Abbiamo beccato un ladro di biciclette

10 Dicembre 2018

Ieri mattina due loschi individui si sono intrufolati nella nostra scuola di meccanica di Monza mentre era in corso l’ultima giornata di formazione del masterclass in meccanica ciclistica.

In maniera abbastanza maldestra i due hanno cercato di sottrarre due biciclette e, mentre uno è riuscito nel suo intento portandosi via una MTB Wilier 101 X gialla e nera, montata Shimano XT, con forcella rigida in carbonio e ruote Fulcrum, l’altro si è fatto beccare in flagrante e ha pazientemente atteso con noi l’arrivo della Polizia che è stata chiamata all’istante.

Il ladro catturato è un italiano di circa 40 anni, nato e cresciuto a Monza; ci ha rivelato di essere stato indirizzato a compiere questo furto improbabile (per le caratteristiche dei nostri spazi) da un altro Italiano che gli avrebbe promesso 50 euro per ogni bicicletta consegnata.

Intanto la Polizia mette sotto torchio il farabutto arrestato, indaga e cerca di raggiungere i suoi complici.

Per noi in questo momento è di fondamentale importanza recuperare la bicicletta, per questo vi chiediamo di tenere gli occhi aperti e se vedete una Wilier 101X con la forcella rigida in vendita da qualche parte, segnalatecelo.

Valutate poi voi se è il caso di continuare a credere che la minaccia provenga dallo straniero e dal diverso o se forse, l’onestà e la legalità sono caratteristiche indipendenti dalla nazionalità e dalla religione.

Dal canto nostro, con l’evolversi delle indagini sarà nostra cura raccontarvene gli sviluppi, nella speranza di aver dato il via a un’azione che arrivi a sgominare qualche banda di professionisti del furto di bici di alta gamma.

 

Commenti

16 Commenti su "Abbiamo beccato un ladro di biciclette"

  1. Tiziano ha detto:

    Con l’augurio che possiate ritrovare la bici (a prescindere che qualcuno l’abbia pagata o vi sia stata data per l’evento). E tutta la mia stima per la presa di posizione , che condivido.

  2. Alex ha detto:

    Caro Paolo Pinzuti purtroppo quello che tu dici non corrisponde alla realtà, perché oltre alla vostra bicicletta ne vengono rubate ormai moltissime e tutte le bici di valore vengono portate all’estero esattamente in Europa dell’est la vostra bici la ritroverete se cercate bene nei siti stranieri qui in Italia non ci sarà più traccia, purtroppo il rapporto è 10 a 1.

  3. antonio ha detto:

    Bravi, approvo tutto quello che avete detto in questo articolo, un applauso, oltre naturalmente per tutti gli interessanti articoli tecnici che pubblicate. Saluti

  4. adriano franceschetti ha detto:

    Bravi, odio chi non si schiera.

  5. Mattia ha detto:

    Grazie per questo articolo. Può sembrare banale, ma di farà riflettere su quanto i pregiudizi e il pressapochismo stanno distruggendo la nostra società. Vi auguro di ritrovare la bici!

  6. Gianpietro ha detto:

    Finitela di fare politica. Grazie

    1. Paolo Pinzuti ha detto:

      No, ma tu puoi smettere di leggerci quando vuoi.
      https://www.bikeitalia.it/2018/01/28/perche-bikeitaliait-parla-politica/

      1. Agostino ha detto:

        Ha ragione, come è vostro diritto dare lezioni a chi generalizza, è anche un diritto pensare che, data la propria percezione e le proprie esperienze con alcuni stranieri (troppi), pensare che oltre ai ladri nostrani non abbiamo bisogno di zingari rom nigeriani delinquenti, e comunque parlate di bici e non vi infognate in off-topic del genere! Con il massimo rispetto :)

        1. Paolo Pinzuti ha detto:

          Ciao Agostino,

          Con il massimo rispetto, facciamo un po’ come ci pare (nel rispetto delle leggi). Soprattutto quando subiamo qualche crimine.

    2. Jacopo ha detto:

      Con la tua affermazione “finitela di fare politica”, pure tu hai appena fatto politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti