Torino, “circoscrizione 3(0)”: come un incrocio può trasformarsi in un salotto urbano - Bikeitalia.it

Torino, “circoscrizione 3(0)”: come un incrocio può trasformarsi in un salotto urbano

16 Ottobre 2019

A volte non bastano le parole. Bisogna toccarlo con mano, il cambiamento.
Perché gli occhi non mentono e solo così si è disposti ad accettarlo, assaporando l’esistenza di un modo diverso di vivere la propria città.

Ed è proprio per questo motivo che dall’11 al 13 Ottobre 2019, con la consulenza degli architetti Diego Vezza e Giuseppe Piras, l’associazione Bike Pride FIAB Torino ha realizzato il progetto “Circoscrizione 3(0) – Sperimentazione di Zona 30 in Borgo San Paolo”, con il patrocinio della Città di Torino e della Circoscrizione 3.
Si è intervenuti in un incrocio smisurato, caotico e pericoloso, la cui geometria è stata completamente ridisegnata a favore di tutti gli utenti della strada.


Tramite il restringimento delle corsie veicolari e degli angoli di curvatura agli standard di legge, sono state delineate delle nuove aree pedonali, nate da un vuoto urbano che prima era inutilizzato.
Uno spazio pubblico recuperato per tutti i cittadini, con nuovi arredi e sedute di Triciclo, animato dai laboratori di Binaria e Rider’s Academy che hanno fatto sperimentare a decine di bambini e residenti come la strada possa essere un luogo piacevole e sicuro in cui vivere, e non solo di cui avere paura.
Un luogo di socializzazione e di relazioni umane.

Durante la fase di allestimento, è intervenuta l’Assessore ai Trasporti Maria Lapietra: “Sono molto contenta, con pochissime risorse i cittadini hanno creato una zona pedonale, fruibile da tutti gli utenti della strada e non solo dalle auto. Hanno creato una piccola piazzetta”.

È stata un’idea, una visualizzazione di ciò che potrebbe essere.
Insomma, un nuovo salotto urbano tra via Lancia e via Isonzo, realizzato grazie al contributo di Bentley SOA SpA.
Il ridimensionamento degli attraversamenti pedonali, ristretti da 20m a 7m, è stato apprezzato soprattutto dalle famiglie con bimbi piccoli e dagli anziani, che hanno potuto muoversi per la propria città con maggiore sicurezza.

In visita durante un laboratorio di pittura, la sindaca Chiara Appendino ha suggerito di non fermarsi qui: “Mi piacerebbe replicare questa bellissima esperienza in ogni Circoscrizione della città”.

La speranza è che questo evento non sia solo un punto di arrivo, fine a se stesso, ma rappresenti l’inizio di un percorso verso interventi definitivi da parte dell’Amministrazione.
Del resto, Greta, un ciuffo di riccioli biondi di 5 anni, prima di andarsene via ci ha chiesto sorridente: “Rimarrà così per sempre?

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti