Città delle Biciclette | Modulo 3: Comunicare la ciclabilità

49

COD: CCL-1 Categoria: Etichette: , , ,

Costruire infrastrutture per la ciclabilità è il primo passo per realizzare la città delle biciclette ma, senza un’opportuna
attività di comunicazione, il percorso rischia di essere messo a dura prova da tutti coloro che sono contrari o anche
semplicemente scettici nei confronti dei provvedimenti intrapresi da un’amministrazione.
Il cambiamento delle abitudini di mobilità riguardano infatti una sfera soprattutto culturale, figlia di un secolo di
narrazioni della mobilità che hanno messo al centro di tutto l’automobile. Per realizzare la città delle biciclette occorre quindi uno switch di mentalità che deve essere guidato e non lasciato al caso.

Nel corso del modulo “comunicare la ciclabilità” entreremo nel merito degli strumenti e delle attività necessarie per
stimolare una domanda di cambiamento utilizzando un approccio che faccia leva sugli istinti primordiali dell’essere
umano, sulla sfera emotiva, ma anche su quella razionale.

A chi si rivolge?

Il corso “Realizzare la città delle biciclette: Comunicare la ciclabilità”, si rivolge a:

  • Tecnici della mobilità ciclistica
  • Architetti
  • Urbanisti
  • Cittadini che desiderano partecipare a campagne a supporto della ciclabilità urbana

Programma

Il corso è così strutturato:

Perché comunicare la ciclabilità

Molti ritengono che basti l’infrastruttura per ottenere la ciclabilità, ma in mancanza di attività di comunicazione non vi è certezza del risultato e si lascia libero il campo a tutti coloro che vogliono un mantenimento dello status quo

Quando comunicare la ciclabilità

Dall’idea al cantiere, ogni fase dello sviluppo della ciclabilità rappresenta un’occasione imperdibile per raccontare ai cittadini cosa e perché sta avvenendo ma anche per mappare gli stakeholder e conoscere chi sono gli alleati e chi i nemici del cambiamento.

Come comunicare la ciclabilità

Il cervello è un organo complesso, figlio di milioni di anni di evoluzione. Sapere come si formano le opinioni
e sulla base di cosa vengono prese le decisioni è la base per attivare un cambiamento sociale.

A chi comunicare la ciclabilità

La comunicazione deve essere impostata nei confronti dell’esterno, ma anche all’interno delle istituzioni affinché
i processi di trasformazione possano essere fluidi ed efficaci.

Cosa comunicare della ciclabilità

I tecnici ragionano da tecnici e parlano di cose tecniche, ma ai cittadini non interessa la tecnica, interessano i risultati, i vantaggi e gli svantaggi di ogni opzione. Per questo occorre prestare attenzione alla narrazione che deve concentrarsi sulla funzione e non sullo strumento.

I supporti della comunicazione

Meglio un video, i social, i manifesti, gli eventi o le brochure? Conoscere gli strumenti a disposizione del comunicatore è fondamentale per costruire una narrazione credibile ed efficace.

Quanto costa comunicare la ciclabilità

Non si può fare comunicazione senza budget. Ma qual è il budget da allocare per una comunicazione efficace

Cosa è compreso

  • Materiale didattico (slide);
  • Video corso di 2,15 ore;
  • Attestato di partecipazione;

Rimani aggiornato

Vuoi rimanere aggiornato sui prossimi corsi?
Riempi questo modulo: clicca qui!

RELATORE

Paolo Pinzuti

Classe 1978, fondatore di Bikeitalia.it e CEO di Bikenomist srl. Laureato in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Nel 2012 ha ideato la campagna #Salvaiciclisti, dal 2013 si occupa di comunicazione e divulgazione della mobilità nuova e della bikenomics.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Città delle Biciclette | Modulo 3: Comunicare la ciclabilità”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti