MENU

La carica dei 60mila al CosmoBike Show

News • di 20 Settembre 2016

cosmobike_show_2016_1
La seconda edizione di CosmoBike Show, il salone internazionale dedicato al mondo della bicicletta organizzato da Veronafiere dal 16 al 19 settembre, chiude a quota 60mila visitatori (+20% rispetto allo scorso anno). Anche gli altri numeri confermano il successo dell’evento: quasi 500 aziende espositrici da 23 Paesi, 35mila metri quadrati di superficie espositiva e un programma di oltre 40 appuntamenti, la manifestazione si conferma come la rassegna di riferimento per tutti gli appassionati delle due ruote a pedali.

Mobilità, sostenibilità e cicloturismo, ma anche sport, tempo libero e innovazione tecnologica sono i temi che hanno attraversato la quattro giorni veronese dedicata al settore. Per il presidente di Veronafiere, Maurizio Danese: «CosmoBike Show è una manifestazione che sa dare spazio all’intero mondo della bici: dal business agli appassionati, fino alla tecnologia, il turismo, senza dimenticare le politiche sulla viabilità sostenibile, tema centrale del forum-anteprima CosmoBike Mobility, che ha preceduto la manifestazione. In concomitanza con la Settimana europea della mobilità, CosmoBike Show ha rappresentato un importante momento di dialogo con le istituzioni, dal locale al nazionale, nonché l’occasione di fare il punto sulle opportunità e prospettive di crescita».

«Anche nel settore della bicicletta Veronafiere esprime la sua vocazione all’internazionalizzazione e alla realizzazione di un piano di sviluppo del comparto al di fuori dei confini nazionali. In questo – commenta il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani – risiede il successo di un appuntamento giovane ma pieno di potenzialità. Il programma di incoming realizzato con Ice-Italian Trade Agency ha portato a Verona 40 top buyer da 18 paesi, tra cui una collettiva di Taipei, sede della principale rassegna mondiale della bici. Proprio con la Fiera di Taipei – conclude Mantovani – CosmoBike Show ha siglato un Barter Agreement, un accordo che porta l’Italia in prima fila tra i Paesi leader del comparto».

«Cosmobike Show si conferma il miglior format fieristico e il più innovativo per accompagnare il settore nella sua crescita– commenta Paolo Coin, project manager della manifestazione –, e Veronafiere resta lo strumento di promozione più efficace per supportarlo. Veronafiere con Cosmobike Show punta già da oggi a costruire per gli appassionati un’edizione 2017 ancora più ricca ed interessante, con nuovi prodotti, idee e tendenze nel segno delle due ruote a pedali».

Ma l’attenzione alla promozione all’estero non dimentica le connessioni con il territorio. Sul fronte locale, infatti, Veronafiere ha attivato una collaborazione con il Comune di Verona per la realizzazione del Festival in bicicletta (Verona, ex Arsenale, 6-14 maggio 2017), una settimana dedicata alla mobilità elettrica e sostenibile in città. E la data del prossimo CosmoBike Show è già stata fissata: si terrà dal 15 al 18 settembre 2017 e gli organizzatori stanno già pedalando per realizzarlo.







6 Risposte a La carica dei 60mila al CosmoBike Show

  1. Michele ha detto:

    E’ la prima volta che vado ad una fiera di bici, da ciclista urbano, mi aspettavo qualcosa di più in tema di abbigliamento ed accessori, allo stand Shimano ho chiesto se era esposta la linea commuter, ma niente, per l’italia non c’era interesse ad esporla. Molto interessante invece il padiglione degli enti turistici, per il resto ho trovato l’offerta che il cliente Italiano richiede, super tecnologia e bici ipertecnologiche. Un plauso allo stand Schwalbe, dove una ragazza mi ha esposto in modo molto professionale le varie tipologie di pneumatici. Al prossimo anno

  2. Massimo ha detto:

    Bello. Molto bello. Ma per ben due volte quelli che provavano le e-bike a velocità sostenuta sul piazzale hanno rischiato di investire i miei bambini. L’anno prossimo meglio prevedere una pista protetta per i test, soprattutto se si dà la bici a un testa di legno.

  3. giacomo ha detto:

    Visitato sabato scorso e nel 2015: paradossalmente quest’anno c’erano molte più persone e meno espositori della versione precedente. (mancavano big come Pinarello, Cannondale, Bianchi, Ergon, Ergotech, presenti l’anno passato) grande presenza invece di artigiani soprattutto veneti e bresciani

  4. Roberto Bissanti ha detto:

    Sarebbe utilie che caricaste le slide/presentazioni come promesso.
    Evento Favoloso.
    Grazie Mille.

  5. Michele Cipriani ha detto:

    C’era una bella piantina dei percorsi ciclabili per arrivare in fiera dai vari punti di scambio. Mi sono detto Fiera bici? vado in bici. Sono partito da casa sono andato alla stazione ho caricato la mia bici in treno sono arrivato a Verona e mi sono recato alla fiera. Poi volevo liberarmi del mezzo e camminare liberamente fra gli stand. Ho chiesto se c’era una parcheggio interno anche non custodito. Negativo. Alla fine ho agganciato la mia bici ad una palo della luce. Insomma. Si poteva prevedere qualcosa per i tanti che sono venuti con la due ruote.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *