Paesi Bassi, a Groningen un nuovo quartiere senz’auto

1 Ottobre 2020

Le città dei Paesi Bassi sono sempre in fermento e negli anni ci hanno insegnato che conciliare ambiente e città è possibile e anzi necessario per il prossimo futuro. Così, dopo la notizia di qualche mese fa che vedeva Utrecht intenta a progettare un nuovo ecoquartiere completamente car free ecco che nei giorni scorsi la Municipalità di Groningen ha annunciato un piano per riqualificare una ex area portuale nei pressi del canale Eemskanaal.

I primi render del nuovo waterfront del quartiere

L’hanno chiamato “Stadshavens” il nuovo quartiere sostenibile che nascerà nei pressi di Groningen e che sarà in grado di ospitare 2.400 abitazioni, la stragrande maggioranza realizzate a prezzi e canoni agevolati per facilitare l’accesso alla casa da parte dei più giovani. Si tratta di un’area molto vicina al centro della città, per questo l’amministrazione ha deciso di puntare sul progetto: riqualificare la zona con nuovi interventi abitativi, commerciali, ampi spazi verdi e piazze significa rendere Groningen ancora più accessibile e pronta ad affrontare la domanda di abitazioni prevista per i prossimi 10-15 anni.

Un progetto davvero green se consideriamo che la superficie dell’area vedrà uno sviluppo edificatorio prevalentemente verticale, ottimizzando così le aree verdi. Inoltre gli spazi costruiti saranno ad alta efficienza energetica mentre per le strade interne al quartiere non sarà possibile accedere in auto: praticamente un quartiere senza macchine che lascerà ampio spazio alla socialità e alle persone.

Grande attenzione agli spazi verdi

Un po’ come avviene già in altri ecoquartieri d’Europa l‘uso dell’auto sarà limitato solo ai margini dell’edificato, dove verranno predisposti opportuni garage, solitamente dai prezzi molto elevati: una strategia per invogliare gli abitanti a rinunciare al possesso dell’auto e a preferire lo sharing all’occasione.

Ma non è tutto, Groningen vanta il più grande giacimento di gas naturale onshore dei Paesi Bassi, ma dopo diverse proteste dei cittadini e l’impegno del Governo nel voler chiudere l’area di estrazione, l’amministrazione della città ha pensato di dare un segnale forte dichiarando che a Stadshavens non arriverà la rete del gas, pertanto sarà un quartiere gas-free.
Del resto le recenti innovazioni tecnologiche nel campo dell’edilizia e dell’impiantistica consentono alle abitazioni di essere completamente elettriche, ad esempio optando per pompe di calore o impianti solari.

Un progetto che piace a tutti, l’unica questione su cui c’è del fermento riguarda lo stile architettonico degli edifici: per qualcuno sono troppo moderni e privi di rimandi all’architettura della Groningen del passato… insomma, nessuna insurrezione popolare per l’assenza di parcheggi auto in strada.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti