Bonus bici, occhio alle finte app: il Minambiente mette in guardia dalle truffe

21 Luglio 2020

Sulla tabella di marcia dell’erogazione del cosiddetto “Bonus bici” c’è un po’ di ritardo rispetto a quanto annunciato dal Ministro dell’Ambiente Sergio Costa: l’app ufficiale per poter richiedere il rimborso ancora non è online e da quanto si apprende dovrebbe essere messa in Rete entro Ferragosto. Ma sul web esistono siti e app falsi che potrebbero carpire dati sensibili e rappresentare un potenziale pericolo per la privacy degli utenti, tanto che il Minambiente ha diffuso una nota per mettere in guardia i potenziali beneficiari del bonus a tenere gli occhi aperti e diffidare delle imitazioni per non incappare in truffe.

Bonus bici app

La Guida al Bonus Bici 2020

Il vademecum per poter ricevere il bonus – per il 60% dell’importo di acquisto, fino a un massimo di 500 euro – è noto da tempo [qui la Guida al Bonus Bici 2020 di Bikeitalia] e l’unica novità di rilievo emersa in questi ultimi giorni riguarda il documento fiscale valido per poter presentare la domanda.

Novità “scontrino parlante”

Inizialmente si era detto che sarebbe stata valida soltanto la fattura, il nuovo orientamento è che sarà possibile presentare anche uno scontrino “parlante” che riporta il Codice Fiscale dell’acquirente.

Si tratta di una novità che, però, presumibilmente riguarderà poche persone rispetto all’ampia platea di beneficiari visto che da giorni le biciclette sono esaurite in molti negozi e anche gli ordini online hanno finito le scorte di magazzino: chi ha già acquistato in vista del “Bonus bici” si è fatto emettere fattura dal negoziante.

Occhio alle truffe online

La nota del Ministero dell’Ambiente, presente anche sul sito istituzionale “invita chi intende avvalersi del bonus mobilità 2020 a diffidare da applicazioni web oggi attive e che possono trarre in inganno, perché l’unico canale per ottenere il bonus sarà quello attivato dal ministero dell’ambiente sul sito www.minambiente.it. È stata infatti segnalata la presenza di applicazioni su ‘Bonus mobilità 2020’ scaricabili dalle piattaforme più diffuse”.

Il comunicato ministeriale prosegue, dando le istruzioni per poter richiedere il bonus bici: “Quando sarà disponibile l’applicazione istituzionale sul sito del Ministero dell’Ambiente, l’unico sito da cui si potrà accedere ai benefici, l’opinione pubblica sarà informata con ampio anticipo in modo da poter richiedere il bonus nella massima trasparenza e con indicazioni chiare su tutta la documentazione necessaria”.

In conclusione: “Il Ministero segnalerà alle autorità competenti applicazioni che possano ingenerare confusione fra gli utenti sulle modalità e le procedure per ottenere il bonus”, chiude la nota.

Orizzonte Ferragosto

Non ci resta che aspettare, dunque: se davvero è stata individuata la data di Ferragosto per la messa online dell’app del Ministero dell’Ambiente, nei prossimi giorni dovrebbe esserne data ampia comunicazione attraverso i mass media. Nell’attesa chi vuole accedere al bonus bici tenga a portata di mano la fattura (o lo scontrino parlante) e lo SPID per poter accedere all’app online. Quella vera e certificata dal Minambiente, ovviamente.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti