Bici

Banksy a Napoli? La bambina e la bici, spunta una nuova opera di street art

Banksy a Napoli? La bambina e la bici, spunta una nuova opera di street art
TAGS: bici napoli

Questa mattina, venerdì 20 ottobre, è spuntata a Napoli una nuova opera di street art nello stile riconoscibile di Banksy. Protagoniste una bambina e una bicicletta. L’opera – realizzata su uno dei muri di cinta del parco giochi Edenlandia, accanto alla pista ciclabile di viale Kennedy – raffigura una bambina che, poeticamente, tiene in mano un palloncino a forma di bicicletta che sembra sollevarla da terra e farla volare. Un’immagine che non è passata inosservata e sta attirando l’attenzione di passanti e ciclisti.

Banksy a Napoli la bambina e la bicicletta street art

I primi scatti del murale sono stati rapidamente condivisi sui social media, il quotidiano della città Il Mattino ha già dedicato un articolo alla novità e in molti si chiedono se si tratti proprio di una realizzazione del famoso street artist Banksy tornato a Napoli, città in cui in passato aveva lavorato. Al momento non c’è la certezza della paternità dell’opera e la risposta rimane incerta.

Questo tipo di street art, a metà tra l’arte e l’attivismo, ha guadagnato negli ultimi vent’anni un ruolo di rilievo nella scena artistica, offrendo un nuovo modo di esprimere messaggi politici e sociali al di fuori delle tradizionali proteste. I murales come questo sono diventati manifesti politici che catturano l’attenzione soprattutto dei più giovani.

L’opera stessa invita a una riflessione profonda attraverso la sua fragilità intrinseca, destinata a scomparire nel tempo. “Il messaggio di una bimba che grazie alla sua bici riesca a volare è molto evocativo e lascia margini di riflessione su diversi temi ambientali, di sostenibilità, di sicurezza ma anche solo il sogno della libertà. Sta a noi coglierne il senso”, scrive Il Mattino commentando la novità.

ebook

La tua prossima destinazione per le vacanze in bicicletta la trovi tra gli ebook gratuiti di Bikeitalia
scarica ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *