Muoversi a piedi nella Fase 2: la mappa della larghezza dei marciapiedi d’Italia

29 Maggio 2020

Sull’esempio di quanto fatto a New York con l’iniziativa sydewalking, un gruppo di volontari italiani ha realizzato una mappa interattiva che mostra l’ampiezza dei marciapiedi in diverse realtà italiane.

La mappa è nata con lo scopo di dimostrare quali aree sono maggiormente soggette a difficoltà nel mantenimento del distanziamento fisico necessario in questa Fase 2 dell’emergenza Coronavirus, ma è evidente che questo strumento interattivo ci permette di avere un’idea sulle condizioni dei percorsi pedonali in Italia, troppo spesso ridotti a micropassaggi o al minimo sindacale di 1,5 m di ampiezza.

Grazie alla georeferenziazione dei grafi stradali e ad altre informazioni rese accessibili grazie ai data base comunali è stato possibile realizzare un sito completamente interattivo in cui andare a controllare quali aree delle città più si prestano per accogliere i pedoni durante la Fase 2.

I grafi hanno colore diverso in base all’ampiezza, ricordiamo che la dimensione minima a normativa per un marciapiede è di soli 1,5m: è pertanto praticamente impossibile mantenere il metro di distanza con un altro pedone sul lato opposto.

Per consultare la mappa interattiva basta cliccare qui

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti