MENU

Carso sloveno in bici: i miracoli naturali sotto e sopra la terra

Carso Sloveno, Itinerari, Slovenia • di

La quarta tappa del giro del Carso Sloveno parte da Stari Trg pri Ložu e passa per la valle Lož (Loška Dolina) per raggiungere le grotte di Krizna; si arriva poi al lago Cerknica, concludendo al parco di Rakov Skocjan.
carso-sloveno-in-bici-1

Mappa



Scarica traccia GPX
carso-sloveno-in-bici-2
A 5 km da Loz, si trovano le grotte di Krizna.
A differenza delle più note grotte di Postumia, qui l’ambiente interno è mantenuto più intatto possibile: qui non c’è illuminazione, né ringhiere e neppure cemento in terra per segnare i percorsi. Per questo motivo le visite sono contingentate e occorre prenotare la visita in anticipo. Le visite sono possibili solo accompagnati da una guida e hanno una durata che può andare da una a sette ore.
carso-sloveno-in-bici-5
carso-sloveno-in-bici-3
Il tour delle grotte inizia con una breve spiegazione della morfologia carsica durante una camminata lunga circa un chilometro; si sale poi su un gommone per l’esplorazione del primo laghetto sotterraneo. Una vera delizia che riporta immediatamente alla mente le pagine del Viaggio al centro della terra di Jules Verne.
le-grotte-krizna
Nonostante l’ambiente buio, le grotte di Krizna non sono prive di vita; durante l’ultima era glaciale inoltre erano dimora invernale degli orsi delle caverne, molto più grandi degli attuali orsi: il confronto fra i teschi di esemplari delle due specie è impressionante.

Terminata l’escursione sotterranea, si riparte sulla strada per Bloke e pedalando sull’altopiano carso si sale fino 780 metri.
carso-sloveno-in-bici-6
Un ottimo punto per una pausa per rifocillarsi è il bar Hija Camping al Lago di Bloke. Questo è il lago più calmo del carso sloveno e, contrariamente agli altri laghi carsici, non scompare mai. L’ambiente è bello e piacevole ed è l’unico lago balneabile della zona.
Il sentiero sale per un paio di chilometri; dopo Rajek inizia la piacevole discesa per 5 km fino a Martinjak.
carso-sloveno-in-bici-7
Seguendo un sentiero ci si avvicina a Cerknica, o Circonio in italiano, e all’omonimo lago effimero. Poiché la sua presenza dipende dalle precipitazioni, può capitare di vedere il bacino colmo fino anche a 10 metri, come anche di trovarlo completamente secco.
Il più grande lago stagionale d’Europa entusiasma i visitatori con la varietà di specie vegetali, animali e con i numerosi fenomeni naturali.

Jezerski Hram, il museo del lago di Cerknica offre una presentazione multimediale che descrive la diversità del lago e tutte le sue particolarità attraverso le quattro stagioni. Qui i visitatori possono esaminare anche un modello dinamico del lago, ascoltando la spiegazione sulla formazione e sull’intermittenza del lago.
C’è inoltre un sentiero di 30 km intorno al lago.
carso-sloveno-in-bici-8
Nella zona del Carso, il sottosuolo consiste in gran parte di pietra calcarea. L’acqua piovana lentamente dissolve il calcare e lo svuota. Sotto i nostri piedi, la roccia è come un formaggio Emmentaler, pieno di fori grandi e piccoli. C’è poca acqua sulla superficie: fiumi e torrenti scorrono in profondità nel sottosuolo. Solo in alcune delle valli più profonde, l’acqua raggiunge la superficie terrestre.
Rakov Škocjan è una di queste valli: si trova a 6 km da Cerknica, ed è di gran lunga la più spettacolare.
carso-sloveno-in-bici-9
Protetto dal 1949, Rakov Škocjan è il più antico parco paesaggistico della Slovenia. Le due formazioni più importanti sono i due ponti formatisi naturalmente per l’erosione delle rocce: il “piccolo ponte” e il “grande ponte” sono separati da circa 2,5 km e si possono visitare a piedi seguendo il sentiero didattico naturalistico.

Leggi anche:
Tappa 1 da Trieste a Landol
Tappa 2 da Landol a Narin
Tappa 3 da Narin a Stari Trg pri Ložu





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter


Privacy