MENU

Ciclovie nazionali, finanziati i primi progetti di fattibilità

News • di 26 Maggio 2017

Il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio ha firmato ieri una direttiva ministeriale con la quale vengono assegnati i primi fondi per la realizzazione di 4 ciclovie nazionali. Questi fondi, pari a 4,7 milioni di euro, saranno destinati alla realizzazione dei progetti di fattibilità tecnica ed economica.

ciclovie nazionali

Le 4 ciclovie oggetto di questo primo finanziamento sono il GRAB, la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese, la Ciclovia del Sole (tratto Verona – Firenze) e la Ciclovia VenTo (Venezia-Torino).

“Entriamo nel vivo della infrastrutturazione nazionale delle ciclovie turistiche – afferma il Ministro – ora ci aspettiamo progetti di qualità, sostenibili, all’altezza di ogni tipo di utente, per poter sperimentare un modo dolce di viaggiare e scoprire le bellezze del Paese, rivolto anche ad un pubblico internazionale”.

Ogni progetto è abbinato a un ente capofila incaricato di presentare questi progetti e destinatario quindi delle risorse. Compito degli enti capofila è anche “proporre uno o più interventi lungo l’itinerario che rispondano ai criteri del miglior rapporto costi-benefici, della fruibilità in termini di lotti già pedalabili in sicurezza, dell’accessibilità e intermodalità, della percorribilità da parte di ciclisti inesperti, utenti deboli e nuclei familiari”, come si legge nel comunicato stampa pubblicato dal MIT.

In dettaglio

Per la Ciclovia del Sole, Bologna-Firenze, dal costo stimato di 61,65 milioni di euro, sono state assegnate per il progetto di fattibilità tecnica ed economica risorse per 1,06 milioni di euro.

Per la Ciclovia Vento, Venezia-Torino, dal costo stimato di 129,70 milioni di euro, sono state assegnate risorse per 2,75 milioni di euro.

Per la ciclovia dell’ Acquedotto Pugliese, dal costo stimato di 106,51 milioni di euro, le risorse assegnate sono pari a 814 mila euro.


aida

Per il Grab, Grande raccordo anulare delle bici, a Roma, dal costo stimato di 14,88 milioni di euro, sono state assegnate risorse per 146 mila euro per il progetto di fattibilità tecnica ed economica.

Gli enti capofila hanno ora 180 giorni per presentare questi progetti di fattibilità. I lavori veri e propri dovrebbero iniziare nel 2018.

Vi ricordiamo anche l’imminente bando “Valore Paese – Cammini e Percorsi” che può essere di interesse a chi volesse aprire attività di servizio ai cicloturisti lungo le ciclovie interessate da questi finanziamenti.







Una risposta a Ciclovie nazionali, finanziati i primi progetti di fattibilità

  1. paolo ha detto:

    le piste ciclabili devono essere fatte nelle città e nei collegamenti tra vari comuni per permettere alla gente di usare la bici sia per lavoro che per hobby le ciclovie non sono una priorità facciamo prima le ciclabili dove la gente lo richiede

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *