MENU

Toscana: nuovi investimenti nelle ciclovie regionali

News • di 19 Gennaio 2019

La Toscana si appresta a investire ulteriori fondi nella rete ciclabile regionale dopo aver già speso circa 40 milioni di euro per la realizzazione dei percorsi.
I futuri finanziamenti serviranno alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle piste.

L’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli ha spiegato come già nel 2018 siano stati spesi 225 mila euro per la manutenzione delle ciclovie esistenti. Fondi che hanno coperto spese per 160 km di rete all’interno del sistema integrato della ciclopista dell’Arno, coinvolgendo 28 comuni.

Ceccarelli ha dichiarato che la Regione è fortemente intenzionata a proseguire il percorso iniziato negli anni precedenti, l’obiettivo è estendere la rete delle ciclovie per attrarre un numero di cicloturisti maggiore, valorizzando così i territori toscani.

L’impegno per l’anno 2019 sarà di finanziare per il 60% gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria dei comuni interessati dal passaggio delle ciclovie, per questo motivo nella legge regionale di stabilità sono previsti fondi per la manutenzione ordinaria nel triennio 2019-2021 di cui beneficeranno le amministrazioni comunali.

etruschi in bici

comuni  avranno il compito di prendersi cura dei diversi tratti potendo confidare in aiuti da parte della regione.

Un ente capofila avrà il compito di coordinare gli interventi manutentivi per mantenere alti gli standard dell’infrastruttura.

E i primi risultati degli investimenti nella rete delle ciclovie regionali non tardano ad arrivare: il Comune di Rosignano Marittimo sarà il primo ad aprire il proprio tratto della ciclopista del Tirreno, completando il percorso da Castiglioncello a Cecina.

I percorsi ciclabili sono solo un tassello di un’offerta cicloturistica completa: se vuoi diventare un operatore cicloturistico in Toscana (o altrove) partecipa al nostro corso di formazione “Cicloturismo: Progettazione e Promozione”.






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *