MENU

Cammino di Santiago in bicicletta: 10 domande prima di partire

Francia, Itinerari, Spagna • di

« Herru santiagu, grot santiagu. E ulreia e sus eia, deus adjuva nos »
Ultreya! Suseya! Più avanti, più in alto, è il saluto di incoraggiamento che i pellegrini si scambiano lungo il cammino di Santiago.
cammino-di-santiago-in-biciclettaFoto di Andrea C.

1. Quali sono le origini del Cammino di Santiago?

La storia del Cammino di Santiago comincia agli albori del IX secolo con la scoperta del sepolcro di San Giacomo il Maggiore, evangelizzatore di Spagna. Morto in Palestina nell’anno 44, la leggenda vuole che il suo corpo sia stato trasportato dai suoi discepoli, con una barca guidata da un angelo, in Galizia, dove venne seppellito.

Solo nell’anno 830 fu ritrovato il sepolcro dall’eremita Pelagio, grazie ad una visione mistica: una pioggia di luci simili a stelle illuminò il monte dove giaceva il corpo. Da questo episodio si pensa derivi il nome Compostela – Campus Stellae (campo di stelle), e qui fu costruita una piccola chiesa intorno alla quale sorse la città di Santiago di Compostela.
Da quel momento in poi il luogo divenne simbolo del popolo cristiano unito contro i musulmani, e da subito cominciarono i pellegrinaggi per rendere omaggio al santo, ritenuto più volte responsabile del successo di battaglie per la riappropriazione da parte dei principi spagnoli dei territori occupati dai Mori.

I pellegrini confluivano da ogni parte d’Europa e si diceva che era la via lattea stessa, che in spagnolo viene chiamata proprio el Camino de Santiago, ad indicare la direzione per raggiungere il sepolcro.
Dopo Gerusalemme e Roma, Santiago di Compostela era la terza meta religiosa e il pellegrinaggio era un percorso spirituale che il pellegrino intraprendeva spogliandosi di tutti i suoi averi e spesso ipotecando i beni per poter partire.

Se lo scopo era soprattutto la ricerca religiosa, l’adempimento di un voto o l’ottenimento di una grazia, talvolta veniva inflitto come pena per delitti o peccati molto gravi. Chi era ricco, però, poteva inviare un’altra persona in pellegrinaggio per conto proprio…
Usate pure questa storia come scusa se proprio non volete partire, ma oggi non esistono più strade accidentate e banditi pronti ad assaltarvi, che costituivano i principali pericoli del viaggio; inoltre la via di Santiago e tutti i percorsi per raggiungerlo sono stato dichiarati nel 1987 “Itinerario culturale europeo” e nel 1993 Patrimonio dell’Umanità, riconoscimenti che lo rendono un percorso affascinante per tanti motivi storici e culturali che possono esulare da quello prettamente religioso e turistico-religioso.

Si tratta insomma di un viaggio che, a detta di chi l’ha già fatto, va intrapreso almeno una volta nella vita.

2. Dove comincia il Cammino di Santiago?

Il cammino comincia dove si vuole, anche dalla propria porta di casa.
Tuttavia esistono percorsi segnalati dalle principali città della Spagna come Madrid, Bilbao, Siviglia, Barcellona, ma per tradizione il percorso più noto è quello in cui si entra in Spagna da Roncisvalle, chiamato Camino Francés.

Per raggiungere il Cammino dall’Italia, i pellegrini percorrevano la Via Francigena e poi la Via Tosolana fino ai Pirenei. Da qualunque località o percorso si giunga, il punto di raccolta dei pellegrini, e dunque città principale da cui partire per il cammino, è Puente la Reina.

verde

Mappa

Profilo altimetrico

Cammino di Santiago in bici, profilo altimetrico

Mappa del percorsomappa-cammino Traccia GPSgps-santiago

3. Che percorso posso seguire in bicicletta?

Il percorso del Cammino di Santiago in bicicletta indicato dal sito ufficiale è lungo circa 738 km ed è suddiviso nelle seguenti tappe.

I Tappa – 65 km. Orreaga / Roncesvalles – Puente la reina
Cammino di santiago in bicicletta-tappa1
II Tappa 99 km. Puente la reina – Nájera
Cammino di santiago in bicicletta-tappa2
III Tappa 94 km. Nájera – Burgos
Cammino di santiago in bicicletta-tappa3
IV Tappa 84,5 km. Burgos – Carrión de los Condes
Cammino di santiago in bicicletta-tappa4
V Tappa 92,5 km. Carrión de los Condes – León
Cammino di santiago in bicicletta-tappa5
VI Tappa 67 km. León – Rabanal del Camino
Cammino di santiago in bicicletta-tappa6
VII Tappa 83 kms. Rabanal del Camino – O Cebreiro
Cammino di santiago in bicicletta-tappa7
VIII Tappa 61,5 kms. O Cebreiro – Portomarín
Cammino di santiago in bicicletta-tappa8
IX Tappa 73 km. Portomarín – Arca
Cammino di santiago in bicicletta-tappa9
X Tappa 18,5 km. Arca – Santiago de Compostela
Cammino di santiago in bicicletta-tappa10

Cammino di santiago in bicicletta-segnaleticaIndividuare il percorso è piuttosto semplice, anche se strade e autostrade di nuova costruzione si sono sovrapposte ai sentieri originali; tuttavia le amministrazioni locali, grazie anche al sostegno delle Associazioni degli Amici del Cammino, sono molto impegnate nella valorizzazione del cammino e i percorsi originali sono sempre ben segnalati.

L’indicazione più diffusa, considerata ufficiale per quanto riguarda l’itinerario europeo consigliato, è costituita da cartelli con frecce e conchiglia gialle, oppure pietre miliari su cui è incisa una conchiglia, simbolo dei pellegrini, su sfondo blu, che è il colore dell’Unione Europea.
Altri segnali diffusi sono il bastone su cui si appoggia il viandante (Cayado) o la zucca usata come borraccia per l’acqua e il vino (Calabaza).

In ogni caso è impossibile perdersi, ma è sempre meglio avere una guida adeguata per il cammino.

4. Quanti giorni ci vogliono per fare il cammino di Santiago?

Se il valore spirituale, culturale e naturalistico del cammino rimane invariato sia che si percorra in bici che a piedi, di certo la bicicletta accorcia la durata del viaggio per arrivare a Santiago e le ore di cammino al giorno, aspetto che offre l’opportunità di avere molto più tempo da dedicare al riposo e alla visita di santuari e luoghi d’interesse.
Naturalmente la durata dipende anche dal punto di partenza, ma se si vuole fare una stima dei giorni necessari, si può calcolare che in media in un giorno si percorrono circa 70 km con una velocità media di 15 km. Se macinate più km arriverete prima, ma occhio a non perdervi i dettagli, la bellezza dei paesaggi e tutte le ricchezze che offre il cammino.

5. Cosa ci vuole per cominciare il cammino?

Se si vuole seguire il rituale del Cammino di Santiago e percorrerlo da pellegrino, la prima cosa da fare quando si parte, che sia a piedi o in bicicletta, è effettuare una sorta di accredito per il viaggio compilando un questionario sulle motivazioni che spingono ad intraprenderlo.
Si ottiene così la Credenziale del Pellegrino, dove si raccolgono tutti i timbri e le firme di parrocchie, alberghi, rifugi che si incontrano lungo il viaggio. Questo “passaporto” del cammino viene rilasciato non solo da alberghi e parrocchie, ma anche dalle Associazioni degli Amici del Cammino di Santiago, e permette di ottenere al termine del viaggio la “Compostela”, il certificato ufficiale del cammino, a condizione che si effettuino almeno 100 km a piedi o a cavallo oppure 200 km in bicicletta.

All’accredito viene consegnata la cartina del Plano del Camino de Santiago con tutte le altimetrie dell’intero Camino.

6. Dove si può dormire?

Per alloggiare durante il cammino esistono fondamentalmente tre tipi di soluzioni:
1) Rifugi, albergue: sono ad uso esclusivo dei pellegrini che percorrono il cammino, pensati per chi viaggia a piedi, sono talvolta poco attrezzati per i ciclisti (in alcuni si viene accettati solo dopo le 20, altri non accettano ciclisti perché non dispongono di posto bici); sono molto economici ma vi si può sostare solo una notte e non è possibile prenotare, inoltre, se si trovano pochi posti, bisogna sempre dare la precedenza a chi viaggia a piedi.
2) Alberghi: si trovano lungo il percorso a prezzi piuttosto popolari e sono l’ideale per i ciclisti: un buon riposo fa sempre piacere dopo molti km in bici.
3) Camping e tenda: si possono trovare soluzioni in bungalow e roulotte, oppure in tenda se non si trova posto nei rifugi, per questo meglio portare dietro una tenda da montagna leggera e poco ingombrante per non appesantire il carico.
Sul sito ufficiale sono raccolte le principali strutture alberghiere e campeggi per alloggiare

7. Qual è l’equipaggiamento ideale?

L’equipaggiamento per il viaggio è importante che sia leggero, essenziale e ridotto all’indispensabile. Si calcola di solito che borse e zaini non devono superare il 10% del peso della persona che li trasporta.
Per la bici portate con voi un kit per le principali riparazioni: pompa, camere d’aria di riserva, catena e lucchetto (per quando visitate i santuari) e due borracce sono sufficienti.
Lungo il cammino e in ogni località di fine tappa si trovano meccanici e officine per la manutenzione della bicicletta.

Qui di seguito alcune officine che potete raggiungere nelle principali città del percorso:
officina
– Pamplona
Bicicletas Albero. C/Monasterio de Urdax, 23 tel. 948 172 609
Riparazione biciclette. C/Monasterio de Iranzu, 5 tel. 948 276 277
Ciclos Olite. C/ Alfonso Beorlegui, 50 tel. 948 117 229
– Estella
Viente Alonso. Paseo Inmaculada, 12 tel. 948 550 734
– Logroño
Ciclos.av. de Colón, 6 tel. 941 231 467
Bicicletas Jose Mary. C/Duquesa de la Victoria, 39 tel. 941 242 414
– Nájera
Castrillo Mendoza. C/ San Fernando, 24 tel. 941360 204
– Santo Domingo de la Calzada
Estenaga. C/ San Roque, 14 tel. 941 342 207
– Burgos
Ciclos Cano.C/ Del Carmen, 7 tel. 947 207 127
Ciclos García.Pasaje Isaac Albéniz, 2 tel. 947 238 887
– León
Bicicletas Blanco.C/ Teniente Antrés González, 1 tel. 987209 610
– Barrio de Santa Ana
Bicicletas Carlos. Av. Facultad, 29 tel. 987 254 209
– Astorga
Ciclos Lolo. Av Las Murallas, 48 tel. 987 618 581
Rebaque González. Pza. Lorenzo Lafuente, 2 tel. 987 615 945
– Ponferrada
Bicicletas Marqués. Av. de Portugal, 54 tel. 987 412 226
Rojas Babbis. Av. de España, 50 tel. 987 415 956
Villafranca del Bierzo
Fernández Guerra. C/Cortijo, 2 tel. 987 540 043
– Sarria
Pallares. C/Diego Pazos, 46
– Arzua
Fidalgo. C/Santiago, 12 tel. 981 500 232
– Santiago de Compostela
Viuda Honorino. C/General Pardiñas, 18 tel. 981 587 234.

8. Che bicicletta porto sul Cammino di Santiago?

La scelta della bicicletta, oltre che dai vostri gusti, dipende dal percorso che si decide di seguire. Esiste infatti la possibilità di fare il cammino tutto su strade asfaltate, su sentieri o alternando le due tipologie.
Il sentiero asfaltato, Camino de carretera, indicato dall’Itinerario Europeo e dalla conchiglia su sfondo blu, è il più semplice e adatto a chi viaggia con i bambini: la bicicletta da utilizzare può essere una classica da cicloturismo con copertoni stretti e lisci.
Se si vuole praticare il sentiero sterrato, è consigliabile allora utilizzare una mountain bike con un buon sistema di sospensioni. Il sentiero è pensato per essere percorso a piedi, e in alcuni punti risulta essere al limite della praticabilità, con tratti ripidi e sconnessi che diventano impossibili da percorrere in bici in caso di pioggia. In alcuni punti questo tracciato è molto impervio e faticoso, ma nulla toglie che si possa alternare con tratti di percorso asfaltato quando le cose si mettono male.

Come far arrivare la bicicletta fino al punto di partenza del vostro cammino di Santiago?
Se non optate per soluzioni ottime come quella di raggiungere la partenza in auto, potete scegliere di trasportare la bicicletta in aereo (esistono compagnie che lo consentono, addirittura Iberia vende in aeroporto le scatole di cartone per imballarle) oppure spedirla tramite corriere privato.

Altre possibilità sono viaggiare in treno+bici anche se i treni spagnoli non sono molto attrezzati, oppure in autobus: le compagnie Euro Lines e Alsa prevendono anche il trasporto biciclette.

9. Quando e con chi partire?

La stagione perfetta per il Cammino di Santiago è da marzo a settembre, escluso il mese di agosto per le temperature molto elevate durante la giornata. Durante i mesi invernali è sconsigliabile soprattutto per le piogge, molto abbondanti soprattutto nel territorio della Galizia.
Scegliere con chi viaggiare può prescindere dall’itinerario, ma di certo i viaggi in bicicletta in compagnia sono preferibili non solo per il supporto in caso di problemi, ma anche per vivere insieme l’esperienza del viaggio.
Il Cammino di Santiago è molto battuto durante tutto l’anno, perciò se si sceglie di intraprenderlo da soli si avrà comunque l’occasione di incontrare pellegrini da tutto il mondo con cui condividere il cammino e le emozioni.

10. Sì, ma quando si mangia?

caldo-gallego

Foto di saboruniversal.com

Abbiamo parlato tanto dell’aspetto spirituale e tecnico del Cammino di Santiago, ma non per questo bisogna trascurare l’aspetto gastronomicodi un percorso che attraversa tutta la Spagna in un intreccio di suggestioni e perché no, di sapori.

Ai pellegrini non viene mai negato un pasto caldo negli albergue, che sia una zuppa d’aglio o un piatto energetico per ristorarsi dalla fatica di un lungo cammino.
Lungo il vostro pellegrinare, la vostra curiosità e il palato certamente vi guideranno verso ristoranti, osterie e posti mangerecci dove gustare le ricette tipiche locali e i prodotti del luogo; vi suggerisco di non perdervi queste specialità:
– Butelo (Botilo): chiamato il “re della tavola” è una salsiccia secca di vari tagli di carne di maiale, ha una forma cilindrica e dicono abbia poteri afrodisiaci;
– Sopa de Ajo: zuppa d’aglio, è il piatto tipico che viene servito ai pellegrini;
– Caldo Gallego: Verdure e carne di maiale cotta alla galiziana;
– Cocido maragato: piatto della tradizione su cui si basava l’alimentazione dei contadini, è un insieme di zuppa, cavolo, ceci e sette tipi di carne, da servire “al contrario” dalla carne alla zuppa;
– Patatas a la Riojana: patate con chorizo (salsiccia tipica) e peperoni.

Se durante il vostro viaggio volete intercettare qualche evento gastronomico questa è la mappa delle principali feste e sagre lungo il Cammino di Santiago.

Alcuni link utili per organizzare il viaggio:
Sito ufficiale Camino de Santiago
Sito dei pellegrini ciclisti
Vendita online materiale e affitto biciclette in loco
Applicazione iPhone Cammino di Santiago

Leggi anche: La Via Francigena in bicicletta da Fidenza a Roma, il reportage di Alberica e Stefania

Letture consigliate

Cammino Santiago in bici_B-Shop cammino-santiago-guida cam santiago-cartina

Articoli correlati

128 Risposte a Cammino di Santiago in bicicletta: 10 domande prima di partire

  1. carlo robbiani scrive:

    utile quello che avete scritto. vi chiedo se è possibile avere o se esiste una guida con l’elenco degli hostal e degli alberghi economici lungo il Cammino. grazie

  2. Nadia Piol scrive:

    nonostante sconsigliate i mesi invernali…..io potrei partire da meta’ dicembre…..e sarebbe mia intenzione fare il cammino in
    bicicletta……un vostro parere. Grazie

    • Antonio scrive:

      Ciao, io ho fatto il cammino partendo il 4 di ottobre ed arrivando il 18. ho trovato giornate con escursioni da 4 gradi al mattino fino a 30, ho percorso il più possibile il cammino sterrato seguito dai camminanti. Probabilmente a dicembre potresti trovare non poche difficoltà soprattutto in corrispondenza delle tappe più alte (st Jean pied de sport – Roncisvalle, La croce di ferro, o cebreiro) ma anche gli altopiani della meseta… ma se in cuor tuo senti di volerlo fare non ci saranno difficoltà tali da fermati… Buen camino!

      • Riccardo scrive:

        Ciao a tutti, io potrei partire dal 10 ottobre. Vorrei fare il percorso in mountain bike, partendo da Saint-Jean-Pied-de-Port (quindi con ancora un poco di Pirenei da attraversare). Secondo voi è fattibile, o dal 10 al 30 ottobre ci si ritrova già un sacco di neve sui pendii? Ho visto che si parla anche di 1400-1500m di altitudine (anche in Spagna)… possibile farlo in bici in quella stagione, o mi ritrovo 50cm di neve?

        Altra domanda: andando in ottobre, gli ostelli e alberghi per i pellegrini sono aperti? Oppure tutta l’organizzazione si basa sui mesi estivi e primaverili?

        Grazie!!!

        • Antonio scrive:

          Nel mese di ottobre , la maggior parte degli ostelli e alberghi per i pellegrini sono aperti, solo alcuni sono chiusi. Per il clima chi può dirlo… io partendo il 4/10/2012 da SJPDP, ho trovato molto caldo. Da metà del viaggio in poi al mattino il freddo si è fatto sentire… Sulle altre cime, croce di ferro e o cebriero, ho trovato acqua e freddo ma non neve… Buon camino

        • Totò scrive:

          Parliamone… Ciao Totò
          328.3611596

  3. Anna scrive:

    Che triste che siano recensite pietanze pressochè solo con animali morti. Alla faccia della spiritualità =(

    • felino scrive:

      gli animali morti sono cibo da secoli. da ancora prima che nascesse il cammino. nei dieci comandamenti non c’è nulla in proposito, come nella bibbia che limita alcune carni ma non c’è un riferimento ad animali morti. così pure nel corano. credo che
      il report sia bello e tiene in considerazione le cose importanti del camino. non voleva essere una guida gastronomica per vegetariani che credo avranno le loro possibilità di fare il cammino senza farlo coincidere, come significato , con quello che mangiano. forse la spiritualità ha il suo fondamento in qualcosa di diverso e più profondo dei piatti che ci mettiamo davanti. anzi un bel piatto da gioia e rallegra la compagnia, sopratutto se si è camminato tanto: questo è molto più spirituale di quanto si pensi.

    • felino scrive:

      per alcuni è triste, per altri alla fine di una faticata è pura allegria

    • massimo scrive:

      hai perfettamente ragione, questi finti spirituali che credono di purificarsi e poi si lasciano dietro scie di sangue, crudeltà e sofferenza. E non solo, ma la giustificano anche nel modo più superficiale e macabro.

  4. lauro barchi scrive:

    Sto’ valutando la possibilita’ di intraprendere il cammino di Santiago in bicicletta per il prossimo Giugno partendo da Roncesvalles . Non essendo piu’ giovane ( 66 anni ) mi sto’ interrogando come effettuare il ritorno Santiago-Roncesvalles tenendo conto che avro’ esaurito le mie modeste forze per poter pensare ad un ritorno nuovamente in bici . Ringrazio sin d’ora per eventuali suggerimenti .

    • CLAUDIO scrive:

      CIAO IO SONO STATO A GIUGNO 20012. E ABBIAMO PRESO IL BUS DA FIRISTERRE FINO A SANTIAGO E DA SANTIAGO A PAMPLONA E POI CON IL TAXI FINO A SAINT JEAN PIED DE PORT E BUON VIAGGIO.

    • Carlo Ferrando scrive:

      Be, per il rientro non ti preoccupare, io il Cammino, l’ho fatto due volte i bici, dalla prov. di TO a Santiago, e ho fatto il cammino del nord, molto bello!
      La prima volta ho spedito via corriere la bici, ed io sono rientrato in treno, risultato molto oneroso!
      la seconda volta ho fatto il rientro in aereo su Bergamo, ho speso meno che spedire la bici con il corriere, secondo me nel programmare potresti valutare anche questa possibilità.
      In quanto all’età hai l’età della saggezza, usala ascoltando il tuo corpo e in special modo la tua testa! Buon Cammino! Anzi buona pedalata!

      • maurizio scrive:

        Anche io sono della provincia di Torino e sto veramente valutando il viaggio
        posso interpellarti per alcuni consigli per la bici?

    • italo scrive:

      ciao anch’io ho 67 anni ,volevo sapere se hai fatto il giro e come andata. Anch’io voglio fare il cammino in bici elettrica ,purtroppo da solo perché non trovo nessuno che voglia seguirmi .di dove sei ? io sono veneto il mio n°3289252788.se per caso dovessi ancora farlo fammi sapere saluti

      • roberto scrive:

        Ciao, ho in programma a maggio di fare il Camino partendo da Cuneo con la bici assistita. Intanto sapete se ci viene riconosciuto l’ accredito con questo mezzo ‘”elettrico” ? C’è un percorso tracciato con eventuali Hostel e alberghi partendo dall Italia accreditati? Che percorso mi consigli!! Italo se vuoi aggiungerti……. Benvenuto!!! Roberto Giuliano 3488441392

  5. Beppe scrive:

    ciao a tutti,
    io vorrei partire a metà marzo, pensavo alla bicicletta ma non sono ancora sicuro, per via di attrezzature e pesi, forse meglio zaino in spalla e camminare, credete che le condizioni climatiche siano accettabili in questo periodo?
    ah dimenticavo, vorrei partire da Lourdes, cosa ne pensate?

    • Ciao Beppe, eh, è difficile dirlo, dipende da quanto durerà il viaggio. Partendo da Lourdes il percorso è lungo e qualche giorno di pioggia dovresti metterlo in conto, ma con una buona attrezzatura non dovresti avere problemi.

  6. Luciano scrive:

    Ciao a tutti già memore di una esperienza ciclistica effettuata nel 2012 Assisi Lourdes in solitaria con una bici da corsa, quest’anno ho gia pianificato il viaggio per il Cammino di Santiago partendo per motivi tecnici da Pamplona. Questa volta mi piacerebbe effettuuare questa avventura in compagnia di qualcuno… se mi contattate via mail possiamo decidere il periodo. Per me ogni mese è fattibile dato che sono un pensionato…grazie
    mail matto121256@libero.it

  7. Monica scrive:

    Mi piacerebbe fare questa esperienza vorrei trovare dei coetanei della mia età ,quallcuno che c’è già andato da fornire più dettagli grazie.Sicuramente è un viaggio che arrichisce molto.

  8. Marçel scrive:

    Ciao a tutti, penso di partire per il cammino in bici verso la metà di maggio, da Pamplona….se vi volete unire a me chiamatemi…email:marcello.borgogno@gmail.com

    • el sandretto scrive:

      allenamento allenamento e allenamento. Più preparata sei meno soffrirai e quindi più sarai predisposta a spegnere la mente e ad entrare “nel” viaggio. Buen camino Monica

  9. Julie scrive:

    Ciao a tutti! Io partirò intorno al 20 agosto 2013 da San Jean de Pied de Port :-) magari ci vedremo lungo il cammino, chissà! Sto scrivendo la tesi di laurea specialistica sull’arte lungo il Cammino: avete dei libri da consigliarmi? Se vi interessa ho scritto e disegnato un piccolo manuale, gratuitamente leggibile online, se vi iscrivete alla newsletter del mio sito ve lo mando, ovviamente gratis! :-D Se qualcuno di voi dovesse partire nel mio stesso periodo che si faccia sentire che confrontiamo le info!!! Buen Camino!

    • Christian scrive:

      Ciao, anch’io quest’anno ho intenzione di percorrere il cammino in luglio o agosto e sto cercando compagnia :) in quanti giorni lo vorresti percorrere?

    • Claudio scrive:

      Ciao sono Claudio e mi sto un attimino informando per il cammino per Santiago ma Sto ancora pensando se farlo in bici o a piedi.magari con l’aiuto del tuo manuale riesco a decidere. Ciao grazie e buon cammino

  10. simona scrive:

    ciao a tutti. Partirò per il mio Cammino insieme a mio cugino guido, il 18 giugno 2013. Lui ha noleggiato una spaziale mtb, io porterò la mia vecchia bici un po ristrutturata. Penso ci noterete sul percorso…….Ci vediamo li.
    PS. Se qualcuno parte da Saint jean pied de port il 18/19 e si vuole unire a noi, questa la mia e mail simrido@hotmail.it

  11. Walter scrive:

    Ciao a tutti finalmente ho prenotatooooo!!! Parto i primi giorni di settembre. Arrivo da Roma a Pamplona in aereo, facendo scalo a Barcellona. Qualcuno di voi sa se ci sono dei mezzi di trasporto da Pamplona a Saint-Jain Pied de Port? Vorrei iniziarlo da li comunque il cammino… Grazie

  12. Piero MONTI scrive:

    Ciao a tutti, ho percorso il cammino in bicicletta due anni fa e lo ripercorrerò durante le prime due settimane di luglio…se qualcuno avesse deciso di optare per lo stesso periodo….ci si vede la. Buon cammino (…e anche buone pedalate a tutti)

    P.S. Ho una specialized rossa col le sacche arancioni. Ciao a presto!!!

    • massimiliano scrive:

      ciao,
      sono di roma vorrei partire anche io nello stesso periodo in mtb
      se vuoi possiamo condividere trasferimenti e parte del cammino.

  13. Luciano scrive:

    Ciao ragazzi… i primi giorni di giugno inizierò il cammino in bici da Pamplona. Prenderò la nave a Civitavecchia per barcellona e raggiungero in treno o autobus Pamplona… chi volesse accodarsi con me ne sono ben felice…

    • stefano scrive:

      Ciao Luciano, vorrei partire anch’io con la bici, e siccome vengo da Roma, mi sembra ottima la possibilità di prender la nave a Civitavecchia. Ti sarei grato se potessi darmi notizie utili sulla tua esperienza, come costi, tempo, etc. (da quello che scrivi, dovresti esser tornato).
      Grazie.

  14. Lorenzo scrive:

    25 km/h di media!? Siete sicuri? Già stare sui 18-20 significa praticamente correre, specialmente in un percorso pieno di salite e discese. 25 significa pedalare disperatamente e con tutte le proprie forze!

    • silvio scrive:

      Ciao a tutti, io ed un amico siamo partiti in bici da Pamplona il 22 giugno 2013 e dopo 8 giorni di bici siamo arrivati a Santiago. Per chi deve partire e si deva fare un calcolo dei tempi, percorrendo per un 85% i sentieri ed un 15% la strada asfaltata, si consideri una velocità media a fine giornata tra i 12 ed i 15 Km/ora non di più.
      Per mancanza di tempo (ferie) abbiamo dovuto percorrere circa 100 km/giorno, ma di fatto sono troppi. Consiglio almeno 15 giorni di tempo con al massimo 60 km / giorno.
      Buen camino a tutti…

  15. Carlo e Lillia scrive:

    Io e mia moglie partiamo in bici il 1 settembre da Saint Jean Pied de Port (carlolillia.wordpress.com). Non andiamo assolutamente veloce, non siamo ciclisti esperti ma viaggiamo tanto con questo mezzo. Speriamo di fare tratti di strada insieme a voi.

  16. Francesco scrive:

    Un’informazione sulla lingua. Io che non so assolutamente nulla di spagnolo dovrei imparare qualcosa o posso andare così alla cieca e affidarmi al linguaggio dei segni? XD

  17. Filid scrive:

    È bello leggere e documentari sul cammino, vorrei un giorno farlo in solitaria in ottobre o novembre spero di poterlo fare

  18. Fausto scrive:

    Bellissimo articolo, complimenti dalla redazione di Terre di Mezzo. Volevo aggiungere, oltre alla nostra guida che avete segnalato sul cammino anche quella dedicata a chi va in bicicletta, in questi giorni è anche in offerta http://www.percorsiditerre.it/negozio/guida-al-cammino-di-santiago-de-compostela-in-bicicletta/ . Buon cammino!

    • Alessandro Micozzi scrive:

      Ciao Fausto e grazie della segnalazione, appena posso sostituisco la guida generica con questa dedicata a chi va in bici, che è senz’altro più utile. Se vuoi puoi passarmi altri libri pubblicazioni a tema bici, se ci sono, magari ci do un’occhiata.
      Grazie ancora e un saluto.

  19. Vittorio Mura scrive:

    La mia è una domanda. E’ possibile noleggiare una bici dalla località di partenza? (Saint Jean Piede Port), o in altre località vicine. Grazie

  20. romano scrive:

    mi piacerebbe tentare ma sono inesperto forse mi conviene fare prima esperienze più semplici.grazie a tutti!!

  21. Barbara scrive:

    Ciao a tutti, io e il mio compagno lo faremo ad Agosto pprtando con noi nostro figlio che per allora avrà 10 mesi. Lo traspprteremo nel carrellino da attacare alla bici e per questo abbiamo bisogno di capire se si riesce a sapere in anticipo, tappa per tappa, se vi saranno tratti sterrati non praticabili con il carrello. Non vorremmo fare solo le strade asfaltate, ma non possiamo rischiare di impantanarci.
    Grazie a tutti. Barbara

  22. vito scrive:

    Ciao a tutti, siamo intenzionati a partire in bici da Saint Jean Piede Port il primo giugno 2014 arrivando a Lourdes in aereo il 31 maggio alle ore 16 e 30 circa vorremmo trovare altri pellegrini per noleggiare un pulmino/ monovolume da 7 posti per il tragitto fino a SJPP e contenere il costo, per adesso siamo solo in due, chi è interessato può contattarci. Grazie Ciao Vito

    • fabio scrive:

      Ciao, da Lourdes c’è il treno. E’ molto comodo e sono gentilissimi agli uffici della stazione.
      Comunque vedo che tutti sono interessati al Camino Frances ma secondo me per farlo in bici è molto più suggestivo il Camino del Norte. Parte da Irun e fa tutta la costa del nord. Paesaggi meravigliosi e mare sempre su un fianco. Ostelli e sentieri meno pieni. Io l’ho fatto atterrando a Lourdes. Da qui si può prendere un treno per Irun. Pensateci.

  23. patrik scrive:

    Ciao,
    partirò il 18 Aprile da Civitavecchia in Camper verso Barcelona,
    da lì a Roncisvalle,dove partirò il 20 con la M.Bike e con il camper al seguito,
    guidato da un mio amico che non pedala…
    magari ci si vede in strada…
    per info
    p.consalvo@libero.it

  24. Tom scrive:

    Ciao a tutti,
    io sto meditando di partire dalla liguria il 10 Maggio p.v. per raggiungere Fisterra (passando per St. Jean PP e Santiago) in 25 tappe. Come bici penso a una Trek 8.6 DS e l’idea sarebbe quella di evitare gli sterrati più impegnativi del Camino.
    Consigli e suggerimenti sono più che benvenuti. Soprattutto sul navigatore GPS da preferire.
    Grazie e buona strada a tutti.

  25. Ricordo di aver intrapreso il Cammino di Santiago qualche anno fa a piedi, e di esserci rimasto malissimo quando ho visto che con la giusta organizzazione poteva essere affrontato anche in bicicletta.. Non è detto che non ci ritorni con una bella mountain bike ammortizzata!

    Comunque grazie per la quantità di informazioni presenti in questo articolo, davvero molto chiaro e ricco di suggerimenti utili.

    Buon proseguimento a tutti.
    Francesco

  26. Tom scrive:

    @FrancescoGiacobelli: Le posso chiedere una precisazione, per favore? Per fare il camino in bici, ci vuole per forza una MTB ammortizzata e con gomme scolpite o può bastare una Dual Sport con gomme stradali? Grazie per la risposta che potrà darmi.

  27. Erica scrive:

    L’ho pensato anche io…

  28. elisa scrive:

    Salve a tutti. io vorrei fare il cammino con una o più persone nella prima metà di agosto, in MTB. Nessuno di noi è ciclista, ma abbiamo intenzione di allenarci per un paio di mesi. Qualcuno l’ha mai intrapreso ad agosto? Essendo piena estate mi scoraggiano un po’ le alte temperature, quindi vorremmo eliminare un centinaio di km per non arrivare a Santiago completamente sfiniti!

  29. Tom scrive:

    Elisa avete tenuto da conto l’affollamento? Pare che ad Agosto sia un vero problema.
    (per non parlare del caldo torrido)

  30. elisa scrive:

    Per quanto riguarda il caldo, vorrei eliminare parte del percorso, partendo da meno di 500 km. Per l’affollamento intendi gli alberghi pieni? =(
    Io ho già fatto il cammino a piedi qualche anno fa, ci hanno sempre ospitati con la credenziale, o comunque avevamo sempre una tenda a seguito! Mi dicono che in bici sia meno faticoso, ma non so quanto fidarmi! magari cambio meta e mi riserbo il cammino per l’anno prossimo in primavera =D

  31. Tom scrive:

    Se hai già fatto il cammino, allora ne sai certo più te di me :o)
    ho letto da più parti e sentito da varie persone che ci sono già state che d’estate -ad agosto- c’è veramente tanta folla, gli albergues sono pieni e i pellegrini a piedi hanno la precedenza…ma ripeto, parlo solo per sentito dire… e se poi avete la tenda al seguito state in una botte di ferro!

  32. mircus73 scrive:

    Partenza in bici da St. Jean Pied-de-Por per ritirare le credenziali del pellegrino.
    tappe medio 50-80 km.
    Arrivo Santiago in 10-12 giorni
    Soggiorno in alberghi economici convenzionati per il pellegrinaggio.
    per la partenza si opta per l’aereo con partenza da Lourder o Santander con ritorno da Santiago.
    Possibile partenza in treno:

    – da Genova Principe a Nizza alle 16:55 con arrivo a Nizza alle 19:58 (Intercity 346)
    – da Nizza a Bayonne alle ore 20:58 con arrivo a Bayonne alle 10:12 (treno NZ4720)
    – da Bayonne alle 12:02 con arrivo a St. Jean Pied-de-Port alle 13:15 (treno locale)

    Per info :
    3490984228

  33. Tom scrive:

    Mircus73, molto interessante. E’ una iniziativa che stai organizzando tu? Quando avresti in mente di partire?

    A chi fosse interessato segnalo il sito caminodesantiago.me (se è già stato segnalato, chiedo scusa per il doppione): è davvero ricco di informazioni utili e interessanti

  34. mirco scrive:

    Si lo sto organizzando io e un mio amico partiamo il 7 giugno in macchina da lugo abbiamo posto per altri 2 passegeri:
    1 in bici forse 2 da valutare
    1 o 2 passegeri
    Sosta domenica 8 giugno A lourdes
    inizio tappa il lunedì 9
    per info 3490984228
    conferma entro il 25 maggio per la partecipazione

  35. Alex scrive:

    Ciao a tutti,
    Vorrei partire il primo di luglio e volevo sapere se esiste un servizio di noleggio bici a Saint Jean Pied de por, come funziona, se bisogna prenotare. Oppure eventualmente sapere se è possibile trasportare in treno la propria bici senza troppe complicazioni (smontare la bici, imbustarla, eccecc…) ricordo che una volta sui treni a lunga percorrenza esistevano vagoni adibiti a questo tipo di trasporto.
    Grazie mille e buen camino!

  36. Ilaria scrive:

    Ciao a tutti,
    Metto a disposizione la mia esperienza: ho fatto il Cammino 2 anni fa ad agosto partendo da Saint Jean in bicicletta.
    Per un carrellino con un bimbo sono assolutamente da evitare gli sterrati adatti soprattutto ai pedoni, d’altro canto è fatto apposta per loro…dovreste usare la strada asfaltata che ha però l’inconveniente di essere percorsa da automobili la cui densità è determinata dalla tipologia (statale, provinciale…).
    Essendo prevalentemente in quota, il Cammino ha un escursione termica abbastanza accentuata, si partiva con 7 gradi al mattino e si arrivava con 38 il pomeriggio. E’ bene essere ai ricoveri (auberges) per le 17.00/18.00, hanno la precedenza i pellegrini a piedi ma qualche posto anche privato (costi contenuti intorno ai 15 euro) lo si è sempre trovato.
    Per quanto riguarda la fatica direi che le salite in bici con bagaglio sono state durissime, in compenso le discese erano uno stupendo regalo, regalo negato a chi lo percorreva a piedi… inoltre la bici da la possibilità di fare il Cammino per intero, basta avere 12 giorni a disposizione, a piedi servirebbero come minimo 4 settimane.
    Io non sono un’atleta formidabile, solo una cicloturista incallita, e sebbene tutto il percorso sia stato davvero molto impegnativo se ne riceve un compenso davvero difficile da descrivere a parole.
    Esperienza assolutamente da provare.

  37. sergio bo scrive:

    esiste un servizio di bus o simili con il trasporto bici dall’aereoporto di Lourdes a st.jean pied de port.? Se si , quali sono gli orari?

  38. Piero scrive:

    Buongiorno Ilaria
    ho già fatto il cammino sia francese(a giugno) che del Norte(settembre) una decina di anni fa,in m.b.
    Ad agosto( 9/10) vorrei rifare il francese partendo da Roncisvalle,dove lascerei l’auto.
    Sai dirmi se è ancora possibile il ritorno da Santiago in pulman(come 10 anni fa),caricando la m.b. sul mezzo?
    Grazie
    Piero

  39. Pier scrive:

    Ciao a tutti, so che è presto ma sto progettando di farlo l anno prossimo a luglio o agosto, e mi chiedevo se qualcuno avesse fatto l esperienza di raggiungere “il punto ” di partenza gia in bici.
    Starei pensando di partire da torino con una mtb front, con un rimorchio, ma sono abbastanza indeciso.

    • claudio scrive:

      Ciao Pier, sono claudio, anche io ho intenzione di fare il Camino prossimo estate, sono di Milano, e vorrei partire in bici, se ti interessa mi puoi contatare 3401401099.

  40. tomaso scrive:

    io sono andato da genova a santiago in bici il mese scorso, ho prediletto l’asfalto per la fretta di arrivare a destinazione e anche in virtù della bici più da turismo da me acquistata. col senno di poi, prenderei una mtb e con maggior calma seguirei l’antico tracciato, molto ma molto più suggestivo. nella mia esperienza non compatibile con rimorchio, temo.

    un appassionato spagnolo descrive in questo suo blog varie avventure, tra cui il Roma – Santiago per sentieri, ossia la Francigena fino al Monginevro via Torino, la Domitia fino a Arles la Tolosana fino ai Pirenei e il Francès fino a FinisTerre: molto interessante http://zinaztli.blogspot.it/2010/08/de-roma-santiago-etapas.html

    • Yuma1964 scrive:

      ciao Tomaso io mi sto organizzando il viaggio leggendo esperienze… io sono di Genova e partirò da qui . Mi farebbe piacere sentire le tue.. Di dove sei?

      • Gianpaolo scrive:

        Io avrei intenzione di andare a Santiago in bici, partendo da Genova, sono di Venezia, poi imbarcarsi in aereo per il ritorno

  41. fabrizio scrive:

    fatto in agosto 2013. Molto caldo, ma magnifico da fare assolutamente. se qualcuno vuole dritte mi scriva.
    buon viaggio
    Fabrizio

  42. fabrizio scrive:

    mail di fabrizio vbobin@tin.it

  43. isidoro scrive:

    Ho notato che quasi nessuno ha parlato di costi.Chi ha già fatto il Cammino potrebbe più o meno indicare un costo totale (viaggio,alloggi,vitto ecc.)?

  44. adriano scrive:

    ciao fabrizio,io partirò fra 1mese cn 1 mtb in carbonio.t kiedo informazioni sul portapacchi ke hai usato.era attaccato solo al reggisella o anke ai fianchi del telaio?grazie,adriano.

  45. rosi scrive:

    vorrei fare il cammino a settembre in bici partendo da Pamplona é possibile ?come si può raggiungere partendo da milano? una volta arrivati è semplice ritornare a Barellona in aero ? si può fare su strade asfaltate,ed è facile trovare altri pellegrini dato che parto da sola?grazie a chi vorrà rispondermi

  46. rosanna scrive:

    ciao fabrizio… avevo programmato il viaggio con partenza da Roncisvalle per il mese di luglio ma purtroppo è andato in fumo. Avrei, forse, una possibilità di partire il 2 agosto, ma sono fortemente in dubbio per il caldo e l’affollamento . Potresti per favore consigliarmi sulla base della tua esperienza? grazie . rosanna

  47. Leonardo scrive:

    Salve a tutti, vorrei incominciare a viaggiare in bicicletta ma sinceramente non so proprio quale modello scegliere. Navigando su internet sono riuscito a trovare consigli di persone esperte ma dopo brevi introduzioni inizia una lunga serie di nozioni tecniche che non sono capace di capire. Non ho bisogno di una bici per paesaggi lunari ma neanche di una che mi procuri una sofferenza maggiore al piacere del viaggio. Per favore, qualcuno ha qualche consiglio e suggerimento da darmi ? Grazie mille

  48. Ettore scrive:

    Se volete conoscere l’esperienza mia e dei miei amici lungo il Cammino di Santiago, vi invito a visitare il mio sito: http://www.clubtrofeolagloria.it/07pellegrinaggi/03santiago/santiago.htm .
    Siamo partiti in bici proprio il giorno di san Giacomo del 2011 da Roncisvalle e siamo arrivati 10 giorni dopo a Santiago. Tappa per tappa ho raccontato il nostro percorso fisico e spirituale lungo la cosiddetta “Via Lattea”. Spero possiate trovarci informazioni interessanti. Io da allora ho una grande nostalgia di ritornarci. Buen Camino a tutti!

  49. Alberta Fiori scrive:

    Se hai lasciato l’auto a Roncisvalle puoi tornare lì con il pullman che parte da Santiago…..altrimenti ci sono voli che partono da Santiago ogni giorno per l’Italia…….Ryanair per esempio fa voli diretti a Bergamo quasi ogni giorno. Ripartirei anch’io.buen camino.

  50. Francesca scrive:

    Noi eravamo partiti da Pamplona (non avevamo molti giorni); siamo andati in macchina fin là, scaricato le bici e arrivati a Santiago in 12 giorni e poi tornati con auto a noleggio su cui avevamo ricaricato le bici e poi tornati in Italia.
    Alla fine era il metodo più veloce anche se forse non il più economico (però non ci giurerei!)

  51. valeria scrive:

    ciao sn valeria 28 anni da catania, adoro la bici , ho una mtb e vorrei intraprendere il cammino facendolo per intero possibilmente su sterrato xgodermi i paesaggi.cerco una compagnia a prescindere dall’età e dal sesso con cui condividere l’esperienza. mi piacerebbe farlo da marzo in poi xvia delle temperature. ma sn disposta a concordare tutto. per chi ne volesse parlare 348 6031903

    • MARCO scrive:

      Ciao Valeria , sono Marco ho 46 anni e vivo in provincia di Padova ma sono nato a Milazzo, io e un altro mio amico coetaneo stiamo pensando di andare a conpostela in MTB partendo dalla Francia e vorremo farlo in Agosto. Ho visto che hai messo il tuo cell ma preferisco scrivere per ora. Fammi sapere se non ti sei già organizzata.

  52. davide scrive:

    ciao,
    mi chiamo Davide, 43 anni da Imola
    in questi giorni di ozio forzato mi sono chiesto: cosa posso fare ?
    potrei andare a santiago di compostela !!!!
    se non fosse per la stagione autunnale, partirei anche domani, ma forse è meglio rimandare al prossimo anno.
    vediamo cosa si può fare !!

  53. Pietro scrive:

    Ciao Julie. Sto programmando il cammino in bici per la prossima estate 2015. Essondo un passionista d’arte sarei interessato al tuo manuale. Se me lo invii mi faresti cosa assai gradita.

    Ciao
    Pietro

  54. Luca scrive:

    Noi abbiamo raggiunto Saint Jean in auto, scaricato le bici abbiamo proseguito per Santiago e poi tornati in bus che ha trasportato anche le bici. Per pochi euro avevamo trovato un libro con tanti consigli sul viaggio e sugli aspetti tecnici e anche una mappa comodissima di michelin entrambe su a mazon
    http://www.amazon.it/Cammino-Santiago-mtb-RLI-CLASSICI-ebook/dp/B00OASUB70

    http://www.amazon.it/Camino-Santiago-1-150-000-Michelin/sim/2067148052/2

  55. Sandro scrive:

    ..menomale che non sono animali vivi.

  56. Francesco scrive:

    Ho 59 anni ed in maggio vorrei fare il cammino di Santiago partendo in bici da Lourdes sono di Ravenna

  57. Loris scrive:

    Sono di Imola e partirò in agosto in bici dalla Provenza per arrivare a Santiago passando per Lourdes.questo percorso l’ho già fatto nel 2012 e vi assicuro che è meraviglioso. Se qualcuno si vuole aggregare mi può contattare rispondendo in questo sito.

    • Giuseppe scrive:

      Ciao Loris.
      Mi chiamo Giuseppe e sono di Milano.
      Anche io farò il Cammino di Santiago in bicicletta ad Agosto. Sono molto flessibile per quanto riguarda orari, date etc.
      Mi piacerebbe molto partire con qualcuno. Contattami se stai ancora cercando persone.
      La mia mail è gius.magistretti@gmail.com

  58. Paco scrive:

    Io ci sono…lasciami un n. Di telefono sono di bologna il mio n. È 3923732112 aspetto tuo squillo.

  59. Donata scrive:

    Ciao, come si rientra dal Cammino con la bicicletta senza doversi rifare tutta la strada sulle due ruote?

    • Carlo Ferrando scrive:

      tranquilla, puoi rientrare tranquillamente in aereo, io sono rientrato a BG con Rayanair, ho speso poco e in due ore il viaggio è finito, e per arrivare a casa l’ho fatta in treno e sui regionali sali con la bici montata pagando un leggero sovrapprezzo su biglietto viaggiatore. Con tale compagnia aerea, devi solamente smontare la ruota anteriore e poi con un giro di pluriboll e un po di nastro sei a posto.
      se vuoi altre indicazioni scrivi pure a ferrandocarlo@gmail.com sarò lieto di risponderti.
      Carlo

  60. Donata scrive:

    Ciao. Dove si trovano i bus e quanto costano? Le bici salgono “intere” p devono essere smantellate? Quanto dura il viaggio di ritorno? Grazie

  61. Loris scrive:

    Ciao donata. Da Santiago si può tornare in pullman che carica la bici intera senza doverla smontare fino a Pamplona. Tu quando pensi di partire?e da dove?comunque ti auguro un Buen Camino
    A

  62. miglio666 scrive:

    Abbassala_media 12-15 -con 12-20kg i25-sonoimpossibili

  63. MIGLIO666 scrive:

    comunque dovrei fare il cammino in mtb nel maggio 2016 sono un po’ in anticipo partendo da saint du port fino a finisterre ( sono di cesena ) 900 km vertrebe permettendo , chi si vuole aggregare mi puo’ scrivere teamlotusrenault@libero.it

  64. VincenzoViglietti scrive:

    Ciao,
    sono Vincenzo, vorrei fare il Cammino di Santiago in bici verso Luglio 2015, percorso “Pamplona-Santiago di Compostela”.
    Cerco compagni/e di viaggio coetanei (30enni, vorrei fare dai 60 ai 90 KM al giorno), questo potrebbe essere l’itinerario:http://www.helloworld.it/viaggi/cammino-di-santiago-in-bici-vacanza-low-cost/
    Io partirei da Napoli in treno/aereo, aspetto vostre notizie.
    donvj@libero.it
    Vincenzo

  65. Luca scrive:

    Mi chiamo Luca ho 33 anni e abito in provincia di Bologna, sarei interessato ad aggregarmi a qualche gruppo per fare il cammino di Santiago in MTB
    lu2781@alice.it

  66. ciro colonna scrive:

    Aggiungerei il bel “Cammino aragonese.” Che parte da Somport in Aragona al confine francese. Molto frequentato, in passato, da pellegrini dell’Europa del sud. Attraversa tutta l’Aragona e dopo Pamplona, in Navarra, si congiunge a quello francese. Avendolo percorso l’anno scorso consiglio una delle guida dell ‘editore Terre di mezzo. Uno strumento molto utile e comodo.

  67. Alessandro scrive:

    La giuda del Pettirojo è eccellente, fatta da ciclisti per i ciclisti

  68. […] percorso più noto è quello in cui si entra in Spagna da Roncisvalle, chiamato Camino Francés. Qui maggiori informazioni e la […]

  69. roberta scrive:

    Ciao io parto intorno al 9 agosto c ‘è qualcuno che vuole affiancarsi, partirei da st jean o pamplona, scrivetemi ciao.

  70. antonello scrive:

    Ciao, io ho intenzione di fare il percorso da st jeans ma dal 15/16 di agosto, se qualcuno è interessato mi scriva

  71. Sasa71 scrive:

    ciao a tutti, leggendo i vostri post mi è venuta voglia di fare il pellegrinaggio in mtb, naturalmente nel 2016, io sono Siciliano e quindi dovrei organizzarmi con l’aereo … consigli in merito, da quali aeroporti è più facile raggiungere Pamplona ecc…. qualcun altro della Sicilia si sta già organizzando … inoltre vorrei capire meglio come e dove chiedere le “credenziali per pellegrino” , grazie in anticipo a chi mi risponderà. Dio benedica tutti

    • VITO scrive:

      Ciao, sto preparando anch’io il cammino nel 2016 in mtb; sono siciliano come te ed è la seconda volta che mi accingo a questa esperienza. La prima volta l’ho fatto in bici da corsa.
      Partendo da Catania vi è un volo con la Vueleg – Catania- Barcellona poi da Barcellona sempre con la Vueleg c’è un Volo economico per San Sebastian Donostia, Dallo stesso aeroporto percorrendo un due chilometri si arriva alla baia di Hondarribia dove con un battello (30 minuti) si arriva a Hendaye e dalla stazione ferroviaria si prende il treno per Bayonne e per San jean p. de port. Per questioni di lavoro avrei intenzioni di fare il cammino verso il 12-13 agosto 2016. Saluti

    • luigi scrive:

      Ciao, io sono della provincia di Palermo, ed ho intenzione di fare il cammino in bici nella seconda metà di maggio.

  72. Riccardo scrive:

    Ciao……
    ho il cammino di Santiago nel cuore da ormai troppo tempo e guarda caso ogni volta che decido di partire il destino mi gioca degli scherzi che mi impediscono di farlo, ma il 2016 è il mio anno, sono deciso a partire (nel periodo di pasqua) questa volta con mio stupore sono riuscito a coinvolgere anche la mia compagna ed ovviamente porteremo con noi anche nostra figlia di tre anni……avrei bisogno di tutti i consigli possibili per affrontare la pedalata in sicurezza e quindi………. fiato alle trombe avventurieri
    aspetto con ansia i vostri consigli e vi ringrazio per la disponibilità

  73. Andrea scrive:

    Ciao a tutti., a me interessa intraprendere il cammino in MTB in estate 2016, (periodo da giugno a settembre ) qualcuno vuole aggregarsi? Un saluto, Andrea 3384722151

  74. Alberto Marcellini scrive:

    Salve anche io vorrei fare il cammino di Santiago a luglio, sono di Terni se ci fosse qualcuno sarei ben felice di valutare

  75. giancarlo scrive:

    ciao ho 55 anni vorrei fare il cammino dal 1/11 al 18/11 2016 seci fosse qulcuno sarei contento va bene età uomo o donne

  76. Salvatore scrive:

    Ciao siciliani, tra Aprile e Maggio vorrei andare anche io.
    Sto al centro sicilia, vorrei partire con la MTB da Saint Jean fino a Santiago (circa 800km).

    Max 15/18 gg in tutto compresi i trasferimenti.
    Scrivetemi in mail webstore2005@gmail.com se interessati, così organizziamo i trasferimenti insieme e poi in bici la compagnia fa sempre bene, ci si aiuta e stimola a vicenda!!

  77. anna scrive:

    Ciao a tutti, mi chiamo Anna, ho 43 anni e vivo a Milano.
    io potrei fare il cammino in bici solo nelle due settimane centrali di agosto e mi aggregherei volentieri.

    C’è qualcuno che lo fa nello stesso periodo?
    Grazie

    • Daniele scrive:

      Ciao Anna! Sono Daniele! Anche io sono di Milano e sono interessato al cammino nello stesso periodo in cui puoi tu! Ti va se ci mettiamo in contatto? Magari X qualche giro in generale (abbiamo dei Navigli bellissimi) Ti lascio il mio numero 339 8503783

  78. claudio scrive:

    ciao anna e daniele…sono claudio di valenza po…anchio vorrei fare il cammino di santiago nelle due settimane centrali di agosto…mi sto organizzando per la partenza..se vi fa piacere si puo fare un esperienza insieme…ho 46 anni e vado in mtb abbastanza….il mio num..347 25 05358…grazie cmq…

  79. marco scrive:

    buon giorno a tutti , mi chiamo Marco ho 46 anni e sono della provincia di Verona .
    il 19 agosto ho prenotato l’aereo per raggiungere ST.JEAN PIED DE PORT ,per fare il cammino di Santiago in MTB bici . se qualcuno indifferentemente dal sesso o età è interessato a fare anche un pezzo di percorso assieme o il viaggio per Bordeaux , fatemi sapere. Marco.

  80. anna scrive:

    Ciao Claudio e Daniele, mi spiace, ma ho deciso per un altro tipo di viaggio.
    Al momento non mi sento pronta per Santiago.
    Scrivete della vostra esperienza, però, così magari mi attrezzo per il prossimo anno.
    Buon Viaggio a tutti.

  81. Daniele scrive:

    Ciao a tutti; io e mia moglie siamo tornati, da qualche settimana ormai, dal Cammino Francese in bikepacking, cercando di seguire il più possibile il cammino dei “camminanti” …. gli interessati possono sbirciare un pò il nostro albun su FaceBook, tante foto, ma rende bene l’idea di quello che è il cammino ;)
    https://www.facebook.com/maugeri.daniele.84/media_set?set=a.10208385616590177&type=3&pnref=story

    Buona visione ;)

  82. Leo scrive:

    Ciao sono Leo, parto in bici a metà luglio dal sud italia!

  83. giusina scrive:

    Ciao a tutti ☺️
    Scrivo in qsto forum, che ho trovato X caso, Xchè è da molto che desidero fare un’esperienza del genere.
    Non si è mai presentata l’occasione e nemmeno amici che me l’abbiano proposto.
    Io non so nemmeno il principio quale sia, come organizzarmi e non vorrei viaggiare da sola.
    Dalla provincia di Avellino

  84. Stefano scrive:

    sono di Varese ho intenzione di intraprendere il cammino in mtb nella seconda meta’ di Agosto.
    Chi e’ interessato mi risponda.

  85. DIMA scrive:

    Cerco compagni/e di viaggio per il Cammino di Santiago da fare in bicicletta MTB dal 1/10/2016 al 12/10/2016. Mi chiamo Mario e parto da Bologna. Ho 45 anni.

    • Giuseppe scrive:

      CIao Mario. Anche io vorrei partire intorno al primo di ottobre. Abito a Rimini. ti lascio il mio numero 3926214852 cosi vediamo se ci possiamo organizzare insieme. Ho 34 anni e non sono esperto di MTB anche se comunque sono sportivo ed allenato. Non vorrei rallentarti.

  86. Vincenzo Viglietti scrive:

    Ciao, mi chiamo Vincenzo e sono di NA, qualcuno sarebbe disposto a fare il cammino Francese in bici verso il 19-20 Agosto 2016? Contattatemi pure all’indirizzo donvj@hotmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *