Altro stop per Omar Di Felice: la paura del Coronavirus lo blocca a Ulan Bator

27 Febbraio 2020

Sembra che il destino si stia accanendo contro l’impresa di Omar Di Felice, l’ultracycler che aveva annunciato la traversata del Deserto di Gobi in pieno inverno: una pedalata in condizioni proibitive mai tentata da nessuno in questa stagione.

La partenza, prevista inizialmente per il 14 febbraio, era stata rimandata a causa della collisione stradale che l’8 febbraio scorso lo aveva visto incolpevole protagonista: fortunatamente niente di rotto all’infuori del casco, tanta paura ma anche voglia di rimettersi presto in sella e riuscire a recuperare in fretta.

Lo stop è stato comunicato questa mattina su Facebook dallo stesso Omar:

In effetti in poche settimane, con allenamenti specifici e sedute mirate di terapia post trauma, Omar Di Felice era riuscito a rimettersi in forze e pochi giorni fa era partito per la Mongolia, dove il vie della sua impresa invernale era previsto per venerdì 28 febbraio da Ulan Bator. Poi, però, la doccia fredda è arrivata proprio alla vigilia dell’impresa, mentre l’ultracycler stava ultimando i preparativi: a causa del Coronavirus le autorità della Mongolia hanno blindato i confini della capitale Ulan Bator e dunque Omar Di Felice fino al 3 marzo non potrà partire per attraversare il Deserto di Gobi in sella alla sua bici Wilier Triestina montata Shimano GRX.

Si attendono sviluppi per la nuova data della partenza.

Corso correlato

Masterclass: Bike Manager
1.499
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti