MENU

Trasformiamo un b&b in Salento nella struttura ideale per i cicloturisti?

News, Salento Bike Hotel • di 22 gennaio 2018

Il cicloturismo è uno dei segmenti turistici in maggiore crescita, e rappresenta allo stesso tempo un’opportunità di sviluppo del territorio e di business per tutti gli operatori ad esso collegati, in particolare per gli hotel e le strutture ricettive.
Gli esempi virtuosi che lo confermano sono numerosi: la pista ciclabile del Danubio, nel solo tratto austriaco, genera ogni anno oltre 70 milioni di euro di indotto, ma anche in Italia esistono delle esperienze virtuose in tal senso, in Trentino ad esempio i ricavi direttamente imputabili al cicloturismo ammontano a 100 milioni di euro l’anno. E’ per questo motivo che moltissime strutture ricettive di tutta Italia si stanno adeguando al raggiungimento dei migliori standard di accoglienza per i cicloturisti, italiani e stranieri.

A’ Locanda tu’ Marchese, dimora storica di Matino, comune del Salento nei pressi di Gallipoli, è una di queste e con il supporto di Bikeitalia ha intrapreso un percorso di trasformazione con l’obiettivo di diventare una struttura a forte vocazione cicloturistica: il paradiso di tutti i viaggiatori che decideranno di visitare il Salento in bici.

Il percorso di conversione della struttura di Matino è un viaggio che vogliamo non solo raccontarvi, ma di cui vogliamo rendervi partecipi: con il vostro coinvolgimento infatti sarà più facile individuare tutti i bisogni dei cicloturisti ai quali la struttura dovrà rispondere e l’obiettivo, al termine di questo viaggio, è di trasformare A’ Locanda tu’ Marchese nel vostro “bike hotel” ideale.

Partiremo dalle motivazioni che hanno spinto un b&b del Salento ad intraprendere questo cambiamento: perché una struttura ricettiva decide di puntare sul cicloturismo, e di farlo bene? Quali sono i vantaggi dell’ospitare i cicloturisti rispetto a dei turisti tradizionali?

Analizzeremo quindi il territorio salentino nei dintorni di Matino e Gallipoli in chiave cicloturistica, perché il territorio è il “partner” principale di ogni struttura ricettiva che intende puntare sul cicloturismo. Vedremo come valorizzarlo e come supportare il cicloturista nel conoscerlo, viverlo e fruirlo nel migliore dei modi.

Parleremo ovviamente degli adeguamenti strutturali da compiere e dei servizi che A’ Locanda tu’ Marchese dovrà fornire ai cicloturisti, affinché la loro vacanza in bici in Salento risulti la più confortevole possibile.

Insieme creeremo poi l’esperienza perfetta per i cicloturisti. Una struttura ricettiva davvero a misura di ciclista non è solamente il luogo dove gli ospiti arrivano, dormono e ripartono, ma può essere la base fissa per una vacanza in bicicletta di più giorni, in pratica per quello che viene definito “cicloturismo a margherita”. Per fare questo è necessario creare dei tour in bici giornalieri specifici per ogni tipo di ciclista, arricchiti da esperienze indimenticabili di scoperta del territorio.

Evidenzieremo l’importanza di fare rete con i principali attori del territorio salentino: amministratori, tour operator, guide locali, associazioni, eventi, gare ciclistiche, enti culturali e operatori gastronomici. Capiremo come individuarli e come sviluppare con loro delle partnership win-win.

Infine vedremo come promuovere A’ Locanda tu’ Marchese ai cicloturisti: come individuare il giusto target, quali canali utilizzare e come impostare la propria comunicazione.

Alla fine del nostro viaggio, per il ponte del 1° maggio ci daremo appuntamento a Matino, in Salento, per festeggiare con un raduno Bikeitalia il percorso della Locanda tu’ Marchese ed inaugurare la sua nuova veste completamente a misura di ciclista. Toccheremo con mano i miglioramenti portati a termine dalla struttura e vivremo una vacanza in bicicletta con tutti i comfort appositamente pensati per i cicloturisti.

Pedaleremo su stradine senza traffico lungo muretti a secco e ulivi secolari, percorreremo la ciclabile lungomare fino a Gallipoli, scopriremo le ricchezze storiche del Salento, dai frantoi ipogei ai siti archeologici, ci delizieremo con i piatti della cucina tradizionale pugliese, impareremo a fare le orecchiette, berremo del buon vino al tramonto e balleremo la pizzica sotto le stelle.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter


Privacy