Itinerari

L’Anello della Val Belluna: 80 chilometri in bici nel cuore del Veneto

L’Anello della Val Belluna è un emozionante percorso cicloturistico di 80 chilometri che offre ai ciclisti un’esperienza attraverso il pittoresco paesaggio veneto. Questa tratta conduce i viaggiatori dalla città di Belluno alla città d’arte di Feltre, lungo le tranquille sponde del fiume Piave. Vediamo in dettaglio questo straordinario itinerario ciclabile.

Belluno: dove inizia l’avventura

Il punto di partenza ideale per l’Anello della Val Belluna è la stazione ferroviaria di Belluno. Da qui, inizia una pista ciclabile che porta i ciclisti attraverso un affascinante percorso che abbraccia la bellezza naturale della Val Belluna. La prima tappa porta i viaggiatori alla frazione di Salce, caratterizzata da una graziosa piazza adornata da una fontana con un antico lavatoio e la maestosa Villa Giamosa risalente al XVII secolo.

Col di Salce, Val Belluna
Col di Salce, Val Belluna

Da Salce, il percorso continua in discesa lungo strade secondarie, alcune delle quali sterrate. Dopo un tratto di ciclabile lungo la strada principale, i ciclisti iniziano una salita dolce all’ombra di una vera e propria galleria vegetale. Giunti alla dorsale panoramica di Villiago, una vista mozzafiato a 360 gradi si apre di fronte agli occhi, abbracciando la Val Belluna, le Dolomiti Bellunesi, i Monti dell’Alpàgo e le Prealpi.

Tesori culturali lungo il percorso: Bribanèt e il Mulino di Santa Libera, l’arte di Feltre

Continuando il percorso, una piacevole discesa lungo via Mirapiave riporta i ciclisti alla valle, e attraverso un percorso pianeggiante si raggiunge la frazione di Bribanèt. Qui, di fronte all’Oratorio di San Nicolò, monumento nazionale, è possibile ammirare un trittico attribuito ad Agostino da Lodi. Il percorso prosegue attraverso una passerella ciclabile che attraversa il torrente Cordèvole, affluente del Piave, e porta alla visita dell’antico Mulino di Santa Libera, risalente al 1500 e ancora funzionante.

Feltre
Feltre

Dopo aver attraversato il torrente Vesès su una passerella ciclabile, i ciclisti raggiungono la stazione ferroviaria di Santa Giustina e, in seguito, si dirigono verso Feltre, pedalando attraverso stradine immerse nel verde. Il percorso fino a questo punto è lungo 36 chilometri, con un dislivello di soli 310 metri. Attraversando la medievale Porta Oria, si entra nella Piazza Maggiore, nel cuore del centro storico di Feltre, un affascinante labirinto di strade cinquecentesche intatte. Da non perdere a Feltre il Santuario dei SS Vittore e Corona.

Il ritorno attraverso la campagna veneta

Dopo aver lasciato Feltre lungo via Tortesèn, si attraversa la statale su un passaggio pedonale, e, facendo attenzione al gps, si prosegue su via V. Cumano, via Cavour, via San Paolo, via Vigne Basse e via Sot le Vigne fino al sottopasso ferroviario, dove si svolta a sinistra per raggiungere la località di Busche.

Belluno con il Ponte della Vittoria
Belluno con il Ponte della Vittoria

Da Busche ci si dirige a Belluno, dove non si può perdere la Cattedrale, raggiungibile attraverso il Ponte della Vittoria. Qui la vista panoramica è su Borgo Piave, mentre salendo fino a Porta Rugo, l’antica porta della città. Infine, si sbuca nella scenografica Piazza del Duomo, dove si trova il maestoso Palazzo dei Rettori del XV secolo. A questo punto, avremo percorso complessivamente 78 chilometri, con un dislivello positivo totale di 846 metri.

Consigli per un viaggio indimenticabile

Si consiglia di percorrere l’Anello della Val Belluna in senso antiorario, partendo da Belluno e procedendo sulla destra del fiume Piave, quindi da Feltre a Belluno sulla sponda sinistra del Piave. Per godere appieno delle città di Belluno e Feltre e magari esplorare ulteriori deviazioni lungo il percorso, è consigliabile dedicare un fine settimana a questa avventura cicloturistica.

Ciclabile della sinistra Piave
Ciclabile della sinistra Piave, Val Belluna

La traccia del percorso

È possibile scaricare la traccia GPX dal sito www.anellodellavalbelluna.it, dove si trovano anche informazioni dettagliate sui segnavia lungo il percorso, che sono contrassegnati da adesivi gialli con la scritta “Anello della Val Belluna”, frecce rosse direzionali e QR code per scaricare la traccia completa.

L’Anello della Val Belluna è un viaggio attraverso la storia, la cultura e la bellezza naturale del Veneto. Con paesaggi mozzafiato, tesori artistici e molte opportunità di esplorazione lungo il percorso, questa avventura cicloturistica è un’esperienza che rimarrà impressa nella memoria di chiunque la percorra.

Da sapere: a Belluno, Santa Giustina, Busche, Feltre e Borgo Valbelluna ci sono negozi e meccanici di bicicletta, così come punti per il noleggio di biciclette elettriche. Per scoprire dove pernottare e dove mangiare si può fare riferimento al sito turistico ufficiale della Val Belluna www.dolomitiprealpi.it.

Per ulteriori dettagli e informazioni sul percorso e sulle esperienze da fare nella zona, è possibile visitare il sito web ufficiale all’indirizzo www.anellodellavalbelluna.it.

ebook

La tua prossima destinazione per le vacanze in bicicletta la trovi tra gli ebook gratuiti di Bikeitalia
scarica ora

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *