Bologna: una nuova piazza scolastica sperimentale - Bikeitalia.it

Bologna: una nuova piazza scolastica sperimentale

25 Gennaio 2022

Nascerà in via Procaccini la prima piazza scolastica interamente pedonale di Bologna, un intervento promosso da Fondazione per l’Innovazione Urbana insieme al Comune di Bologna che come intento la creazione di un allestimento temporaneo davanti alle scuole medie Testoni Fioravanti, nel quartiere Navile.

L’area sottoposta all’intervento riguarda lo spazio inutilizzato (dead space, ndr) all’angolo tra via Di Vincenzo/Andrea da Faenza, dove solitamente prolifera il parcheggio selvaggio.

L’intervento di Urbanismo Tattico si sposa con gli obiettivi del Piano Urbanistico Generale e del Piano per la Pedonalità Emergenziale e offrirà un nuovo spazio pedonale in grado di garantire a studenti e studentesse maggiore autonomia e sicurezza nei percorsi tra casa e scuola, con nuovi spazi dedicati al gioco e alla socializzazione.

render di piazza scolastica a bologna
Il render della piazza scolastica

L’allestimento consiste nel realizzare una piazza scolastica attrezzata con arredi temporanei come panchine, sfere e semi-sfere in cemento, vasche in legno contenenti piante officinali e ornamentali. L’area dedicata agli studenti e più in generale a tutte le persone che frequentano il quartiere riguarderà circa 300 mq di strada, e sarà riconoscibile soprattutto grazie all’utilizzo di vernici colorate.

La nuova piazza scolastica, sul modello di quanto proposto nell’ebook gratuito “Strade Scolastiche, nuove piazze per le città” e dall’esperienza di piazza Rossini e di via Milano al quartiere Savena, dà risalto l’approccio sperimentale degli usi temporanei che si possono fare nello spazio pubblico.

La piazza sarà pronta entro la primavera 2022 e resterà fruibile per un periodo di 12 mesi, dopodiché, se l’iniziativa sarà ritenuta positiva potrà essere riprogettata in chiave permanente, così da realizzare una trasformazione definitiva dell’area che tenga conto degli usi che le persone hanno fatto dello spazio durante la sperimentazione.

La valutazione sull’intervento sarà eseguita dalla Fondazione per l’Innovazione Urbana, che prima e dopo la l’intervento, svolgerà delle attività di osservazione e monitoraggio. L’iniziativa rientra inoltre nell’ambito del progetto EX-TRA “EXperimenting with city streets to TRAnsform urban mobility”, svolto ​in collaborazione con il Politecnico di Milano.

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti