Amsterdam: strade del centro sempre più off-limits per i ciclisti

1 Giugno 2021

Così a prima vista potrebbe sembrare assurdo, ma avete letto bene: sembra che il Comune di Amsterdam stia mettendo sempre più bastoni tra le ruote a chi si muove in bicicletta in particolari aree della città. Lo sostiene l’associazione di riferimento dei ciclisti olandesi, la Fietsersbond, la quale ha sollevato diverse preoccupazioni sulla circolazione delle biciclette nelle strade del centro storico di Amsterdam.

È da qualche tempo infatti che l’amministrazione comunale ha intrapreso delle campagne di comunicazione con appositi cartelli sparsi per la città per consigliare a chi si muove in bicicletta di non passare attraverso il centro, ma di optare per percorsi alternativi, magari utilizzando le piste ciclabili poste lungo le circonvallazioni della città.

realizzare la citta delle bici

L’esigenza di far muovere i ciclisti al di fuori del centro cittadino nasce dall‘aumento della presenza di pedoni nelle strade centrali, dal gran numero di turisti sbadati e dalla moltiplicazione dei tavolini all’aperto degli esercizi commerciali. Del resto le strade del centro di Amsterdam sono molto strette e la convivenza tra pedoni e biciclette è spesso difficile.

Secondo alcuni esponenti della Fietsersbond bisogna però stare allerta: “Si inizia con qualche area pedonale qua e là e poi si finisce con chiudere interi assi stradali con barriere e soluzioni inadatte ai ciclisti. Amsterdam è ancora il paradiso delle biciclette ma muoversi in centro sta diventando sempre più difficile.” sostiene Jan Pieter Nepveu portavoce dell’associazione.

La preoccupazione più generale è data dal fatto che le politiche intraprese dal 2019 per vietare l’uso dei ciclomotori nel centro città stiano portando anche disagi per i ciclisti, o almeno degli effetti collaterali.

Il punto di rottura si è raggiunto di recente con una manifestazione in concomitanza con l’inaugurazione di una nuova area di città recentemente riqualificata: la pista ciclabile presente nell’area soggetta a interventi è stata riaperta dopo i lavori ma con interdizione alle biciclette, rendendola di fatto un boulevard solo per pedoni. I commenti dei circa 50 manifestanti presenti hanno riportato una crescente tendenza da parte della città a posizionare dei cartelli in cui si indicano percorsi alternativi a chi si muove in bici. Percorsi che però sono sempre più congestionati e, essendo a lato di arterie stradali importanti, sono spesso inquinati e anche meno sicuri.

Un portavoce del Comune di Amsterdam ha però negato l’intenzione della città di vietare l’uso della bicicletta in centro, ma non quella di limitarne l’uso, del resto, ha affermato il portavoce, l’amministrazione ha portato avanti importanti progetti per realizzare nuovi parcheggi biciclette nelle aree centrali della città, un gesto che da una parte accoglie chi si reca in centro in bicicletta ma dall’altro invita a lasciarla parcheggiata mentre si frequentano le aree pedonali.

E mentre Amsterdam si chiede quanto spazio destinare alla bicicletta e quanto alle aree pedonali troppo spesso le vie dei nostri centri storici (che per certi versi hanno dimensioni molto simili alle strade di Amsterdam) sono ancora invase da troppe automobili.

Inoltre è interessante notare come l’alto uso della bicicletta in città vada di pari passo un aumento degli spostamenti a piedi, segno che più una città è amica delle biciclette più questa è a dimensione anche di pedoni, una vera “città dei 15 minuti”.

Corso di Meccanica per Bici da Corsa e Gravel

Corso Online – Manutenzione, riparazione e regolazione

Lascia un commento

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti