Roma: pedalando sotto il viadotto

9 Ottobre 2014

La frase “Think global, act local“, tanto in voga nei primi anni di globalizzazione, sta per compiere 100 anni! Si dice sia stata coniata nel 1915 da  Patrick Geddes, autore del testo “city in Evolution“. Nonostante l’età, questo breve slogan continua a descrivere egregiamente l’approccio del movimento dei ciclisti urbani: lavorare sul territorio per avere un impatto globale.

1621811_10152751886333629_1614970798221579491_n
A Roma questo approccio porta un doppio appuntamento per i prossimi giorni.

Sabato 11 Ottobre alle ore 11.00 l’associazione ReBike ALTERmobility, all’interno del progetto TUTUR, organizza una pedalata per aprire l’evento di presentazione di “SoTTo il ViadoTTo”. Il raduno di ciclisti avrà l’obiettivo di aprire un tavolo di lavoro sulla mobilità ciclabile all’interno del III Municipio (il quadrante nord-est della città) e di dare il via alla due giorni di laboratori sul recupero urbano nello spazio Sotto il Viadotto dei Presidenti (Incrocio via Talli-Via Bettini). Il Viadotto è una vera e propria autostrada urbana che attraversa più quartieri del III Municipio. La sezione interna dell’infrastruttura stradale era stata predisposta due decenni fa per il passaggio di una ferrovia leggera mai completata. L’idea finale dei laboratori “Sotto il Viadotto” è quella di trasformare il tracciato del tram abbandonato in una lunga pista ciclabile, una vera e propria “Green line” urbana:  Nel frattempo,  per alcuni mesi si allestirà una  piazza ecologica con un manto erboso e giochi per i più piccoli per permettere ai cittadini di riappropriarsi dello spazio pubblico. TUTUR è un progetto Europeo che oltre a Roma coinvolge le città di Bremen e Alba Iuli per sperimentare buone pratiche di recupero urbano di spazi abbandonati. L’appuntamento è quindi SoTTo il ViadoTTo, Sabato alle ore 11

Qui l’evento su Facebook.

sotto (1)

Venerdi 10 Ottobre, invece, il rapporto Locale-Globale verrà capovolto. ReBike ALTERmobility si fa promotrice sul territorio della capitale e di tutta Italia dell’evento internazionale #RideSharingDay. È un’iniziativa promossa dall’associazione svedese Skjutsgruppen  arrivata alla sua settima edizione, per promuovere il ruolo attivo dei cittadini nelle scelte di mobilità. Ognuno di noi può fare la differenza dando un passaggio ad un collega nel tragitto casa lavoro, lasciando la propria auto a casa, prendendo i mezzi pubblici o pedalando in compagnia. Partecipare al Ride sharing day è facilissimo: basta postare sui social network una foto del proprio tragitto casa lavoro fatto in compagnia con l’hastag #ridesharingday nella giornata di Venerdì 10 Ottobre.

Qui l’evento su Facebook

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti