Londra: stretta sugli automobilisti che invadono le ciclabili - Bikeitalia.it

Londra: stretta sugli automobilisti che invadono le ciclabili

29 Giugno 2022

Nuove misure per aumentare la sicurezza di chi pedala a Londra e combattere il malcostume di chi guida l’auto invadendo le piste ciclabili. Transport for London (TfL) dal 27 giugno ha la facoltà di multare sistematicamente i veicoli a motore beccati a transitare sulle piste ciclabili cittadine grazie a poteri esecutivi ampliati, così come potranno farlo anche i 32 distretti amministrativi londinesi.

“I veicoli che circolano sulle piste ciclabili mettono in pericolo i ciclisti e possono dissuadere le persone dalla scelta di andare in bicicletta”, rileva in una nota TfL. Fino all’inizio di questa settimana le infrazioni per gli automobilisti che circolavano sulle piste ciclabili o le invadevano in parte potevano essere multate solo dalla polizia: questa stretta mira a migliorare ulteriormente la sicurezza delle strade come impegno per la Vision Zero.

Londra ciclabili

Il governo ha introdotto nuovi poteri che consentono a TfL e ai 32 distretti amministrativi di Londra di multare gli automobilisti che invadono le piste ciclabili e le bike lane nello stesso modo in cui potevano già farlo per l’invasione delle corsie preferenziali. Questi poteri sono stati introdotti contemporaneamente a cambiamenti nazionali più ampi, che hanno conferito alle autorità locali in Inghilterra al di fuori di Londra i poteri di imporre contravvenzioni al traffico in movimento. Inizialmente, TfL utilizzerà le telecamere CCTV esistenti per far rispettare le contravvenzioni nelle piste ciclabili e nelle bike lane in punti chiave della sua rete stradale.

Come sottolinea TfL: “Il pericolo stradale rimane un ostacolo per le persone che camminano e vanno in bicicletta di più, con più della metà dei londinesi che sceglie di non andare in bicicletta a causa delle preoccupazioni per il traffico stradale. I nuovi poteri esecutivi aiuteranno a proteggere lo spazio designato per i ciclisti e a rendere le strade della capitale più attraenti per i londinesi che si spostano in bicicletta, contribuendo a sfruttare gli enormi aumenti del ciclismo visti nella capitale dall’inizio della pandemia di Coronavirus. Consentire a più persone di camminare e andare in bicicletta continua a essere al centro di TfL e della visione del sindaco di creare una città più sana, più pulita e più sostenibile per tutti”.

Una novità accolta molto positivamente da Will NormanCommissario per la pedonalità e la ciclabilità di Londra – che ha dichiarato: “Rendere le strade di Londra più sicure è la nostra massima priorità. Questi nuovi poteri di contrasto dissuaderanno gli automobilisti dall’infrangere uno spazio cruciale specificamente designato per proteggere i ciclisti e contribuiranno a migliorare la fiducia dei ciclisti quando si spostano nella Capitale. Consentire a più londinesi di camminare e andare in bicicletta continua a essere al centro della visione del sindaco per creare una Londra più sana, pulita e sostenibile per tutti: questi nuovi poteri giocheranno un ruolo importante per arrivare a questo risultato”.

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti