Google contro Alemanno

22 Febbraio 2011

google-romaIl sindaco con più parenti d’Italia è sotto attacco. Gianni Alemanno è stato preso di mira da Google che gli ha rovesciato addosso una incredibile campagna diffamatoria, accuse infondate, immagini spazzatura. In due parole: fango informatico!

Se si esplorano le strade di Roma con street view (il famoso servizio Google che offre viste panoramiche dei centri urbani) tutte le isole pedonali della Capitale appariranno infatti stracolme di automobili. A prima vista potrebbe sembrare che Piazza Farnese, via del Babuino e la vicina Piazza di Spagna, Piazza Navona, Piazza Mattei con la Fontana delle Tartarughe, Piazza Margana, via dei Cestari e tantissimi altri luoghi storici di Roma riservati ai pedoni siano abusivamente attraversati dal traffico motorizzato o addirittura trasformati in parcheggi. Mentre dove le auto possono passare (come in Piazza Sant’Eustachio, piena di cartelli di rimozione forzata) impera sosta selvaggia. Cosa suggerisce Google? Che il sindaco Alemanno se ne frega di questa palese violazione delle regole?

Non è così! E’ un falso! Si tratta solo di abili fotomontaggi realizzati dai tecnici di Google per screditare a livello internazionale (street view si può consultare da qualsiasi pc del pianeta) l’immagine di un primo cittadino osannato e amato nella sua città da tutte le migliaia di suoi cugini, nipoti, zii, mamme, suocere e cognati a cui ha trovato lavoro.

Che dire… i soliti motori di ricerca comunisti!

roma-via-del-babuino
Via del Babuino. I cartelli che segnalano l’isola pedonale. Le automobili per strada. Una prova dei falsi creati da Google

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti