Infrastrutture

Genova in bici: obiettivo 150 chilometri di ciclabili entro il 2025

Il Comune di Genova si impegna ad ampliare la rete ciclabile della città, puntando a raggiungere i 150 km di nuovi percorsi entro il 2025. Attualmente, la Città della Lanterna conta già 70 km di piste e corsie dedicate alle bici, realizzate con l’obiettivo di favorire la mobilità in sella.

Genova flash mob ciclabili urbane foto di Angela Riele

Velostazioni e cicloposteggi

Il piano di mobilità sostenibile include anche la realizzazione di nuove strutture per il parcheggio delle biciclette, in collaborazione con Genova Parcheggi. Tra queste, cinque velostazioni e sei cicloposteggi sono attivi in punti strategici della città. Le velostazioni, caratterizzate da strutture in vetro e acciaio, offrono l’accesso gratuito agli utenti attraverso la tessera di Genova Parcheggi, mentre i cicloposteggi, oltre al parcheggio, includono stazioni di riparazione per piccoli interventi di manutenzione.

I progetti da sviluppare

L’espansione della rete ciclabile coinvolge diversi progetti già in fase di esecuzione, tra cui la ciclabile della Valpolcevera, che collegherà la Fiumara a Pontedecimo su un percorso di circa 14 km, previsto per essere completato entro l’estate 2024. Allo stesso tempo, importanti interventi come la ciclabile della Valbisagno hanno contribuito non solo all’incremento delle piste ciclabili, ma anche alla sicurezza delle strade e degli argini.

Favorire il cambiamento culturale

L’assessore alla Mobilità, Matteo Campora, sottolinea l’impegno della città verso una nuova forma di mobilità, mirando a favorire un cambiamento culturale e puntando su trasporti alternativi e sostenibili: “Genova è una città che in questi anni si è proiettata in maniera decisa nella direzione di una nuova forma di mobilità, una mobilità che vuole puntare a forme alternative al trasporto su gomma e che mira a favorire un cambiamento anche culturale. Stiamo lavorando per avere una città sempre più sostenibile, in cui i trasporti – che siano privati o il trasporto pubblico locale – siano green, elettrici, dolci: per questo i progetti sono ambiziosi, ma assolutamente alla portata, come il raddoppio delle colonnine di ricarica e il sostegno alle famiglie che vorranno acquistare un mezzo elettrico”.

ebook

Ebook Mobilità Ciclistica
Scopri

Commenti

  1. Avatar Calibancove ha detto:

    Peccato che non hanno in programma nessun piano di istituire un tram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *