MENU

Test: 6 mesi con ViviBici di CoopVoce

Bikelife, Recensioni • di

Come vi abbiamo raccontato alla fine del 2014, ViviBici è il nuovo profilo tariffario pensato dall’operatore telefonico virtuale, CoopVoce, per tutti coloro che si muovono quotidianamente in bici. La formula è quella del “più pedali, più ti ricarichi“, quindi si pagano 7,50 € al mese in cambio di 200 mintui di traffico telefonico verso tutti, 200 sms e 500 mb e, grazie all’app, ogni km pedalato si traduce in un minuto e 5 mb da utilizzare il mese successivo.

La promozione con cui è stato lanciato il prodotto lo scorso dicembre prevede traffico extra (400 minuti, 200 sms e 1,5 Gb per il primo mese) e, per questo motivo, ho deciso di cambiare operatore per capire come funziona questa nuova tariffa e, a distanza di 6 mesi, ho deciso di tirare le somme.

CoopVoce

L’idea di affidarmi a un’operatore telefonico che non ricadesse nella sacra triade TIM – Vodafone – Wind mi faceva un po’ paura: alla fine Coop è una catena di supermercati e che c’azzecca una catena di supermercati con la telefonia mobile? Come fanno a garantire la copertura su tutto il territorio nazionale? Ma soprattutto il mio timore era “vuoi vedere che per fare una telefonata devo andare alla Coop più vicina e piazzarmi accanto alla cassa per prendere meglio il segnale?”. Un po’ di ricerche su internet mi hanno portato a scoprire che CoopVoce si avvale della rete mobile di Telecom a cui paga un canone per l’uso dei ripetitori: CoopVoce prende dove prende anche TIM, quindi pressoché ovunque.

L’attivazione

L’attivazione del nuovo numero è stata particolarmente facile: mi sono recato in un normalissimo supermercato Coop e alla cassa ho detto di voler portare il mio numero al nuovo operatore. È bastato presentare agli addetti del supermercato carta d’identità e codice fiscale e nell’arco di una decina di minuti mi sono ritrovato con la nuova sim inserita nel telefono che è stata attivata nell’arco di 48 ore.

Il call center

Una volta attivata la sim ho iniziato a chiamare a destra e manca, ma di entrare in internet neanche a parlarne. Indispettito, ho iniziato a fare un po’ di ricerche e, non riuscendo a cavare un ragno dal buco, mi sono  rassegnato a chiamare il call center al 188, dopo essermi preparato ad affrontare qualunque tipo di peripezia tra menù digitali che hanno il compito di tenerti lontani da una voce umana che sappia dare una risposta precisa a una domanda puntuale. E invece, con mia somma sorpresa, già il primo menù prevedeva l’ipotesi “per parlare con un operatore, premi 8”. Ho premuto 8 e sono stato messo subito in contatto con una gentile signorina che mi ha spiegato che per mettere in funzione il traffico dati dovevo modificare le impostazioni APN con un nuovo indirizzo: “Vada su impostazioni, poi altro…”. In 2 minuti, problema risolto.

L’app

coopvoce vivibici screenshot

La home dell’app: estrememente intuitiva

Per attivare il pacchetto ViviBici occorre, però scaricare l’app omonima dall’appstore di Googleplay, faccenda abbastanza elementare, e da qui, è bastato cliccare su “Bonus” per attivare la promozione associandovi il mio numero di telefono. Facile. Da questo momento in poi, quello che ho dovuto fare è stato semplicemente ricordarmi di far partire l’app prima di ogni giro in bici e di spegnerla alla fine, inviare i dati del percorso effettuato e contare i “km voce” accumulati. I “km voce” vengono registrati all’interno del menù “Diario” dove è possibile avere uno storico di tutti i km pedalati mese per mese e di tutti i “km voce” accumulati, sessione per sessione. L’app è particolarmente user-friendly e non richiede lauree in ingegneria informatica per essere utilizzata.

coopvoce vivibici screenshot2

Le statistiche di una sessione.

Cliccando sulla singola sessione effettuata è possibile poi recuperare diverse informazioni che possono essere interessanti: oltre alla lunghezza del percorso, alla velocità media complessiva, alla velocità massima e ai metri di dislivello, è possibile andare a verificare gli stessi dati anche chilometro per chilometro oltreché sulla cartina generale dove, oltre al percorso, vengono anche indicati anche i tratti in cui si è riusciti ad accumulare i preziosissimi “km voce”.

coopvoce vivibici screenshot1

In verde, il tratto in cui si è mantenuta una velocità che consentisse di accumulare i “km voce”. In grigio, quelli in cui la velocità media era troppo bassa o le frazioni di km.

I “km Voce”

L’app di CoopVoce è stata pensata per offrire i bonus solamente a chi utilizza la bicicletta in città. Per questo motivo, per ottenere un “km voce” occorre avere una velocità media sul singolo km compresa tra 1 e 25 km/h. Se si supera la velocità media di 25 km/h sul singolo km, quindi, il km pedalato non sarà considerato utile per essere trasformato in traffico dati e telefonico; se, invece, si supera la velocità massima di 30 km/h, questo sforamento annulla tutti i km precedentemente percorsi durante la sessione, ma non quelli successivi.

coopvoce vivibici screenshot3

Non tutti i km vengono convertiti in “km voce”

Per chi è Vivibici

Alla luce di quanto scritto sopra riguardo ai limiti per accumulare i km voce, Vivibici è un profilo tariffario pensato per chi va in bici senza ricercare la velocità. Utilizzando la bicicletta per fare cicloturismo, per i miei spostamenti urbani e durante il fine settimana per fare un po’ di sport (bici da corsa), ho notato che l’app, con il limite massimo dei 25 km/h di media, tende inevitabilmente ad escludere gli sportivi, ovvero tutti coloro che macinano km su km in continuazione e privilegia, invece, tutti coloro che utilizzano la bici in città e per il cicloturismo.

coopvoce vivibici screenshot5

Una sessione in bici da corsa: non ho accumulato neppure un “km voce”

Anche l’app si rivela particolarmente utile per tutti coloro che, non avendo un contachilometri montato sulle diverse bici, vogliono conoscere il totale dei km percorsi durante l’anno.

Convenienza

A conti fatti nei 6 mesi di utilizzo di questa tariffa ho accumulato 450 “km voce”, quindi una media di 75 “km voce” al mese che corrispondono a 75 minuti, 75 sms e 375 mb aggiuntivi. In totale è come se per 7,50 €  avessi a disposizione 275 minuti voce e 875 mb di traffico al mese. Insomma, sicuramente una delle tariffe più competitive sul mercato anche se, bisogna dirlo, 275 minuti al mese possono non bastare, soprattutto a chi utilizza il telefono per lavoro, ma la proposta di CoopVoce è rivolta appunto ai privati, quindi a tutti coloro che utilizzano il telefono per accordarsi sulle uscite in bicicletta, chiamare la nonna, organizzare gli aperitivi e cose simili, non per lunghe trattative al telefono sul contratto da far andare in porto.

Difetti

Non c’è rosa senza spine, però. Il progetto ambizioso di CoopVoce ha infatti qualche pecca che può essere migliorata con qualche intervento di miglioramento sul codice di programmazione: l’app è esclusiva, ovvero vuole funzionare solamente lei e, alle volte, se per caso vi entra una telefonata durante la sessione, questa vi azzera la sessione in corso. Ma sembra che questo inconveniente sia rientrato dopo l’ultima release dell’app degli ultimi giorni.

Al netto di questo, credo che l’offerta Vivibici sia un affare per tutti coloro che vanno in bici in città e non solo nel fine settimana per la pratica sportiva. Alla fine, pedalando si fa del bene a se stessi e alla società, in alcuni paesi d’Europa chi pedala riceve dei bonus fiscali da parte dello stato. In Italia siamo ancora lontani da questa condizione ma, dove non arriva il pubblico, arriva il privato e quindi: brava CoopVoce e speriamo che anche gli altri operatori imitino questa buona pratica.

Articoli correlati

27 Risposte a Test: 6 mesi con ViviBici di CoopVoce

  1. Alex scrive:

    Sto utilizzando anche io Vivi Bici da qualche mese.
    Il limite massimo è di 200 minuti voce al mese (=200km), anche facendo molti più km, l’ho preso ogni mese.
    Sono molto soddisfatta di questa tariffa e di questa iniziativa incentivante per l’uso della bici.
    Ogni tanto è capitato che l’APP non funzionasse ma sono sicura che con le prossime release la renderanno sempre più stabile.

  2. letterio barone scrive:

    Terribile applicazione.
    Funzione due volte su tre, ed è un mese e mezzo che non mi da i bonus.
    Se chiamo l’assistenza dicono che ci sono stati dei problemi e che li risolveranno.
    Peò i 7,50 euro al mese sono solleciti a prenderli…!
    Ora, o l’autore del servizio è particolarmente fortunato, dato che anche i miei amici ciclisti hanno gli stessi problemi, o lavora alla Coop.
    Con il massimo rispetto per il vostro splendido sito, ma vivi bici è una bufola.

    • Paolo Pinzuti scrive:

      Ciao Letterio,

      Non lavoro per la Coop, lavoro per Bikeitalia.
      Come puoi vedere dagli screenshot mostrati, solamente tra il 26 e il 29 giugno mi sono state conteggiate 5 sessioni. Detto questo, mi auguro che qualcuno di coopvoce legga il tuo commento e si muova di conseguenza per rimediare al problema che hai subito.
      In ogni caso, il fatto che tu ti sia trovato male con un prodotto (con il quale io mi sono trovato bene) non ti autorizza a fare spiacevoli insinuazioni sul mio conto.
      Ciao

      • letterio barone scrive:

        Scusami, Paolo,
        intendeva essere una battuta, evidentemente mal riuscita!
        Il vs sito è un riferimento della mia navigazione, e tutti voi siete
        encomiabili in competenza e precisione di argomentazioni tecniche.
        La tariffa coop lo avuta da dicembre a luglio, appunto dopo aver letto un vs articolo, ma proprio non riusciva ad andare d’accordo con la mia bici!
        Sara’ la zona… .
        I miei più sinceri saluti a te ed alla redazione, buone pedalate!

  3. CoopVoce Social Care scrive:

    Gentile Letterio,
    ci scusiamo per il disagio che hai riscontrato nell’utilizzo della nostra app ViviBici. Negli ultimi giorni abbiamo riscontrato dei disservizi a causa di interventi di implementazione e ottimizzazione dei nostri sistemi informatici.

    Ti chiediamo di inviarci un messaggio privato sulla nostra pagina Facebook (www.facebook.com/CoopVoce) con il tuo recapito telefonico per poter prendere in carico la tua segnalazione e darti maggiore assistenza.
    Grazie per la pazienza.

    CoopVoce Social Care

  4. MassimoMaga scrive:

    Bè, io Vivibici l’ho attivata poco dopo il lancio e pensavo che i problemi di gioventù della app fossero risolti dopo gli aggiornamenti che ci sono stati nel tempo. Invece funziona a singhiozzo, un percorso su due viene azzerato senza motivo, se per caso non hai la rete dati o il wi-fi quando chiudi il percorso col piffero che viene accreditato, anche se vai in copertura entro il limite di tempo previsto, non si capisce che relazione c’è tra l’accumulo mensile, mese di calendario (dal primo del mese a fine mese), fatto dalla app e il mio rinnovo (pagamento) dell’opzione, che invece avviene tra il 7 e l’8 di ogni mese, sfido qualcuno a dirmi quanto gli verrà accreditato il mese successivo, è sempre una sorpresa. In ogni istante non è mai possibile capire cosa si è accumulato per il mese successivo o no, visto che le app vivibici e la app Coopvoce sono completamente scollegate e vanno ognuna per la sua strada. Infine mi aspettavo che gli inventori di questo sistema decisamente bello sulla carta ma molto poco funzionale e soprattutto incontrollabile dopo qualche mese rilasciassero la versione per Windows Phone – Lumia, so che i costi di porting non sono esagerati e due o tre clienti Lumia li conosco. Invece così non è e mi sa che non ci sono piani in merito. Quindi sono felice per l’idea, ma perbacco ce n’è di strada da fare… Io ho scelto un’opzione che ha un contratto e delle regole, io le regole le rispetto, CoopVoce/Vivibici con me non le rispetta perché accredita i percorsi a lotteria. Siamo quasi al livello pessimo delle compagnie telefoniche “mostri sacri”. Non mi stacco da CoopVoce solo perché il customer care esiste e fornisce mediamente risposte logiche e in italiano comprensibile. E non è poco. Quanto ai disservizi generali degli ultimi giorni, per il cambio dei sistemi informativi della compagnia, non so se ricordate lo scorso anno, con gli aggiornamenti tecnologici rete Tim. Sembra che per uno-due mesi all’anno si debba essere sottoposti a tortura. CoopVoce lo farà anche nel giugno del 2016? Magari un po’ di pubblicità preventiva potrei suggerirla: “In Giugno 20xx CoopVoce garantirà si e no le telefonate, preparatevi!”. Vivibici è una bellissima idea a bassissimo costo, io l’ho anche pubblicizzata ampiamente ai miei amici/conoscenti, ma funziona veramente da cani. Ripeto, bastava inserire la seguente clausola nel contratto: “Il conteggio del percorso è aleatorio e soggetto a lotteria”. Sarebbe stato più chiaro. Stiamo parlando di contratto e soldi, non di valenza sociale,

  5. CoopVoce Social Care scrive:

    Ciao Massimo,

    ci dispiace per i problemi riscontrati. L’app Vivibici è stata progettata per dare la massima trasparenza sugli importi e sulle tempistiche di accredito. Abbiamo inoltre lavorato per valorizzare la visibilità dei percorsi su base mese solare e degli importi accumulati e accreditati (ad esempio nell’area bonus). Siamo sempre a disposizione per dare assistenza ai nostri clienti e per questo ti chiediamo di contattarci tramite la nostra pagina Facebook e di inviarci il tuo numero tramite messaggio privato.

    CoopVoce Social Care

    • Paolo scrive:

      Mi fa piacere che CoopVoce Care dia risposta ai clienti che si lamentano, comunque vedo che una risposta precisa alla mancanza dell’applicazione Vivibici per Windows Phone non sia ancora stata data. Mi piacerebbe sapere se è in programma la realizzazione di questa applicazione per i telefoni Nokia-Lumia oppure se mi devo “mettere il cuore in pace” e rimanere con altro operatore telefonico

  6. Thomas scrive:

    Salve a tutti,
    anche io ho avuto tutti i problemi scritti sopra. Mediamente un problema circa a settimana.
    Aggiungo solo che ho girato 5 supermercati a Roma prima di trovare uno dove c’era sia la Sim che la persona in grado di sbrigare la parte burocratica della faccenda.
    La seconda cosa: pur avendo la scritta TIm sullo schermo non prende come una sim originale Telecom. Non capisco come possa essere ma con due cellulari, stessa marca stesso modello, quella con sim Tim prende ovunque in casa mentre Coop Voce solo vicino alla finestra come Tre e Wind.
    Al momento rimango come cliente perché apprezzo molto l’iniziativa e spero che con il tempo le cose possano migliorare.
    Cordialmente
    Thomas

  7. piero scrive:

    sono iscritto a coop vivi bici dal 24/12/2015 dal 01/01/2015 al 23/05/2015 tutto ok
    dal mese di giugno a tutto agosto pur avendo fatto i km non mi e’ stato caricato i minuti in piu
    mentre mi sono stati tolti sempre i 7,50 euro.
    Mi sono rivolto in tutti punti dove dovrebbero darti delle risposte oggi non so come andra finire
    saluti

  8. Thomas scrive:

    Aggiorno quanto detto sopra: i primi di luglio l’app ha cessato di funzionare. dopo due giorni di chiamate e attese (anche di 20 minuti) l’operatore mi ha informato che per tutto luglio e agosto il servizio è sospeso. Avrei gradito magari un sms per essere avvertito. Ovviamente durante il periodo estivo quando più si va in bici il servizio cessa di funzionare. Comunque ho aspettato fino al 5 settembre poi visto che il servizio continuava a non funzionare e nessuno mi comunicava nulla ho cambiato operatore. Peccato perché raramente si studiano prodotti adatti ai ciclisti. E’ un’occasione persa…

  9. Raffaello scrive:

    Sono qui per testimoniare come Thomas il totale fallimento di questa iniziativa.
    Mi sono iscritto a luglio e ha funzionato senza problemi per almeno 2 mesi (quindi non è vero che d’estate l’avrebbero disattivata come qualcuno qui sopra ha scritto, probabilmente è stata una supercazzola di un operatore). La cosa strana e’ che a me funzionava quando a qualcuno qui già non andava quindi e’ molto strano. La mia percezione, leggendo anche le vostre disavventure, è che questa app funziona appena attivi il servizio, poi dopo poco non funziona più. La cosa scandalosa è che te ne devi accorgere tu e chiamare. Allora ti dicono “ah ma ci sono dei problemi da mesi, mandi una mail di reclamo”. Insomma, un atteggiamento veramente poco professionale.
    Il fatto che loro sappiano che questa offerta non funzioni, e che non venga comunicato in alcun modo agli utenti che già la utlilizzano, ma che anzi, continuino a pubblicizzarla sul loro sito da adito a definirla una TRUFFA.
    Gradirei che questo articolo non continuasse a produrre un plotone di nuovi illusi… Per fornire un utile servizio vi consiglierei di aggiornare questa recensione quanto prima con questi dettagli che, credetemi, non sono semplici problemi isolati ma sistematici.

    • Paolo Pinzuti scrive:

      Ciao Raffaello,
      Ti ringrazio per la tua testimonianza.
      L’articolo in questione riguarda la mia esperienza personale che, in quanto tale, può essere diversa dalla tua.
      Chi decide di farsi un’opinione sicuramente non mancherà di leggere, oltre che il mio articolo, anche i commenti all’articolo stesso, tra cui il tuo.
      Il test che ho fatto (di 6 mesi) è andato bene, poi ho dovuto cambiare tariffa perché il traffico telefonico non bastava più neppure pedalando come un pazzo.

  10. CoopVoce Social Care scrive:

    Ciao a tutti,
    ci scusiamo con chi ha riscontrato anomalie con la nostra app. ViviBici è un servizio innovativo che, in quanto tale, è in continua evoluzione.

    Abbiamo lavorato alla stabilizzazione delle problematiche evidenziate ma siamo sempre a vostra disposizione in caso di necessità.

    In caso di anomalie residue, vi invitiamo a contattarci direttamente scrivendoci a ViviBici@coopvoce.it in modo da potervi supportare ed essere risolutivi.

    Tutte le vostre indicazioni ci aiutano a migliorare il servizio e questo grande progetto, nato per chi ama la bici e a cui teniamo, nell’ottica di sensibilizzare l’opinione pubblica verso la mobilità sostenibile. Grazie mille

  11. Bengi scrive:

    Scusate, ma se nel mio percorso c’ è un cavalcavia (o sottoapasso) è molto facile che in discesa si superino i 30 km/h di punta e per questo avere l’azzeramento di tutti i km percorsi mi sembra davvero ridicolo! Ma dai, come si fa? Mah, questa offerta mi sembra solo una mossa pubblicitaria … Chi ha programmato l’app e ha messo questi vincoli forse non va in bici …

  12. Letterio scrive:

    Niente.
    Non funziona.
    Ho riprovato a distanza di un anno, ma nulla, uguale.
    La Coop ha aumentato i minuti, 600, a 7 euro al mese, ed è un’ottima offerta.
    Ma la app…Non capisco come in un mondo informatizzato fin sulla punta dei capelli non riescono a farla funzionare.
    Secondo me non vogliono farla funzionare.
    Vai a capire….

  13. Riccardo scrive:

    La uso da un mese – non in bici, ma in corsa, per cui non ho il problema della velocità massima… almeno io!) e apparentemente funzionava correttamente.
    Solo un paio di volte mi ha cancellato i km della sessione per velocità massima, a causa di errori del GPS.
    Il problema è un altro: dopo un mese, al rinnovo, dovrei vedere accreditati i MB aggiuntivi (circa 1400 secondo la App) e continuo a vedere – sul sito o sulla App Coopvoce – solo 1 GB disponibile.
    Ho chiamato il 188 ma purtroppo l’operatore che mi ha risposto conosceva male il servizio. Mi diceva che oltre a salvare devo inviare i km (non esiste altro tasto se non Salva), e sosteneva che tutti i km mi sono stati annullati perché ho superato la velocità massima! Oltretutto insinuando “Signore, ma se lei usa il motorino…”
    Alla fine mi ha detto di scrivere a comunicazioni chiocciola coopvoce.it, adesso attendo la risposta.
    Se confermassero l’annullamento come dice il 188, l’opzione sarebbe da buttare.

    • Riccardo scrive:

      Niente da fare… non si riesce ad avere una spiegazione né dal 188 né dalla mail…
      Ho accumulato 930 MB a giugno e non li vedo nel rinnovo del 18 luglio.
      comunicazioni di coopvoce mi risponde:
      “I 530 MB che fa riferimento lo storico di Luglio , se conteggiati e validati correttamente , li ritroverà erogati nel prossimo rinnovo mensile della promozione.”
      E quindi:
      1) perché non ho i 930 MB di giugno?
      2) cosa vuol dire “se conteggiati e validati correttamente”?

  14. cincinbek scrive:

    Attualmente l’offerta prevede 600 min. + 300 sms + 1Gb + max 2Gb “pedalati”, tutto a 7 euro.
    Ad oggi (28/08/2016) l’app Vivibici ha ancora problemi. Durante il mese di luglio ho accumulato il massimo del bonus (2 Gb aggiuntivi per un totale di 3 Gb), ma durante questo mese di agosto ho avuto a disposizione solo l’unico giga base che l’offerta mette a disposizione.
    Naturalmente continuerò a utilizzare questa offerta perché resta comunque conveniente anche senza il bonus e poi perché l’iniziativa è fantastica e spero che un giorno i problemi si risolveranno.
    Vorrei cogliere l’occasione per parlarvi di alcune “stranezze” di quest’app:
    Io vivo in una città dove la pianura è quasi inesistente e ci sono strade che, pedalate in discesa, ti portano otre i 40 Km/h con mota facilità. Solitamente faccio molta attenzione a non superare i 30 Km/h oltre i quali l’app vivibici annulla la sessione o i 25 Km/h di media che invaliderebbero il kilometro all’interno del quale è stata superata tale velocità media. Ma a volte in discesa, specialmente con le automobili che ti respirano sulle mutande, mi è capitato di superare i limiti dell’app e di vedermi comunque convalidata la sessione, il che mi fa piacere, ma servirebbe anche qualche certezza in più su questi limiti per evitare confusione.
    A qualcuno è capitato di avere certi riscontri?
    Grazie, a presto.

    • cincinbek scrive:

      Volevo fare una importante precisazione al commento che ho lasciato precedentemente.
      I Gb “pedalati” non si estinguono con il rinnovo mensile dell’offerta. Quindi se accumulo 2 Gb per un totale di 3 Gb (1 Gb base + 2 Gb “pedalati”) e consumo solo 500 Mb allora il mese successivo avrò il Gb base + 1.5Gb rimasti dal mese precedente. Se durante il mese in cui ho consumato i 500 Mb ho pedalato per averne almeno altri 500, mi ritroverò nuovamente 1+2 Gb a disposizione.
      OTTIMO, ma…
      Dal momento che i 2 Gb che ho “pedalato” a luglio risultano nell’app vivibici, ma non risultano nell’app “coopvoce”, pedalando ad agosto non posso accumulare niente perché risulta già “messo da parte” il bonus massimo che non viene consumato.
      Vi è capitato???
      Grazie, a presto

  15. cincinbek scrive:

    Aggiornamento:
    Questo mese di settembre risultano finalmente i 2 Gb in più “pedalati” a luglio.
    Sembra quindi tutto OK.
    Ciao

  16. Valentino scrive:

    Buongiorno, anche io vorrei segnalare il non funzionamento della promozione vivi bici di coop voce.
    L’ho fatto ha giugno, ha funzionato perfettamente per tutto il primo periodo, al rinnovo mensile di luglio, non ha più funzionato, l’applicazione segna perfettamente quello che faccio, tragitto, velocità e tempo impiegato, ma quando trasmette il file perchè questo venga convertito in km voce, mi viene detto che questi sono pari a 0, eppure l’applicazione sul telefono memorizza quello che ho fatto.
    Nonostante le telefonate all’assistenza, non succede niente, si limitano a dire che sarò ricontattato al più presto e che stanno lavorando al problema.
    Molto deluso da questa situazione, ciao a tutti.

  17. Flaviabi scrive:

    ViviBici non funziona. Pazienza per gli scherzi fatti in discesa, pazienza per i 176 km orari (rilevati su una salita terribile) pazienza per il GPS che funziona a singhiozzo… ma a oggi, in tre mesi di utilizzo, non ho ancora visto un Mb accreditato in più del Gb di base! e questo a fronte dei ben più di 200 Km percorsi e regolarmente visualizzati dal menu bonus. Che strazio.

  18. virginia scrive:

    non funziona bene

  19. FANICA scrive:

    VIV IBICI:
    I KM VOCE SI AZZERANO DOPO UNA CHIAMATA…COSA DEVO FARE?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *