Colnago C68, la bici top di gamma che apre un nuovo modello di business - Bikeitalia.it

Colnago C68, la bici top di gamma che apre un nuovo modello di business

21 Aprile 2022

Colnago C68: non si tratta soltanto del lancio di un nuovo modello di bici da corsa top di gamma, ma la presentazione di un nuovo modello di business per la casa di Cambiago. L’avvento di questo nuovo prodotto interamente made in Italy (68 rappresentano gli anni trascorsi dalla fondazione del marchio, nel 1954, ndr) segna il passaggio dal tradizionale B2C all’Omnichannel, cioè la possibilità di acquistare il C68 in Europa e negli Emirati Arabi Uniti direttamente dal sito e dall’App Colnago. Oltreché altre novità che riguardano non soltanto i materiali e il loro assemblaggio, ma anche le tecnologie e le tecniche utilizzate. Vediamo tutto nel dettaglio.

Colnago C68

La piattaforma C68

Innanzitutto C68 non sarà un unico prodotto ma si tratterà di una piattaforma che si articolerà in tre versioni: la Road (presentata oggi, 21 aprile 2022) classicamente orientata alla pura performance su strada; l’Allroad – con possibilità di montare pneumatici fino a 35 mm – allargherà gli orizzonti alle strade sterrate, ma bisognerà aspettare l’autunno 2022; la Gravel, dall’inverno 2022, consentirà di pedalare anche in fuoristrada grazie a pneumatici fino a 42 mm. Solo la versione Road sarà disponibile sia con freno a disco che con freno tradizionale rim brake.

Di tutta la gamma Colnago viene rivoluzionato il modello che meglio esprime il concetto di ‘fatto a mano in Italia’, mantenendone il DNA e il concetto di telaio suddiviso in parti, con un’anima totalmente nuova basata sulle prestazioni, ma anche orientata al divertimento di guida. Design pulito, integrazione e modernità sono al centro del progetto.

La C68 Road sarà disponibile anche in una versione in edizione limitata con parti in titanio stampate 3D a un pubblico ancora più esclusivo e tecnologicamente orientato, con la possibilità della costruzione “su misura”; la più ampia gamma di scelte e personalizzazioni disponibili nel mondo Colnago

Il C68 è realizzato con una struttura modulare che è al centro del progetto e ne garantisce l’eccellenza. L’incollaggio delle varie parti del telaio, invece che essere assemblate all’interno di uno stampo come avviene per i telai monoscocca, rappresenta una unicità che permette di realizzare più misure all’occorrenza e, volendo, anche un telaio “su misura” grazie alle parti in titanio. Grazie a questa soluzione è possibile personalizzare reach e stack: nel metodo di costruzione precedente la congiunzione del tubo sterzo non modificabile limitava questa possibilità al solo reach.

Telaio a congiunzioni/parti, non monoscocca

La scelta di realizzare il telaio C68 a congiunzioni/parti e non monoscocca è stata dettata dalla voglia di personalizzare al massimo la bici per ciascun acquirente, perché per una bici di questo genere il “su misura” rappresenta un ulteriore valore aggiunto. Inoltre questo metodo di produzione comporta altri vantaggi, tra cui:

  • controllare meglio la laminazione poiché gli stampi sono più piccoli e meno parti in carbonio compongono il singolo componente;
  • utilizzare diverse tecnologie proprietarie per ottenere una maggiore pressione all’interno delle parti, che non è possibile utilizzare su costruzioni monoscocca.
Colnago C68 parti telaio

Movimento centrale standard T47

Da un punto di vista strutturale ci sono alcune differenze degne di nota rispetto al predecessore C64. Il movimento centrale, ora con lo standard T47, si è fuso con il tubo verticale mentre il “tubo orizzontale” è caratterizzato dalla presenza di due parti/giunzioni: una collegata al tubo sella, l’altra al tubo sterzo. Queste parti/giunzioni sono solidali tra loro nella versione full carbon, ma c’è la possibilità di avere queste due parti/giunzioni in lega di titanio. Infine il telaio è ora più rigido soprattutto nella zona dello sterzo, conferendo maggiore precisione durante la guida.

Titanio e stampa 3D

Il C68 sarà disponibile non solo nella classica versione full carbon, ma anche in edizione limitata con parti in titanio. Con questa opzione Colnago impiegherà la tecnologia di stampa 3D, partendo da un modello digitale per creare un oggetto fisico tridimensionale, la tecnica di costruzione del futuro. Perché il titanio? Il titanio è il miglior materiale stampabile in 3D ed è uno dei pochi materiali naturalmente compatibili con la fibra di carbonio nell’ingegneria meccanica. Le parti stampabili/giunzioni in titanio consentono opzioni praticamente illimitate e consentono, se necessario e/o richiesto, di realizzare il vero telaio “su misura”. Per realizzare queste parti Colnago sta collaborando con un’azienda italiana leader nel settore medicale, specializzata nella stampa 3D.

Colnago C68 titanio

Nuovo manubrio integrato

Per la prima volta Colnago ha realizzato un manubrio integrato, CC.01 – pezzo unico, monoscocca – non composto di più pezzi incollati tra loro. Si tratta di un manubrio un po’ particolare con la presa bassa più larga per dare una maggiore stabilità in discesa. Questa scelta tecnica è stata sviluppata in fase di costruzione attraverso una particolare combinazione di stampi che consente quattro diverse opzioni di larghezza del manubrio (370, 390, 410 e 430 mm centro centro superiore) insieme a sette diverse lunghezze di attacco (80, 90, 100, 110, 120, 130 e 140 mm). Saranno quindi disponibili ben 16 combinazioni.

Serie Sterzo CeramicSpeed SLT garantita a vita

La C68 sarà dotata di una serie sterzo CeramicSpeed SLT (Solid Lubrication Technology) garantita a vita, semplificando dunque la manutenzione e riducendo i costi a lungo termine. La serie sterzo è composta da due cuscinetti identici, realizzati da CeramicSpeed utilizzando la tecnologia SLT. Ciò significa che Colnago e CeramicSpeed possono offrire una garanzia a vita sui cuscinetti, perché non c’è modo di danneggiare le sfere all’interno grazie al solido sistema di lubrificazione. E ci sarà un multitool integrato nella serie sterzo (che all’occorrenza potrà essere rimosso e sostituito da un expander Colnago).

Tecnologia blockchain: passaporto digitale al prodotto

Sul C68 è installato un tag NFC, indissolubilmente legato al telaio, che consente di accedere alle informazioni presenti nel passaporto digitale della bicicletta, i cui dati vengono salvati nella blockchain, tramite l’app Colnago per smartphone iOS/Android

  • Il passaporto digitale consente al titolare di avere in ogni momento a portata di App le informazioni della bicicletta o delle sue biciclette, raccolte, razionalizzate e disponibili nell’apposito “Caveau”, evitando così la conservazione e l’eventuale smarrimento del certificato o certificati cartacei in tempo.
  • L’accesso è garantito al proprietario tramite l’utilizzo della smart card Colnago, da avvicinare allo smartphone per l’accesso.
  • La soluzione consentirà di tracciare e mantenere aggiornato lo storico della bicicletta o delle biciclette possedute.
Colnago C68 tecnologia blockchain

Per chi acquista direttamente dall’app/sito Colnago il telaio viene prodotto, verniciato, assemblato e consegnato tra 90 e 180 giorni.

Per quanto riguarda i listini, ecco il prezzo al pubblico [maggiori informazioni: www.colnago.com]

Kit telaio – Strada

● Kit telaio in carbonio C68 – € 5.650,00
● Kit telaio C68 Carbonio/Titanio – € 6.600,00
● Supplemento configuratore colore – € 1.200,00

Biciclette complete – Road Carbon

● C68 Campagnolo Super Record EPS 12v – Bora Ultra WTO 45 – € 15.770,00
● C68 Shimano Dura Ace 12v – Shimano Dura Ace C50 – € 14.065,00
● C68 Sram Red AXS Etap 12v – Zipp 303 Firecrest – € 13.260,00

Biciclette complete – Road Carbon/Titanium

● C68Ti Campagnolo Super Record EPS 12v – Bora Ultra WTO 45 – € 16.780,00
● C68Ti Shimano Dura Ace Di2 12v – Shimano Dura Ace C50 – € 15.225,00
● C68Ti Sram Red AXS Etap 12v – Zipp 303 Firecrest – € 14.205,00

Masterclass in Meccanica Ciclistica

Trasforma la tua passione in una professione

Commenti

4 Commenti su "Colnago C68, la bici top di gamma che apre un nuovo modello di business"

  1. angelo ha detto:

    ma non vedo la firma classica di E.Colnago presente su tutte le bici Colnago di ogni tipo ( dalle più sofisticate a entry level ) ??!!

  2. Roberto ha detto:

    Certamente un made in Italy alla portata di tutte le tasche! Ma per piacere!

    1. Manuel Massimo ha detto:

      Made in Italy sì, alla portata di tutte le tasche no: è una bici “top di gamma” realizzata con tecniche costruttive evolute e destinata a una nicchia di ciclisti molto esigenti, come spieghiamo nell’articolo.

      Manuel Massimo – Direttore responsabile di Bikeitalia.it

  3. Giovanni ha detto:

    E’ possibile montare sul C68 un tubo reggisella che permette di abbassare la seduta in discesa e ripristinare poi la seduta normale, senza scendere dalla bici?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti