MENU

ECF: la bikenomics in Europa vale più di 500 miliardi di euro

Bikenomics, News • di 6 dicembre 2016

cycling_ecf
I benefici della bici valgono complessivamente più di 500 miliardi di euro nei 28 Stati dell’Unione Europea: l’analisi della bikenomics fatta dell’ECF (European Cyclists’ Federation) viene presentata oggi a Bruxelles e rappresenta una versione estesa e aggiornata del primo report che era stato presentato nel 2013. L’economia che gira intorno alla bicicletta sta crescendo e le cifre riportate nello studio rappresentano la somma di calcoli basati su fatti concreti, sui dati più recenti in materia e sulle stime fatte in base alle indicazioni tendenziali.

social_media_overview

Il report “The Eu Cycling Economy” mostra i benefici della mobilità ciclistica non solo per ulteriori ricerche, ma anche per azioni strutturate di richieste concrete da fare alla politica per far contare di più il tema della bicicletta. Una strategia europea integrata deve comprendere tutti i settori della società e considerare il tema “bici e ciclabilità” come trasversale: solo così sarà possibile massimizzare i benefici stimati, consentendo a tutta l’Unione Europea di raccoglierli in futuro.

Lo studio ha interessato diversi settori della società e rappresenta un modello per ulteriori ricerche e approfondimenti, come sottolinea l’ECF commentando la relazione: “I risultati dei nostri calcoli e le stime indicano che il valore del ciclismo per la società, l’ambiente e l’economia è chiaramente molto più alto di quanto precedentemente stimato, e copre molto più campi rispetto a quelli considerati tradizionalmente. Ciò è in linea con i continui sforzi nella ricerca per inquadrare il ciclismo come una forma di mobilità attiva i cui molteplici vantaggi sono pienamente riconosciuti, che istituisce un terzo pilastro della politica dei trasporti vicino al trasporto pubblico e al trasporto motorizzato individuale”.

Tra i dati riportati nello studio, spiccano i benefici sulla salute derivanti dall’andare in bicicletta nei 28 Stati membri dell’Unione Europea: 191,27 miliardi di euro, quasi la stessa cifra che la Gran Bretagna ha speso complessivamente nella Sanità in tutto il 2013 (202 miliardi, fonte Eurostat 2013).

social_media_health

Andare in bicicletta può essere considerata come un’attività sociale che mette in relazione persone provenienti da diversi ambiti ed estrazioni, favorendone l’integrazione: questo parametro viene valutato dall’ECF in 10 miliardi di euro.

social_media_refugees

Un ulteriore beneficio della bici, legato al fatto che andare in bicicletta migliora in generale lo stato di buona salute delle persone, è rappresentato dalla riduzione delle assenze dal lavoro per malattia: in questo la ciclabilità “pesa” per 4,5 miliadi di euro.

social_media_absent

La mole di dati contenuta nella ricerca dell’ECF può rappresentare una buona base, aggiornata e completa, da cui partire per approfondire la ricerca nei diversi ambiti interessati: la bikenomics rappresenta un tema strategico per l’Europa e le prospettive di crescita sono davvero interessanti.

Articoli correlati

Una risposta a ECF: la bikenomics in Europa vale più di 500 miliardi di euro

  1. Umberto Rovaldi scrive:

    …fra i tanti benefici che la bicicletta offre si sono scordati quelli fondamentali riferiti alla qualità del PAESAGGIO di cui diventa “protagonista”, “artefice” e sicura tutela .. Grave.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *