MENU

Visitare Vienna in bici con il bike sharing

Austria, Itinerari • di

La città e il territorio circostante possono essere visitati agevolmente utilizzando le bici in condivisione del Comune.

Introduzione

visitare Vienna in biciPer un turista visitare Vienna in bici è la scelta migliore.

La capitale austriaca si trova lungo quella che è forse la pista ciclabile più bella di tutte, essendo inoltre fra le più facili e quindi adatte ai principianti: stiamo parlando naturalmente della pista ciclabile del Danubio, il fiume principale fra quelli che scorrono a Vienna. È quindi facile raggiungere Vienna in bici, magari partendo direttamente dall’Italia tramite Eurovelo 7. Un’altra opzione è quella di caricare la bici in aereo e atterrare a Vienna o nella vicinissima (e molto bella) Bratislava.

Vienna, fioriVienna è praticamente completamente pianeggiante, con pochissime, facili e brevi salite. La città è inoltre dotata di un’ampia rete di stazioni di bike sharing (più sotto diamo in dettaglio alcuni consigli su come usare al meglio le bici condivise); piste ciclabili protette lungo le strade principali; piste ciclabili “leggere” e zone 30 nelle strade secondarie; zone pedonalizzate in alcune aree del centro. Non siamo lontani dagli standard visti in Olanda o Danimarca, e anche i meno esperti si troveranno a proprio agio pedalando in città.

Come organizzare le pedalate in città

Il centro di Vienna

parco belvedere viennaIl centro di Vienna è approssimabile a un cerchio di circa 1,5 km di diametro. Questo cerchio è racchiuso all’interno di una strada molto ampia, la Ringstrasse, ricavata nella seconda metà dell’Ottocento dall’abbattimento di un’antica cinta muraria; un tratto della Ringstrasse coincide con un canale laterale del Danubio. Gli hotel in questa zona sono generalmente molto cari, e consigliamo quindi di cercarne uno poco fuori, magari dall’altro lato del canale.

Poiché il centro è relativamente piccolo, la cosa migliore è pedalare lungo la piacevole Ringstrasse (alberata e con ampie e sicure piste ciclabili; in rosso nella mappa sotto) lasciando lì la bici e proseguendo verso le varie zone del centro a piedi. Se invece volete avvicinarvi di più ai monumenti in bici, le due strade più adatte a questo sono due (in verde nella mappa): a ovest la Schottengasse, che diventa poi Herrengasse e porta al complesso imperiale dell’Hofburg; a est da Dr Karl Lueger Platz in direzione del Duomo di Santo Stefano.

duomo di santo stefano a Vienna

Si può pedalare sul lungo Danubio sia al livello stradale che più in basso, vicino al fiume, luogo di ritrovo per molti giovani durante le calde sere estive.

Poco fuori dal centro, non mancate di visitare il parco del Belvedere, nella zona sud-est, lungo la Rennweg (ma bisogna lasciare la bici fuori).

fiume Danubio notte

Il Prater e la Donauinsel

Un’altra zona molto adatta ad essere percorsa in bici è il parco del Prater (area colorata di rosso nella mappa): si tratta di una grandissima area verde a nord-est del centro, quasi completamente chiusa alle macchine, dove i Viennesi si radunano nei weekend per stare all’area aperta. Qui si trova anche un enorme luna park pieno di attrazioni, fra cui la storica ruota panoramica.

pedalando nel Prater

La Donauinsel invece è una lunga (21 km) e stretta isola che divide il Danubio (il suo corso principale, non il canale laterale di cui abbiamo parlato finora, più vicino al centro) da un altro canale secondario. L’isola (area verde nella mappa in basso) è chiusa alle macchine e usata principalmente a fini sportivi.

Gita a Schonbrunn

schonbrunn

Schonbrunn, la famosa residenza estiva degli Asburgo, è a soli 6 km dal centro. Dalla Ringstrasse, all’altezza del teatro dell’Opera, basta seguire la Linke Wienzeile fino a notare l’inconfondibile esterno color giallo senape dei palazzi (percorso in blu nella mappa qui sotto). Per il ritorno si può prendere la stessa strada, oppure caricare la bici sulla metropolitana (la linea U4 passa di qui).

Mappa

Traccia gps | Mappa kml

Esplorare i dintorni di Vienna in bici

Sarebbe un peccato arrivare a Vienna e non sfruttare al massimo la pista ciclabile del Danubio. Ecco un paio di idee per gite di 2-3 giorni nei dintorni della capitale:

Escursione di 3 giorni a Melk, Krems e Klosterneuburg

MelkPartite la mattina da Vienna e prendete un treno fino a Melk (sito ferrovie austriache, in italiano). Qui visitate il centro storico e l’imponente abbazia. Nel pomeriggio in circa 35 km lungo il Danubio raggiungete Krems, un’altra cittadina con un bel centro storico. Il giorno dopo pedalate da Krems a Klosterneuburg (circa 65 km; traghetto per attraversare il Danubio a Korneuburg), dove potete visitare un’altra abbazia. La mattina del terzo giorno, con una decina di km di pedalate, sarete di nuovo a Vienna.

Escursione di 3 giorni a Bratislava

Vienna e Bratislava sono divise da circa 70 km di pista ciclabile lungo il Danubio. Pedalando con calma, potrete arrivare alla capitale slovacca nel tardo pomeriggio del primo giorno. La sera, e il secondo giorno, potete visitare la città, per poi tornare a Vienna il terzo giorno. Potete anche tornare direttamente in Italia da Bratislava con l’aereo, o proseguire in bici fino a Budapest o anche oltre.

Informazioni pratiche sul bike sharing viennese

edifici moderni a vienna

Per avere informazioni pratiche su come muoversi in bici a Vienna potete consultare questa pagina del sito di informazioni turistiche della città, che spiega anche come e quando è possibile portare le bici sui mezzi pubblici.

Qui spieghiamo in particolare come registrarsi al servizio di bike sharing nel modo più comodo, prima di arrivare in città. Alcune aziende offrono la possibilità di noleggiare una card per il bike sharing al prezzo di 2€ al giorno (più la tariffa di utilizzo), ma registrandosi online con la procedura che stiamo per descrivere si paga solamente 1€ una tantum (non al giorno); poiché la prima ora di noleggio è gratis, il bike sharing in questo modo diventa praticamente gratuito. In questo modo non è neanche necessario ottenere un’altra card da mettere nel portafoglio: basta la carta di credito (anche prepagata) con cui si è fatta la registrazione.

Iscriversi è semplicissimo: basta cliccare su questo link e seguire le istruzioni in inglese (se il link non dovesse funzionare andate su www.citybikewien.at, cliccate se volete su “english” in alto a sinistra, sulla barra orizzontale arancione, e seguite le istruzioni per la registrazione tramite carta di credito). Oltre a scalarvi 1€, è richiesta una preautorizzazione di 20€ (che non vengono effettivamente tolti dal credito); la preautorizzazione scade automaticamente dopo 2-3 settimane. Ogni carta di credito permette di ritirare una sola bici. Le stazioni del bike sharing sono dotate di istruzioni anche in italiano. Utile un’app come questa che indica in tempo reale la disponibilità di bici nelle varie stazioni.

Se pedalare a Vienna vi è piaciuto, vi potrebbe interessare anche la scheda sul cicloturismo in Austria.

pista ciclabile a vienna

Libri

santiago-bici-libro francigena-bici-libro danubio-ciclabile-libro loira-ciclabile-libro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *