Mobilità

Velo-city 2026 si terrà a Rimini: il summit mondiale della ciclabilità torna in Italia

La città di Rimini ha vinto la candidatura per ospitare la conferenza Velo-city 2026, organizzata da ECF (European Cyclists’ Federation). Il summit mondiale della ciclabilità, in programma dal 16 al 19 giugno 2026, torna dunque in Italia dopo ben 35 anni di assenza, dall’edizione del 1991 che si era tenuta a Milano.

Rimini Velo-city 2026
Velo-city 2026: Rimini ospiterà il summit mondiale della ciclabilità che torna in Italia dopo 33 anni (dall’edizione 1991 di Milano)

Velo-city 2026 Rimini

Rimini è stata scelta per la sua trasformazione da città orientata all’auto a città sostenibile, vivibile e salutare. La città si è distinta per la collaborazione con partner chiave come la FIAB, membro dell’ECF, e l’ANCI, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani. Velo-city 2026 Rimini sarà organizzata congiuntamente dalla Città di Rimini, AIM Group e ECF.

Rimini: un esempio virtuoso di mobilità sostenibile

Il sindaco di Rimini, Jamil Sadegholvaad, esprime la sua soddisfazione per il riconoscimento della città come un esempio virtuoso di mobilità sostenibile e amichevole per le biciclette: “Ogni partecipante che sarà a Rimini sarà chiamato a dare il proprio contributo con best practice e analisi per cambiare quartieri, città e interi paesi e nel corso dell’evento potrà vedere coi propri occhi quello che la città ha saputo portare avanti in questi anni per confermarsi fra i comuni più ciclabili d’Italia: dalla pedonalizzazione del lungomare al raddoppiamento della rete ciclabile, dai servizi di trasporto integrati alla realizzazione dell’hub delle biciclette con il Bike Park, dalla promozione della micromobilità fino a quella dell’uso delle cargo bike”. Velo-city 2026 Rimini offrirà l’opportunità di condividere best practice e analisi sul tema della mobilità attiva.

Risultato frutto di un grande lavoro di squadra

Stefano Bonini, presidente VisitRimini, aggiunge: “VisitRimini, Destination Management Company ufficiale della città, è particolarmente entusiasta di ospitare l’evento Velo-city nel 2026. Questo successo è il risultato di un grande lavoro di squadra che coinvolge tutti gli attori locali, uniti da una visione condivisa e collettiva dello sviluppo sostenibile della destinazione. La coordinazione è stata fondamentale per il successo di questa candidatura, ognuno ha svolto il proprio ruolo, dalle istituzioni pubbliche come il Comune di Rimini, APT Servizi Emilia Romagna, agli operatori privati come Italian Exhibition Group con il Convention Bureau della Riviera di Rimini, partner fidato nel processo di candidatura internazionale, e il moderno Palacongressi di Rimini, situato nel cuore della città, dove si svolgerà il congresso”.

La trasformazione di Rimini in destinazione bike friendly

Flaminia Roberti, Global Sales Manager di AIM Group International, sottolinea: “Siamo veramente entusiasti di aver contribuito a portare questo iconico evento in Italia e a Rimini. Il fattore chiave nel successo della nostra candidatura è stata la grande coesione del team e la perfetta sinergia tra gli stakeholder. Al centro del dossier di candidatura abbiamo posto il racconto di come la città di Rimini sia cambiata nel corso degli anni per diventare un esempio virtuoso di destinazione sostenibile e amica dei ciclisti”.

Rimini si è distinta per la velocità di attuazione dei progetti, come la pedonalizzazione del lungomare, e ha evidenziato i successi ottenuti negli ultimi anni, tra cui la creazione di una rete ciclabile, servizi di trasporto integrato e l’hub ciclabile con il Bike Park.

Da ambiente autocentrico a città orientata alle persone

L’ECF ha elogiato il coinvolgimento di Rimini nella promozione della mobilità attiva, sottolineando la sua trasformazione da ambiente centrato sull’auto a una città orientata alle persone, come ricorda la CEO Jill Warren: “Siamo entusiasti di portare il nostro evento principale a Rimini, città che ha realizzato una trasformazione incredibile, da ambiente autocentrico a città orientata alle persone. L’attenzione costante di Rimini verso la mobilità sostenibile, che spicca in progetti come quello della riqualificazione del suo lungomare, dimostra un chiaro impegno verso un futuro sostenibile. ECF negli ultimi anni ha avuto il piacere di collaborare con Rimini in vari progetti, e ci aspettiamo un’edizione di Velo-city indimenticabile per la comunità ciclistica internazionale”. La città è stata lodata per progetti di rigenerazione urbana, come il Sea Park, che ha trasformato l’infrastruttura a dominanza automobilistica in una zona verde con spazi per bici, passeggiate e attività all’aperto.

Orgogliosi e consapevoli della responsabilità

Soddisfatto anche Alessandro Tursi, Presidente FIAB e già Vicepresidente ECF: “Si tratta davvero di un grande risultato per FIAB che ha lavorato per anni con la città di Rimini e i suoi partner per riportare Velo-city in Italia, dopo la lontanissima edizione del 1991. Siamo orgogliosi e consapevoli della responsabilità che abbiamo sui contenuti, rivestendo il ruolo strategico di Program Director”.

Rimini destinazione cicloturistica

Rimini, con 3,3 milioni di turisti all’anno, affronta sfide di mobilità da metropoli, ma ha adottato un piano di rigenerazione urbana e investimenti sostanziali. La città è sulla strada per raggiungere il 50% dei viaggi quotidiani in bicicletta, a piedi o con mezzi pubblici entro 10 anni, come indicato nel suo Piano di Mobilità Urbana Sostenibile.

La città ha implementato progetti chiave, come la Bicipolitana, una rete di 135 km di percorsi ciclabili, e il bike park vicino alla stazione ferroviaria. Rimini intende dunque utilizzare l’occasione di ospitare Velo-city 2026 per potenziare ulteriormente la sua strategia ciclistica e scoprire soluzioni innovative.

La conferenza Velo-city è un evento globale di riferimento nel campo della ciclomobilità, attirando oltre 1.500 delegati da più di 60 paesi. Dopo la belga Ghent nel 2024 e la polacca Gdansk nel 2025, sarà l’italiana Rimini nel 2026 a diventare la città sede di Velo-city: il principale evento al mondo dedicato alla ciclabilità e alla bicicletta a tutto tondo.

ebook

mobilità urbana
scarica ora

Commenti

  1. Avatar Michela Viola ha detto:

    bravissimi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *