MENU

La Cargo Bike ti cambia la vita. Intervista alle Cargo-mamme

Bikelife, Cargobike, Urban • di

Ho chiesto a delle mamme come mai hanno comprato una Cargo Bike, come si trovano, che cosa è cambiato nella loro vita e che consigli darebbero a chi vorrebbe comprarne una.

Valeria vive a Bologna, tecnico informatico, trasporta Irene (7 anni) e Micol (5 anni 1/2).
cargo-mamma-1

“Ho comprato una Cargo Bike Christianiabikes poco più di due anni fa, quando ho avuto l’esigenza di continuare a portare entrambe le figlie su una bici e ho dovuto abbandonare la vecchia soluzione (seggiolini posteriore e anteriore montati su una bici “normale”) perché la più piccola ha  raggiunto il peso massimo per il seggiolino anteriore. Ho vagliato varie ipotesi e alla fine ho optato per una soluzione più che completa: nella cargo che ho scelto c’è posto per quattro bambini e ci piazzo comodamente anche zaini, borsoni vari e la spesa.

La scelta del modello è stata abbastanza un salto nel buio: non avevo mai usato una cargo bike e non avevo gli strumenti per valutare bene pro e contro di due o tre ruote, capacità di carico o agilità, necessità di pedalata assistita, etc.

E` stata una decisione difficile, in mancanza di esperienza diretta, mi ha aiutato Lorenzo (di Spezial Cycle: la mia e` stata la prima cargo che ha venduto), ma ha influito anche la mia stima per Fristaden Christiania, che non è proprio il primo elemento da considerare per l’acquisto!

Comunque, mi trovo molto bene e… non è cambiato niente: cioè continuo a spostarmi solo in bicicletta portando con me anche le mie figlie, lo facevo senza cargo, ma non avrei potuto continuare a farlo senza cargo!

A un futuro cargo-biker consiglio di trovare il modo di provare un po’ di modelli prima di scegliere, o almeno di valutare le sue esigenze: io vado bene con tre ruote e molto spazio per il carico (umano e non), senza pedalata assistita e con un ottima copertura per la pioggia, in generale ho da fare tanti spostamenti brevi (meno di 5 km), non su strade di grande scorrimento e senza pendenze impossibili, si, sono una privilegiata, spesso ho altri ingombri da portare oltre alle figlie, con Chrike aka Gigante Rossa (i nomi della mia bici) tutto questo si fa bene.”

Leonora vive a Milano, professione fisioterapista, trasporta Caterina (7 anni) e Nicola (6 anni.)
cargo-mamma-2

“Quattro anni fa cercavo una soluzione per muovermi agilmente in città con i bambini.

La nostra vita quotidiana è cambiata. Per incomiciare abbiamo eliminato la seconda macchina e con la Cargo Bike facciamo tutto: portiamo i bimbi a scuola, a pallavolo, al circo, ci portiamo gli amichetti, le cartelle, gli zaini, i roller e i monopattini per i giardinetti (fino a un paio di anni fa anche le biciclettine) ci faccio la spesa (anche quella grossa), ci andiamo a lavorare con qualunque tempo, neve compresa (ha 3 ruote) o caldo torrido (è elettrica).

Non potrei più farne a meno. I bambini stanno benissimo, dentro lì a volte giocano, a volte ci dormono anche, sopratutto quando erano piccoli. Si va ovunque, con qualunque carico (anche più di una macchina: 4 bambini!), si parcheggia ovunque, non si paga il bollo, l’area C, il parcheggio, le multe e la benzina. E’ sicura sulla strada perchè è stabile, ha 3 ruote, e ben visibile da tutti, il problema se mai è per la gente che ti guarda incuriosita e rischia di andare contro un palo!”

Anna vive a Monza, professione contastorie , trasporta Matilde (9 anni), Niccolò (6 anni,) Alice (19 mesi) e Lola (bassotto a pelo duro).
cargo-mamma-3

“Ho comprato la cargo bike perchè mi mette di buon umore pedalare per la città, l’alternativa sarebbe abbruttirmi in macchina imbottigliata nel traffico
Ho comprato la cargo bike perchè le città così poco a misura di ciclista mi sento più sicura e stabile nel trasportare i miei bambini seduti comodamente davanti , stretti nelle loro cinture, protetti dai loro caschetti, felici di avere un mezzo che tutti i bambini gli invidiano additandoli e gridando :” “mamma! che bella! la voglio anche io”
Non posso farne a meno perchè non solo sostituisce la macchina ma contribuisce a mantenermi in forma meglio di qualunque palestra e non c’è giornata storta che una sana pedalata non riesca a raddrizzare.”

Chiara vive a Milano, professione insegnante e designer, trasporta Tommaso (6 anni) e Marta (3 anni)
cargo-mamma-4

“Ho acquistato una Cargo Bike perché odio la macchina, mi rende nervosa, ogni spostamento è uno stress e mi passa la voglia di uscire di casa con i bambini se devo prendere la macchina. Prigioniera in casa mia … Invece con la Cargo Bike ogni trasferimento diventa un viaggio. Si va piano ma si vede il cielo si osserva la città. Il sole e l’aria in faccia. E si chiacchera piacevolmente. “Mamma fai il giro più lungo per favore” dicono i miei figli.

Con la Cargo Bike vado a prendere i bambini a scuola e all’asilo, faccio la spesa e finalmente posso invitare anche gli amichetti dei miei figli (2 miei + 2 amici) e andare tutti insieme al parco.
La Cargo Bike perché sto cercando di vivere in modo sostenibile (abbattimpronta è il blog realizzato con i miei alunni) e ridurre il mio impatto ambientale. Ci sono scelte di tutti i giorni che non sono così impegnative e che se  tutti le facessero cambierebbero il nostro mondo, le nostre città e i nostri quartieri. Scegliere la Cargo Bike invece che la macchina è una di queste. Rinunciare alla macchina privata e scegliere il car sharing un’altra….e forse allora lo spazio per le piste ciclabili ci sarebbe anche a Milano!

La Cargo Bike invece che la macchina perché risparmio soldi e mi muovo. Meglio vagare nella città in Cargo Bike che chiudersi in una palestra!
E poi la città è una sorpresa continua. “Milano è brutta, come fai a viverci?” mi chiedono. Io l’adoro! E penso che, come ogni cosa, bisogna imparare a conoscerla. E in Cargo Bike diventa facile scoprire la città

Ho iniziato ad usare la Cargo Bike per vendere i prodotti Clemt Design che realizzo e vendo a Km zero, quindi non più come bici-passeggino, ma anche come bici-negozio. Ho un idea-sogno: organizzare una piccola fiera mercato per tutti i venditori ambulanti in Cargo Bike!”

E poi ci sono io, vivo a Milano, professione Cargo Bike designer, trasporto Eduardo (5 anni) e Frida (4 anni)

Cosa posso aggiungere? che con due bimbi ,con poco più di un anno di differenza di età tra loro, la Cargo Bike è stato l’unico modo per poter continuare a spostarmi per la città in bicicletta.

Rivelatore è stato un viaggio a Copenaghen, viaggio avvenuto dopo la nascita di Frida, quando Eduardo aveva quindici mesi, momento non proprio facile della mia vita, in cui ho visto mamme giovani svolazzare libere e indipendenti su Cargo Bike con due o tre figli, apparentemente felici. In quel momento il pensiero è andato a me e a quelle mamme imbruttite che per fare la spesa in un altro quartiere devono aspettare un passaggio in macchina dal marito o sperare di incontrare un uomo forte e gentile che ti aiuti a fare le scale della metropolitana con un passeggino doppio, o caricare tutto in macchina da sola in un giorno di pioggia, arrivare all’appuntamento con le amiche, non trovare parcheggio e tornare a casa più frustrata che mai.
La Cargo Bike ha cambiato così tanto la mia vita che oggi la mia missione è cercare di realizzare la Cargo Bike perfetta per le mie esigenze, da questa esperienza è nato il mio nuovo lavoro.

Un giorno parleremo anche dei Cargo-papà, dei cargo-lavoratori, dei cargo-costruttori, dei cargo-raduni..

Buona Cargo Rivoluzione a tutti!





6 Risposte a La Cargo Bike ti cambia la vita. Intervista alle Cargo-mamme

  1. Daniela Bertini ha detto:

    Ciao, ho scoperto le cargo bike da poco….ma ne esistono di usate? Ne vorrei provare una, partendo da una usata…sia per la mia vita quotidiana che per la mia attività ( di volontariato) di narrastorie, finora ho usato la mia bici elettrica adattandola, ma ci stanno pochissimi accessori !! Vi sarei grata se ci fosse modo di avere qualche indicazione utile da voi! Grazie daniela, Pisa

  2. Francesco ha detto:

    Crediamo anche noi nei cargo.

  3. […] cargo-bikes sono biciclette a tre o quattro ruote concepite per il trasporto dei piccoli, ma volendo anche di oggetti pesanti. Sono molto diffuse in Danimarca e Olanda, e in crescita in […]

  4. Eleonora ha detto:

    Ciao vorrei tanto anche io essere una cargo mum a Torino! Voi che modello avete? Quale bici cargo mi consigliate di comprare con tre bimbi (2 gemelli di 3 anni e un bimbo di 2)? Ho una rampa in garage da fare piuttosto ripida. Sto cercando anche sull’usato avete segnalazioni?Grazie mille, Eleonora

    • antonella ha detto:

      Ciao Eleonora,

      da due bambini a 3 si riduce la scelta. Ci sono diversi modelli tra cui scegliere, per farlo ti consiglio di provarne molti prima di decidere quale acquistare. per il problema della rampa ripida ti conviene pensare ad un noleggio per testare la fatica e decidere per l’acquisto della cargo bike con pedalata assistita o no.
      Su Torino non conosco rivenditori.
      L’usato è raro, magari con un po’ di fortuna..

  5. Salvucci Renato ha detto:

    SONO INTENZIONATO AD ACQUISTARE UNA CARGO BIKE E SONO STATO MOLTO IMPRESSIONATO DALLA VOSTRA PRODUZIONE. NON RIESCO A COGLIERE MOLTI PARTICOLARI E VI CHIEDI, QUINDI, SE PER CORTESIA POTRESTE INVIARMI SCHEDE MODELLI E PREZZI DELLE CARGO BIKE
    GRAZIE E BUON LAVORO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter


Privacy