MENU
viaggi girolibero

Il Sud d’Italia Coast to Coast: un viaggio lento, nel tempo

Diari, News • di 21 Agosto 2018

Riceviamo dai nostri lettori Alessio e Giuseppe e volentieri pubblichiamo. Questa la pagina Facebook del viaggio.

“Dai, venite a Milano e poi torniamo insieme a Mola in bicicletta, ve lo organizzo io il percorso!”.

E’ la frase che puntualmente, ogni estate, Alessio, “emigrato” al nord, ripeteva sempre ai suoi amici del Sud, per convincerli a partecipare a quest’avventura o forse (come hanno spesso pensato i suoi amici) per evitare di pagare il biglietto aereo per il ritorno a casa durante le vacanze estive.

Il progetto, puntualmente, naufragava nel nulla, finché, ad inizio 2017, qualcosa sembra finalmente iniziare a muoversi.
“Ok, facciamo un viaggio in bicicletta ma il percorso lo decido io!” è la condizione che Giuseppe detta ad Alessio.
Ed è così, che giorno dopo giorno, trattativa su trattativa, ha preso forma il nostro primo viaggio in bicicletta.
Dove?

“Ok, decidiamo insieme il percorso ma io non vado più in là del Molise, il Nord non esiste” ripete Giuseppe, convinto “sudista”, “Tu non sai che ti perdi” ribatte Alessio, inviando su whatsapp foto di laghi della provincia milanese che ottengono però l’effetto contrario, convincendo ancor di più Giuseppe a non superare il confine immaginario che va più o meno da Termoli a Terracina.

E’ nato così “Sud Coast to Coast” #SudCoastToCoast, un viaggio, un’avventura in bicicletta che abbiamo intrapreso a luglio del 2017. Ci siamo ritrovati a Salerno e abbiamo pedalato fino a casa, in quel di Mola di Bari, attraversando il Cilento, la Basilicata e le Murge!

Non conoscevamo bene il percorso, non sapevamo bene quanti e quali paesini avremmo attraversato e soprattutto non sapevamo assolutamente dove avremmo dormito e mangiato.

Raccontare un viaggio non è una cosa semplice, perché significa raccontare una serie di emozioni ed esperienze personali che variano e non di poco in base agli occhi del viaggiatore. Raccontare il nostro viaggio poi, è una cosa ancor più complicata e forse leggendo la nostra avventura riuscirete a capirne il motivo.

Noi abbiamo provato a raccontarvelo, buona lettura.

Per leggere il diario di viaggio completo clicca qui (file pdf)






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *