Basilea: le bici potranno svoltare con il semaforo rosso

Basilea: le bici potranno svoltare con il semaforo rosso

28 Novembre 2013

Basilea-semafori-ciclisti

A Basilea, in Svizzera, è stato introdotto recentemente un provvedimento che consente alle biciclette di svoltare a destra anche in caso di semaforo rosso. Si tratta di una misura in favore dei ciclisti già applicata in diversi Paesi europei: da molti anni ormai nei Paesi Bassi e più recentemente anche in alcune strade di Parigi e di Bruxelles.

A Basilea si comincerà con una prima fase sperimentale, in cui la svolta a destra in caso di semaforo rosso sarà consentita in tre incroci della città, in cui i ciclisti dovranno comunque dare la precedenza ai pedoni e ai veicoli che sopraggiungono dal lato sinistro dell’incrocio.
L’iniziativa è stata proposta dall’associazione svizzera degli ingegneri del traffico, è stata lanciata nel giugno del 2013 e terminerà a novembre del 2014. Al termine di questo periodo, saranno valutati i risultati del test e si deciderà se estendere il provvedimento ad altri incroci della città.

Commenti

Un commento a "Basilea: le bici potranno svoltare con il semaforo rosso"

  1. Laura ha detto:

    In America saranno 40 anni che lo possono fare anche le macchine!
    Il vero progresso è quello di eliminare completamente i semafori almeno iin quei punti dove la velocità di movimento è notevolmente ridotta. Il modo per ridurre il traffico, se non si può limitare il numero di veicoli circolanti, è quello di renderlo fluido e scorrevole, cosa che i semafori non permettono di fare. In alcuni paesi come l’Ungheria è vietato girare a sinistra, perchè si blocca la circolazione e la soluzione è svoltare 3 volte a destra, facendo il giro dell’isolato. Istiuirei anche il ritiro della patente temporaneo per chi osa fermarsi ad una rotonda o su una corsia di accelerazione. La patente viene rilasciata praticamente a chiunque ma le persone capaci di guidare sono sempre più rare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti