Salute

Ciclismo: i segreti di un piano di allenamento vincente

Ciclismo: i segreti di un piano di allenamento vincente

I segreti di un piano di allenamento vincente per il ciclismo. Cos’hanno in comune i piani di allenamento dei ciclisti professionisti o degli atleti che eccellono nelle proprie categorie? Verrebbe da pensare al bicarbonato, all’integratore miracoloso, all’allenamento “magico” proposto dal preparatore illuminato. Niente di tutto questo. Ecco quali sono i segreti di un piano di allenamento vincente.

I segreti di un piano di allenamento vincente

Probabilmente vi state aspettando da me un’indicazione su cosa fare già da oggi sulla vostra bici per poter trasformare il vostro piano di allenamento in un programma vincente. Beh, potrei deludervi, perché non esistono segreti ma solo tanto buonsenso, basato sulla fisiologia dell’essere umano. Perché alla fine un piano di allenamento vincente è quello che, nonostante il tempo che passa, rimane sempre valido. Ed ecco i suoi segreti.

#1: Individualità

Piano di allenamento vincente

Il primo segreto di un piano di allenamento vincente è il fatto di essere individualizzato sulle nostre caratteristiche, capacità e disponibilità di tempo. Quando faccio delle call con gli atleti che vogliono iscriversi al nostro servizio di allenamento, spesso mi viene chiesto come verrà strutturato il piano di allenamento. “Faremo base aerobica e poi potenza lattacida?”, “mi allenerò in Z2 come Pogacar?”, “dovrò allenarmi 5 volte a settimana?”.

La mia risposta è sempre la stessa: “Faremo in modo di creare un programma che tu possa seguire nel lungo periodo senza stressarti nè ossessionarti Ciò non significa che non dovrai fare fatica o impegnarti ma che sarà l’allenamento ad adattarsi alla tua vita e non viceversa”.

Possiamo anche scaricare da internet le tabelle di Vingegaard ma non ci serviranno a nulla: non potremo seguirle, non recupereremo a sufficienza e non avremo tempo per allenarci. Risultato? Non otterremo miglioramenti.

#2: Costanza

Nel lungo periodo il piano di allenamento vincente è quello che riusciremo a seguire. Punto. Non esiste un piano migliore rispetto a un altro se poi questo non viene applicato con costanza. Gli adattamenti fisiologici richiedono tempo per essere sviluppati e una costanza dell’applicazione dello stimolo. Possiamo avere a disposizione anche il miglior piano di allenamento ma se non si incastra tra mille impegni familiari, lavorativi e le pallonate che la vita ci tira in faccia, non lo seguiremo (o peggio, ci stresseremo per seguirlo) e non otterremo risultati. Per cui il piano di allenamento vincente non ha nulla di magico o di segreto ma è quello che si incastra perfettamente con la nostra vita e ci permette di migliorare.

#3: Progressione

“Pedalo sempre un sacco e non miglioro”. “Sono sempre stanco ma non mi sembra di andare più forte”. Queste sono frasi che molti atleti, quando si iscrivono al nostro servizio di allenamento, usano per descrivere la loro situazione: un sacco di chilometri “spazzatura”, che fanno stancare ma non migliorare. Il terzo segreto di un piano di allenamento vincente è la progressione. La progressione è un termine che identifica come lo stimolo applicato al corpo debba aumentare (come intensità o volume) col passare del tempo. Altrimenti il corpo non si sentirà opportunamente stimolato e quindi non migliorerà, anzi, entrerà in una fase di stallo dalla quale poi sarà difficile uscire.

#4: Globalità

“I nuotatori nuotano con le palette, i calciatori corrono trainando le slitte, i judoka alzano i pesi e i ciclisti pedalano e basta”, è una frase attribuita a Joe Friel, allenatore americano. Molti ciclisti si limitano ad allenarsi in bici, senza mai applicare stimoli globali al corpo. Alcuni sono convinti di poter allenare la forza delle gambe solo in bici, per esempio. Ma il segreto di un piano di allenamento vincente è proprio questo: globalità. Dovremmo allenarci come esseri umani e non come ciclisti, andando a migliorare forza, mobilità e resistenza aerobica, poiché non siamo “polmoni con le gambe”.

Diventa un Ciclista Più Forte

Percorri più chilometri con meno fatica con solo un’ora di allenamento a settimana.

Scopri di più

#5: Un piano di allenamento vincente è impostato sul lungo periodo

Piano di allenamento vincente

I muscoli, per migliorare la propria forza, hanno bisogno di 4 settimane di allenamento costante. Le ossa di 12. I tendini e i legamenti di 16. Le cartilagini fino a 52 settimane. Il piano di allenamento vincente è un programma di lungo periodo, che permette di ottenere gli adattamenti necessari a effettuare la propria performance nei tempi corretti. A volte riceviamo mail di atleti che dopo 2 settimane di allenamenti non sentono miglioramenti o non si vedono più magri. Siamo tutti alla ricerca della “instant gratification” ma nell’allenamento questa cosa non esiste: il corpo ha bisogno di tempo e un piano di allenamento vincente deve essere impostato su un lasso di tempo di almeno 4 mesi per essere efficace.

I segreti di un piano di allenamento vincente

Come abbiamo visto non ci sono segreti “magici” per un piano di allenamento vincente ma solo una corretta metodologia e buon senso. Se vuoi porre le basi della tua prossima stagione, puoi farlo con il nostro servizio di allenamento “Allenati con Bikeitalia”, dove i nostri preparatori ti metteranno a disposizione le loro competenze per creare dei piani di allenamento adatti a te.

Più di 500 atleti si allenano ogni giorno con noi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *