MENU

Italia, nel 2015 si ferma la crescita del mercato bici

Bikebusiness, News • di 16 maggio 2016

Negozio bici 2
È un ritratto a tinte fosche quello che ANCMA (associazione di categoria dei produttori di bici e accessori) ha dato del mercato della bici nel 2015.

Dopo il rimbalzo positivo del 2014 (+6,6%), nel 2015 il mercato della bicicletta è tornato nuovamente a scendere registrando un -2,86% nelle vendite che tornano al di sotto della soglia psicologica degli 1,6 milioni di unità vendute. Se le biciclette tradizionali non decollano, si registra una consistente crescita del numero di biciclette a pedalata assistita vendute (+9.83%) che, con 56.189 unità, rappresentano ancora solo il 3,5% del totale delle biciclette vendute nel nostro paese.

Male la produzione, malissimo l’export.

Se la vendita di biciclette ha registrato una lieve flessione, la produzione nostrana ha invece subito un vero e proprio crollo (-14%) che diventa un tracollo per quanto riguarda l’export (-20,69 %). Quasi raddoppiata la produzione di biciclette a pedalata assistita che ha registrato un +90%, dato facilmente prevedibile, considerato che il mercato è ancora decisamente limitato (16.600 unità prodotte nel 2015).

87 milioni di euro bruciati.

In termini economici, i dati riportati sopra si traducono in una riduzione di fatturato derivante dall’export di biciclette dell’11,28% (da 195 a 173 milioni di euro) a cui corrisponde un +19,4% di aumento di biciclette importate (passato da 144 a 172 milioni di euro). Il settore tiene botta, invece, per quanto riguarda l’export di parti di biciclette che nel 2015 ha registrato un +1,66% (427 milioni), mentre si assiste a un boom di parti di bicicletta importate (+13,41%) per un valore complessivo di 372 milioni di euro.
In termini di bilancia commerciale (export-import), il settore ciclo ha lasciato sul campo 87 milioni di euro rispetto all’anno precedente con una caduta del 61% in un solo anno.

Contrariamente agli altri anni (vedi 2014, 2013 e 2012), ANCMA quest’anno non si è soffermato sugli andamenti dei vari segmenti di mercato (corsa, mtb, trekking, city).

In controtendenza rispetto all’Europa.

I dati sulle vendite di biciclette nel nostro Paese risultano tanto più sconcertanti, quanto più vengono paragonate con quelle degli altri paesi europei.
Nel 2015 in Germania sono state venduti 4,1 milioni di bici con una crescita del 7,8%.
In Francia sono state vendute 3 milioni di biciclette, con un aumento dello 0,5%.
Siamo ancora in attesa, invece, dei dati da Gran Bretagna, Olanda, Spagna e paesi Scandinavi.

Articoli correlati

Una risposta a Italia, nel 2015 si ferma la crescita del mercato bici

  1. Gabriele ha detto:

    Nel 2015 aveva piovuto parecchio, per cui gente in giro in bicicletta era veramente poca. Quindi normale che le vendite siano state inferiori rispetto agli anni 2016 e 2017, dove il bel tempo ha favorito l’attività ciclistica, di conseguenza le vendite di biciclette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *