Il Cammino di San Tommaso: in bici da Ortona a Roma

19 Luglio 2013

di Francesca Rapini

gabriele-recumbent

Ha pedalato per circa trecento km, ha camminato ed è andato anche a cavallo, l’eclettico video-maker e bike-traveler siciliano Gabriele Saluci realizzando un video sul progetto Da Tommaso a Pietro in cammino promosso dalla giovane associazione ortonese Il Cammino di San Tommaso. “Io, come altri, vado sempre fuori a cercare cose nuove da vedere o esperienze da fare, ma questa volta invece qualcosa di bello succedeva proprio in Italia perciò, come San Tommaso sono andato a vedere cosa volevano propormi questi ragazzi”.

In Abruzzo, una regione che molto spesso non rientra nei circuiti turistici più conosciuti è nato il progetto di promozione e valorizzazione territoriale Da Tommaso a Pietro, in Cammino che coinvolge il cicloturismo e si basa su concetti di turismo lento, travel like a local e viaggio esperienziale. Al progetto, partito da Ortona (CH) e durato 14 giorni dal 26 maggio al 9 giugno scorso, hanno preso parte venti camminatori venti cavalieri e trentasei ciclisti provenienti non solo dall’Abruzzo ma anche dall’Italia e dall’estero i quali hanno percorso, pedalato e calcato il lungo itinerario che comprende circa venticinque comuni dell’entroterra abruzzese e laziale. Un percorso sopratutto naturalistico che attraversa i 5 Parchi Nazionali tra Abruzzo e Lazio ma anche spirituale tra eremi e abbazie, culturale tra i borghi autentici abruzzesi ed enogastronomico.

Ultima tappa del viaggio e meta finale: Roma il 9 giugno con il saluto di Papa Francesco – “Saluto i pellegrini di Ortona, dove si venerano le spoglie dell’Apostolo Tommaso, i quali hanno realizzato un Cammino da Tommaso a Pietro”.

Gallery

foto-gabriele gabri ganriele

pinna recumbent-gabriele schermo

Video

Sito web

Commenti

Un commento a "Il Cammino di San Tommaso: in bici da Ortona a Roma"

  1. felino ha detto:

    due anni fa da Bergamo sono andato a manoppello in bici. ……..quando sono tornato a casa mi sono fiondato sulla bilancia: dopo 600 km , quasi 9000 metri di dislivello sulla dorsale degli appennini con una bici da 30 kg, con pranzi e pranzetti offerti da ospitanti e amici incontrati mi sono ritrovato cresciuto di 2 kg…..fantastico, da ripetere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti