MENU

Dalle Marche a Londra in bicicletta, il viaggio di MarcheBikeLife

News • di 14 luglio 2017

in bici in campagna

14 tappe, 2100 km. Questi i numeri del viaggio di Marche Bike Life concluso da poco. 150 km al giorno in media dalle Marche a Londra. Pubblichiamo volentieri su Bikeitalia l’intervista rilasciata da Marche Bike Life a Dangiawild, sito che ringraziamo e che vi invitiamo a visitare.

Come nasce l’idea del vostro ciclo-viaggio dalle Marche a Londra?
La Marche-London è un’idea che nasce dal Fondatore di MarcheBikeLife Mauro Fumagalli ex ciclista e oggi uno dei massimi esponenti per la promozione del Cicloturismo nella Regione Marche e non solo. MarcheBikeLife è un’Azienda che si occupa di viaggi in bici e che offre anche servizi di consulenza per lo sviluppo di reti ciclabili e club di servizio la cui finalità è diffusione del cicloturismo nel nostro paese. La nostra vocazione è quella di portare sempre più persone a vivere la bicicletta nella loro quotidianità. L’idea di un viaggio pedalato dalle Marche (la nostra regione) a Londra, dalla parte opposta dell’Europa, ci permette di compiere un’avventura su due ruote molto emozionante e di emozionare a nostra volta tutti coloro che ci seguiranno sui social.

logo marche londra

Perché Londra?
Londra perché è una città molto avanti per quanto riguarda la mobilità ciclistica urbana e poi perché qui abbiamo già delle collaborazioni avviate con alcune realtà.

Come avete progettato l’itinerario di viaggio?
Abbiamo cercato di fare tappa in alcune città rilevanti sia dal punto di vista storico-turistico, sia dal punto di vista ciclistico. Ad esempio, abbiamo deciso di passare da Ferrara, che è la città della bici, da Verona, che è sede del Fiab provinciale più numeroso d’Italia, per Milano dove abbiamo portato il nostro saluto al Ristorante al Tronco ( gestito da Alfredo Zini ) in Via Tahon de Revel un vero Must per i Ciclisti e da UPCYCLE uno dei piu’ importanti Bike Cafè Europei per non dimenticarci della visita fatta al POPUP RAPHA nostro Sponsor di evento. Abbiamo proseguito per la Svizzera, abbiamo scalato il Passo del Sempione a quota 2005 mt. e fatto tappa a Briga, proseguito per Aigle sede dell’Uci, Losanna verso Besancon città famosa per il Tour de France. Abbiamo poi deciso di proseguire per Dijon in Borgogna dove attraverso un’Associazione Culturale Turistica locale ” Gli Amici di Dante” abbiamo realizzato un convegno sulla Ciclabilità e la promozione di pacchetti Cicloturistici. Nel nostro Cicloviaggio abbiamo anche deciso di scegliere sempre strade secondarie e paesaggisticamente piacevoli. In alcuni tratti, abbiamo percorso ciclabili già esistenti. È il caso del tratto da Parigi a Londra, nel corso del quale abbiamo percorso la famosa Avenue Verte.

bici

Quanti Km avete previsto di percorrere al giorno?
Sono state 14 tappe per un totale di 2100 km, quindi una media esatta di 150 km al giorno.

Oltre alla bici, che tipo di attrezzatura avevate con voi?
Abbiamo viaggiato con un auto al seguito, sulla quale c’erano il nostro videomaker Donato Bianco e la nostra fotografa Monica Palloni. Sono stati loro la nostra voce narrante. Abbiamo prodotto una quantità di materiale sia foto che video che verranno pubblicati sui social e sul web le foto di viaggio e poi a fine anno produrremo un cofanetto su tutta la nostra avventura che sarà trasmesso da Sky Sport Hd Icarus e presentato ai vari eventi che seguiranno alla Marche-London.

Dopo Marche-London, avete già progetti per il futuro?
Abbiamo intenzione di continuare a promuovere il cicloturismo anche in sinergia con le amministrazioni locali. La Marche-London di per sé diventerà un percorso permanente che chiunque potrà svolgere in autonomia o scegliendo un tour guidato, anche frazionato. Poi, al di là della Marche-London, stiamo lavorando soprattutto con la Regione Marche per sviluppare un club di servizio e un rete di bike hotel per offrire al cicloturista tutti i servizi fondamentali.

bici a parigi

C’è qualcuno che volete ringraziare?
Tutti coloro che ci hanno ospitato nelle loro città o che ci hanno dato supporto: Copagri Marche, nella figura di Giovanni Bernardini, il comune di Pesaro (grazie al sindaco Matteo Ricci e al suo vice Daniele Vimini), la Regione Marche nella figura di Andrea Biancani, il Bim Tonto (Giuseppe Contisciani) e il comune di San Benedetto del Tronto (grazie al Sindaco Pasqualino Piunti a Rosaria Falco responsabile del settore cultura, a Simona Marconi e a Massimo Carini), grazie ad Ascom Ferrara e a Fiab Verona, grazie a Marianna Pecis Cavagna di Rapha per il supporto tecnico, grazie a Tonia Calabrese di VARESE IN MAGLIA per i futuri accordi di collaborazione e di sviluppo sul Cicloturismo con la Città di Varese, grazie a Giulietta Pagliaccio Presidente di FIAB NAZIONALE per il supporto e la preziosissima collaborazione anche in vista del progetto CICLOVIA ADRIATICA che passerà nella Regione Marche, grazie a Catherine Principale e suo marito JO per il prezioso supporto per il convegno a Dijon.

Per maggiori informazioni potete visitare la pagina Facebook del progetto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *