Bergamo riparte in bici: Bike Strike delle associazioni

23 Luglio 2020

#Bergamoriparteinbici, è questo l’hashtag che gira ormai da qualche settimana tra gli ambienti attenti alla mobilità ciclistica di Bergamo, e per questo dall’appello online si passa alla prova su strada.

Si terrà quindi Venerdì 24 luglio alle ore 19.00 con partenza dal piazzale Marconi, (fronte della stazione ferroviaria) il Bike Strike, una pedalata festosa che promuove azioni concrete per rendere il capoluogo orobico un po’ più bike friendly.

Lo slogan che appare sulla pagina web di #Bergamoriparteinbici è chiarissimo Non trovi mai parcheggio? Prendi la bici!, un’esortazione a tutta la cittadinanza per ripensare le abitudini di mobilità, soprattutto in questo periodo con le capacità del trasporto pubblico dimezzate.

L’iniziativa è nata durante il lockdown da alcune associazioni del territorio: FIAB-Pedalopolis, Bike2UniBg, Legambiente, Fridays for Future, La Popolare Ciclistica, Comitato Ferrovia Ambiente e Salute della Valle Brembana. Da questa unione di intenti è nato un appello sul web, indirizzato agli amministratori comunali di città e hinterland, che, in pochissimo tempo, ha trovato il sostegno di 129 soggetti collettivi diversi, tra comitati di quartiere, esercenti, associazioni di genitori, circoli e perfino operatori turistici.

#Bergamoriparteinbici propone la creazione di ciclabili “pop-up” mediante segnaletica orizzontale e verticale e da cantiere lungo alcune vie cittadine maggiormente frequentate, il rafforzamento di Zone a Traffico Limitato (Ztl) e Zone 30 che permettano maggior sicurezza nello spostamento con mezzi meno impattanti (non solo bici, ma anche e-bike, monopattini, roller, scooter elettrici…), l’installazione di rastrelliere e stalli sicuri per il parcheggio di propri mezzi, coinvolgendo anche gli esercenti di prossimità per favorire il commercio di vicinato, l’incentivo al bike-sharing (BiGi e Mobike) e allo sharing di monopattini elettrici, una campagna di comunicazione e sensibilizzazione nei confronti della cittadinanza sulla mobilità sostenibile e il coordinamento sovracomunale riguardante le politiche della mobilità, in vista di un ritorno alla normalità in autunno.

Intanto qualcosina in città si sta muovendo e proprio oggi sono apparse le prime corsie ciclabili, realizzate grazie al nuovo decreto Rilancio. Ancora non è chiaro quali saranno i prossimi interventi, per ora l’assessore Zenoni si è limitato a dire che utilizzeranno le nuove corsie per raccordare i percorsi già esistenti.

Comunque venerdì sera, dal web si passa alla strada, «opportunamente distanziati». Per dimostrare che a Bergamo «l’importante non è cadere, ma ripartire in bici».

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti