Bici

Paola Gianotti: in bici da Helsinki a Parigi per monitorare la qualità dell’aria

Paola Gianotti, atleta piemontese detentrice di 4 Guinness World Record e coach motivazionale, oggi è partita per un nuovo viaggio in bici all’insegna della mobilità sostenibile: coprirà una distanza di 2.700 chilometri attraverso l’Europa, da Helsinki a Parigi. L’obiettivo principale è valutare la qualità dell’aria lungo il percorso e documentare i progressi europei nella promozione della ciclabilità. La conclusione dell’avventura è prevista il 16 febbraio a Parigi, in occasione della Giornata Mondiale del Risparmio Energetico.

Paola Gianotti con la sua bici Canyon
Paola Gianotti in bici per la sostenibilità e l’ambiente

Paola Gianotti in bici per la sostenibilità

Dopo l’esperienza in Brasile nel 2023, Paola Gianotti ritorna in Europa con Cycling No Borders, mettendo l’accento sulla sostenibilità e la mobilità a pedali. Il viaggio di Paola in sella alla sua bici Canyon è partito oggi, martedì 30 gennaio, da Helsinki e si concluderà il 16 febbraio a Parigi, attraversando 18 tappe e percorrendo complessivamente oltre 2.700 chilometri.

Verifica della qualità dell’aria

Durante il percorso, Paola utilizzerà un dispositivo appositamente creato per lei da un team di ingegneri dell’azienda Aethia per misurare la qualità dell’aria lungo il tragitto. Questa iniziativa, in stile “citizen science“, permetterà di verificare concretamente l’inquinamento e valutare l’efficacia delle politiche sulla ciclabilità nella riduzione delle emissioni.

Paola Gianotti con il team di ingegneri di Aethia per misurare la qualità dell'aria
Paola Gianotti in bici da Helsinki a Parigi per monitorare la qualità dell’aria: qui con il team di ingegneri dell’azienda Aethia

Politiche a favore della ciclabilità

“Documentare l’operato di altri paesi comunitari come le Repubbliche Baltiche, Polonia, Germania e Belgio potrebbe servire da spunto. Le reti infrastrutturali dedicate alla mobilità green di queste nazioni rendono la scelta della bicicletta come mezzo di spostamento ovvia, nonostante le basse temperature. Le persone possono pedalare in sicurezza e andare al lavoro o a scuola senza inquinare. Spero che questo viaggio possa essere un’ulteriore testimonianza di ciò che si può fare, se c’è la volontà di farlo. Si tratta anche di lungimiranza da parte dell’amministrazione pubblica che oggi più che mai ha il dovere di rivedere le città in ottica sostenibile, per il Pianeta e per tutti noi”, sottolinea Paola.

In viaggio sulla rete EuroVelo

Il viaggio comprenderà diverse tappe significative. La prima parte attraverserà l’EuroVelo 10 da Helsinki a Vilnius, passando per città impegnate nella promozione della mobilità sostenibile come Tallinn e Riga. Successivamente, attraverserà l’EuroVelo 11 e EuroVelo 2 da Varsavia a Bruxelles, toccando capitali e luoghi dove sono in atto politiche per rendere le città più sostenibili per i ciclisti. Infine, percorrerà l’EuroVelo 5 e l’EuroVelo 3 da Bruxelles a Parigi, partecipando all’evento “M’illumino di meno” in occasione della giornata nazionale del risparmio energetico.

In collaborazione con RAI Radio2 “Caterpillar”, l’impresa di Paola sarà trasmessa quotidianamente in radio, con un live dal Parlamento europeo il 13 febbraio insieme agli speaker Sara Zambotti e Massimo Cirri. Così come nelle imprese precedenti, ad esempio nel 2022 quando ha incontrato l’attivista Greta Thunberg, Paola approfitterà di questo viaggio per scambiare opinioni con personalità e associazioni che si prendono cura del pianeta.

“M’illumino di meno”

Dopo l’arrivo a Parigi, Paola parteciperà all’evento M’illumino di meno, organizzato da RAI Radio2 Caterpillar, il 16 febbraio. Paola Gianotti commenta: “Partire per questa traversata tutta europea mi rende molto contenta ed emozionata. Ho deciso di intraprendere questo viaggio in bici per documentare ciò che gli altri paesi europei stanno facendo in termini di ciclabilità e mobilità sostenibile”.

Paola Gianotti da Helsinki a Parigi

Per la sicurezza stradale di chi pedala

E, a proposito della sicurezza stradale dei ciclisti, Paola sottolinea il suo impegno: “È un tema che mi sta molto a cuore e di cui porto avanti le battaglie sin dal mio rientro in Italia dopo il giro del mondo in bici. Mi accorgo, tuttavia, che il nostro paese sta facendo ancora troppo poco, e con tempi troppo lunghi. Un esempio tra tutti è la legge del ‘metro e mezzo’ che porto avanti da ben 8 anni con l’Associazione Io Rispetto il Ciclista e che ad oggi non ha ancora visto la luce”.

Durante il suo percorso, Paola sarà accompagnata dal suo team Keep Brave, Nicodemo Valerio e Paolo Monzardo, e sostenuta dai partner che supportano le sue imprese: Alce Nero, Canyon, Castelli, Eicom, Elastic Interface, Fairtrade e Green Ride.

Raggiungi i tuoi obiettivi con Paola Gianotti

Corso Online

Scopri ora

Commenti

  1. Avatar Vincenza ha detto:

    Buongiorno, visto che si tratta della Giornata Mondiale del Risparmio Energetico e ci avviciniamo all’evento Mi illumini di meno, non si potrebbe pedalare un po’ di più -spingendo verso iniziative più nostrane, rispetto a percorrere le bellissime ciclabili EuroVelo- sul nostro territorio, incentivando il dialogo con le nostre autorità istituzionali che sempre più pendono (Bologna esclusa) dalle labbra di un deficitario (per usare un eufemismo) Ministero dei Trasporti, oltre che incentivare all’utilizzo della bicicletta in un’area totalmente insalubre, a proposito di aria pulita, e tossica aria in Lombardia e dintorni (vedi ultime notizie in merito e pagina IG Aria di Milano)? Cioè incentiverei più iniziative qui in Italia, visto il calibro della sua popolarità, e meno il nord Europa che si sa, funziona e respira meglio, oltre ad avere una risaputa cultura ciclabile da decenni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *