Pacomachine, un artista di strada in bicicletta

25 Giugno 2014

pacomachine

Marco Cemmi è un cicloviaggiatore davvero particolare: nelle sue borse da bici non ci sono (soltanto) abbigliamento, cibo o attrezzi per le riparazioni, ma anche un impianto elettrico, uno audio, palline e altri oggetti vari. Sì, perché Marco Cemmi, in arte “Pacomachine”, non è solo un viaggiatore in bici ma anche un artista di strada, che percorre ogni anno migliaia di chilometri in sella per poi sostare dove capita ed esibirsi nei suoi spettacoli di piazza, ora di teatro ora di giocoleria.

34 anni, nato e cresciuto nella provincia di Brescia, Pacomachine (“Paco” perché così lo chiamava il fratello minore), non ha scelto la strada perché senza nulla in tasca, anzi. Laureato in Scienze dell’educazione e con un diploma in fisarmonica al Conservatorio, fino a 5 anni fa lavorava come supplente di musica ed educatore in una comunità per minori. Una vita come tanti altri ma forse troppo sedentaria per Pacomachine, che da sempre ha nutrito un forte desiderio di viaggiare. Così forte che lo ha spinto ad un certo punto a lasciare il lavoro e a vivere da nomade, dedicandosi ad un’altra delle sue passioni fin da bambino: la giocoleria.

Oggi Marco ha aperto una scuola di giocoleria a Desenzano, dove ha trascorso la sua infanzia, ma continua periodicamente il suo cicloviaggio da artista di strada, con un carrellino trainato dalla bici, un sacco a pelo ed uno stuoino. Percorre decine di migliaia di chilometri ogni anno e l’estate riesce a lavorare a pieno ritmo tanto da viverci.

Le avventure quotidiane di Marco Cemmi “Pacomachine” sono raccontate periodicamente nel suo blog.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti