2016

wilier 1906Era il 1906 quando Pietro Dal Molin, artigiano e commerciante veneto, mise in circolazione la prima bicicletta a marchio Wilier. Da quel giorno ad oggi sono passati esattamente 110 anni durante i quali l’Italia e l’Europa hanno subito profonde trasformazioni di natura geografica, sociale e politica.

Da allora ad oggi, anche la bicicletta ha subito cambiamenti radicali: abbiamo visto l’introduzione della ruota libera e del cambio, dei pedali a sgancio rapido e di freni a elevata precisione ma, soprattutto, abbiamo visto l’introduzione di materiali di costruzione un tempo impensabili, come l’alluminio e il carbonio che hanno contribuito notevolmente alla riduzione del peso complessivo delle biciclette e alla loro rigidità

110 anni dopo, proprio per celebrare la prima bicicletta Wilier costruita, la casa di Rossano Veneto ha deciso di realizzare una specie di tributo alla tecnica ciclistica e ha lanciato un nuovo telaio destinato a far discutere.

Si tratta dello Zero.6, un telaio realizzato in edizione limitata e che sarà commercializzato in soli 200 esemplari numerati destinati agli appassionati evoluti e ai collezionisti del marchio veneto sparsi in giro per il mondo.

Lo Zero.6 di Wilier, con 680 grammi, è quindi uno dei telai più leggeri della storia del ciclismo ma che, fanno sapere dalla casa di Rossano, non scende a compromessi per quanto riguarda sicurezza e guidabilità.

L’obiettivo di scendere sotto i 700 grammi è stato reso possibile attraverso un percorso di ricerca e sviluppo durato due anni e che ha richiesto il ricorso a una nuova fibra di carbonio ad alto modulo mutuata dall’ingegneria aerospaziale chiamata DIALED™ e prodotta da Mitsubishi Japan che richiede lavorazioni particolari secondo criteri di cui al momento non è dato sapere.

La Zero.6 è destinata a essere un sogno proibito per il grande pubblico: non solo per la produzione limitata, ma anche per il prezzo. Allestita con trasmissioni top di gamma Campagnolo, Shimano e Sram, avrà un costo al pubblico compreso tra i 9.000 e i 10.000 euro.

A tutti i fortunati che vorranno munirsi della Zero.6, sarà data in  omaggio una penna Montegrappa che riprende le linee della Zero.6 e la stessa numerazione limitata.

Articoli correlati

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>