10 cose belle della fiera del turismo che riguardano il cicloturismo

15 Ottobre 2021

Il TTG è la fiera internazionale del turismo che ogni anno propone le novità del mercato agli operatori del settore.

TTG Travel Experience richiama in tre giorni operatori provenienti da tutto il mondo, key player delle principali aziende del comparto: enti del turismo, tour operator, agenzie di viaggi, compagnie aeree, trasporti, strutture ricettive, servizi per il turismo, tecnologia e soluzioni innovative.

Sono tornata a Rimini per visitare la fiera, dopo un anno di pausa (troppe incertezze rispetto all’evento in presenza nel 2020), è stato bello tornare alla manifestazione che quest’anno seguiva il motto “be confident” ovvero “sii sicuro di te”.

Ecco le 10 cose belle che ho scoperto al TTG a Rimini che riguardano le persone come noi appassionate di bici e che prediligono le vacanze attive, esperienziali e slow.

1- La proposta di percorsi slow della Regione Veneto

cicloturismo veneto in bici

La Regione Veneto ha selezionato 5 itinerari divisi per tappe e 7 escursioni giornaliere per scoprire le ricchezze storicoartistiche e paesaggistiche per chi è alla ricerca di una dimensione lenta, ludica e leggera della vacanza.

Per maggiori informazioni: www.bike.veneto.eu

2- Viaggare in bici con gusto in Abruzzo

Turismo in bici: tante proposte presenti al TTG di Rimini

L’Abruzzo ha presentato quest’anno un itinerario di 7 giorni e 6 notti che parte dalle montagne dell’Aquila e arriva fino al mare attraversando tutte e quattro le province della regione e ripercorre le strade più battute dalle grandi competizioni: il Giro d’Italia, la Tirreno-Adriatico e l’IronMan. La cosa interessante è che per la prima volta è stata la regione a offrire ai tour operator un percorso già pronto all’uso. Il tour si chiama “Culto” ed è rivolto a un target più sportivo.

Per maggiori informazioni: www.bikelife.it

3- Vivere la Romagna su due ruote

romagna in bicicletta
Turismo in bici: lo stand della Romagna al TTG

La Romagna è una terra generosa, è l’Italia declinata in tutte le sue eccellenze: buona cucina, borghi antichi, città d’arte e natura incantevole. Via Romagna, è una nuova proposta della Romagna che che copre 460 km di strade asfaltate minori e sterrato, fra borghi, vigne, rocche e castelli della Romagna.

Per maggiori informazioni: www.romagnabike.com

4- Ciclovia dell’Appennino

ciclovia dell'appennino
Il tracciato di 2600 km della Ciclovia dell’Appennino

Ma chi ha detto che per fare cicloturismo servono per forza le ciclabili? Appennino Bike Tour è il nome commerciale della Ciclovia dell’Appennino che coi suoi 2600 km si pone l’obiettivo di rivitalizzare i borghi abbandonati della dorsale montuosa che percorre da nord a sud del nostro Paese.

Installando colonnine di ricarica con una frequenza di 60 km, la Ciclovia dell’Appennino sta diventando sempre più accessibile, anche grazie al crescente sviluppo delle ebike. Unico problema? Il PNRR finanzierà solamente la rete nazionale delle ciclovie lasciando fuori dai piani questa splendida idea di collegamento e di valorizzazione del territorio, già pronta per essere pedalata su strade secondarie.

per maggiori informazioni: www.viviappenino.com

5- La Basilicata in bici, Free to Move

basilicata in bici

Cicloturismo in Basilicata: da oggi è più facile, con un’App dell’APT.

Per un totale di 1729 km, l’App “Basilicata Free to Move” è stata realizzata per dispositivi mobili (smartphone e tablet) e contiene 21 itinerari che toccano o sfiorano borghi e punti di interesse turistico; informa su bike hotel e ristoranti bike friendly, aggiunge attività all’aperto e altri servizi come bike shop e officine.

Grazie ai servizi implementati, consente ai ciclisti di orientarsi con facilità lungo i percorsi presenti nel territorio.

Per maggiori informazioni: www.basilicataturistica.it

6- La Calabria e la Ciclovia dei Parchi

Cartello Ciclovia Parchi della Calabria

La scoperta della Ciclovia dei Parchi è stata una vera e bella sorpresa nel 2021. La Calabria continua investire nel turismo in bici, formando le guide cicloturistiche e organizza vari incontri con gli operatori per accogliere più cicloturisti per il prossimo anno.

Per maggiori informazioni: www.cicloviaparchicalabria.it

7- Festival del turismo sportivo in Sicilia

La Sicilia ha presentato i risultati di un’estate di successo e il rilancio turistico dell’isola durante la conferenza stampa al pubblico di giornalisti e operatori del settore. La piattaforma eDreams ha rilevato Sicilia tra le destinazioni top dell’estate 2021, con un vero boom tra prenotazioni e arrivi.

Manlio Messina, assessore al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana, ha annunciato poi il primo Festival del Turismo Sportivo, che si terrà a Palermo nella primavera 2022, con l’obiettivo di valorizzare tutte le attività sportive che si possono svolgere in Sicilia e l’indotto turistico che possono creare.

Per maggiori informazioni: www.visitsicily.info

8- In bici tutto l’anno: Gran Canaria e Tenerife

gran canaria bici da corsa

Le isole Canarie, in particolare Gran Canaria e Tenerife, sono un paradiso per chi ha voglia di pedalare tutto l’anno e offrono davvero un oceano di possibilità: per chi si allena, ma anche per chi vuole fare una vacanza in una natura rigogliosa e ricca di contrasti.

Per maggiori info: www.hellocanaryislands.com/cycling/

9- Operatori specializzati nel cicloturismo

tour operator turismo in bici

Ci sono sempre più tour operator che si specializzano nel turismo in bicicletta, adeguandosi alle aspettative dei turisti, sempre più flexible e digitale.

Cyclando è una piattaforma digitale per organizzare un viaggio in bicicletta

Yuniqly è una nuova azienda che unisce la vacanza di lusso a un’esperienza sportiva di alto livello.

10 – Eventi e conferenze del TTG

ttg rimini talks
Andrea Girlanda, community manager di Komoot in Italia

Mi è piaciuto in particolare Book&Go, tre giornate dedicate al mondo dei libri e dell’editoria di viaggio, con la presentazione delle opere direttamente a cura degli autori.

Nello spazio “BeActive” la bicicletta era la protagonista. La presentazione su “come diventare bike hotel” di Alice Marmoni ha avuto un pubblico molto interessato. In particolare, Repower con DINAclub, vuole elettrificare le ciclovie italiane, grazie anche alla collaborazione con la piattaforma di riferimento nel tourplanning, komoot. Il nuovo strumento di ricarica Repower sviluppato ad hoc: DINA, l’innovativa rastrelliera che permette di ancorare sette e-bike e ricaricarne quattro contemporaneamente.

Concludendo, sentire le località balneari che puntano sul cicloturismo dopo aver capito il suo valore per la destagionalizzazione, era musica per le mie orecchie. Il valore del cicloturismo in Europa si aggira attorno ai 44 Miliardi di euro e in Italia, con una spesa complessiva di 4,6 miliardi di euro, pari al 5,6% dell’intera spesa turistica generata in Italia ( il report di Legambiente – Isnart 2020). Il cicloturismo si conferma come un importante valore per il settore e gli investimenti per la creazione dei percorsi, prodotti e servizi continueranno anche negli anni a venire.

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti