Deragliatore anteriore della bici: funzionamento e regolazione


Il “deragliatore anteriore”: elemento di primaria importanza per impostare la scelta della corona anteriore. Composto da un binario di metallo (o forcella) che spinge lateralmente la catena della bici per consentirvi di finalizzare la vostra scelta nell’utilizzo di una corona, piuttosto di un’altra.
Brutalmente serve per passare dalla corona più grande a quella intermedia, fino a quella più piccola (in caso di tripla corona anteriore).

Deragliatore anteriore bici FSA

Il deragliatore anteriore non è un elemento che si rompe facilmente ma, in quanto elemento meccanico, è soggetto a logorio. Un lungo utilizzo senza manutenzione o controllo, può causare dei malfunzionamenti. Come uno scambio ferroviario che funziona male, per esempio, un deragliatore non efficace non spinge più la catena ad un corretto utilizzo. Vediamo gli inconvenienti più comuni del deragliatore anteriore e come intervenire.

Indice
Blocco della pedalata
Rumori di frizionamento o caduta della catena
Regolazione/controllo dell’arresto basso
Regolazione/controllo dell’arresto alto

Deragliatore anteriore: blocco della pedalata

State tranquillamente pedalando e decidete di aumentare la velocità, di utilizzare una corona più grande, la mano corre sulla leva del cambio per selezionare il massimo rapporto e la catena ed il pedale si incastrano. Sperando di non essere finiti a terra occorrerà controllare il punto d’incrocio tra il deragliatore, la catena e la corona più grande del cambio.

Deragliatore

Di norma il meccanismo del deragliatore è fissato al telaio da una ghiera e da un bullone.

Deragliatore

Innanzitutto occorre controllare che il binario (o forcella) del deragliatore sia parallelo alle corone. Pare scontato dirlo ma se la ghiera di fissaggio si è allentata ed il deragliatore è storto rispetto all’asse delle corone, si genera un incrocio pericoloso che può bloccare il funzionamento della catena.

Deragliatore

Quindi occorre ripristinare l’allineamento di binario deragliatore/catena/corone anteriori.

Altro caso, che si verifica con la ghiera di fissaggio allentata, è la possibilità che il meccanismo del deragliatore si sia abbassato. Anche qui esiste una regola, definita di base, essa prevede che la posizione del binario del deragliatore superi l’altezza della corona più grande del vostro cambio anteriore di 2/3 mm. Se il meccanismo del deragliatore si è abbassato, effettuare la cambiata del rapporto provoca un punto d’incastro e blocca la catena e tutto il meccanismo.
Occorre controllare e ripristinare la corretta altezza del meccanismo, per evitare il blocco.
Su alcune bici da corsa il punto di blocco è ad un’altezza già predeterminata da un foro e serve solo il bullone di fissaggio.

Deragliatore

In questi casi, l’allentamento della ghiera non è possibile quindi l’inconveniente può verificarsi solo se il bullone si allenta e si sfila. Qui è tutto il meccanismo che collassa quindi ve ne accorgereste immediatamente.

Rumori di frizionamento o caduta della catena

Capita che un deragliatore non correttamente assestato, risulti essere troppo vicino alla catena provocando uno “sfregamento”. Questo attrito tra catena e forcella del deragliatore è fastidioso, certo non costringe ad una fermata immediata ma non è da sottovalutare. Il continuo attrito tra i due componenti può (alla lunga) provocare la rottura della catena.
Perché il deragliatore non è assestato? Presto detto. Avrete notato che un deragliatore è provvisto di due viti di regolazione.

Deragliatore

Queste due viti corrispondono ai registri di fine corsa per il meccanismo del deragliatore. Uno regola l’arresto della corsa verso la corona interna più piccola (denominato in genere con la lettera L che sta per Low). L’altro regola l’arresto della corsa verso la corona esterna più grande (denominato in genere con la lettera H che sta per High).

Il prolungato utilizzo della bici senza controlli di manutenzione può provocare l’allentamento di queste viti, il che significa anche lo spostamento dei registri dei fine corsa per il deragliatore.
In parole povere, l’asse di registro del deragliatore non correttamente impostato fa la differenza tra una cambiata fluida non rumorosa e l’attrito che sentite.
Che si fa? Si controlla.

Deragliatore anteriore: regolazione/controllo dell’arresto basso

Deragliatore

Iniziamo prima dall’asse interno più basso denominato con la lettera “L”.
Prima di tutto sarebbe consigliabile posizionare la bici su un supporto rialzato, in modo che la ruota posteriore possa girare liberamente mentre si lavora.
Capovolgere la bici? Si può fare ma è una posizione alquanto scomoda per intervenire sulle viti di regolazione, si troverebbero capovolte anche loro.
A casa propria, con la bici al banco, è più facile e su strada occorre arrangiarsi come si può.

Con la ruota posteriore rialzata, occorre:
• posizionare il cambio posteriore sul rapporto più morbido (ovvero la corona più grande);
• posizionare il cambio anteriore sul rapporto più morbido (ovvero la corona più piccola).

Questa costituisce la posizione del cambio più agile per la pedalata, oltre la quale l’asse non dovrebbe più scendere.
Controllare quindi che l’asse del deragliatore non influisca sulla catena, spingendola ulteriormente verso il basso (internamente).
Se il deragliatore è appoggiato alla catena, provoca quell’attrito che sentite e potrebbe anche spingere la catena ulteriormente verso l’interno… provocandone la caduta.

Per regolare il deragliatore occorre lavorare con un cacciavite sulla vite “L”, stringendo o allentando la vite noterete che il deragliatore si sposta a destra e sinistra.
Se qualche passaggio risulta troppo complicato puoi iscriverti a uno dei nostri corsi di meccanica base per essere seguito personalmente da un meccanico esperto.
Lavorare quindi sulla vite fino a quando il “binario” del deragliatore non sia perfettamente allineato/centrato con la catena e la corona inferiore.

Regolazione/controllo dell’arresto alto

Deragliatore

Procediamo quindi con l’asse esterno più alto denominato con la lettera “H”.

Con la ruota posteriore rialzata, occorre:
• posizionare il cambio posteriore sul rapporto più duro (ovvero la corona più piccola);
• posizionare il cambio anteriore sul rapporto più duro (ovvero la corona più grande).

Questa costituisce la posizione del cambio più impegnativa per la pedalata, oltre la quale l’asse non dovrebbe più salire. Controllare quindi che l’asse del deragliatore non influisca sulla catena, spingendola ulteriormente verso l’alto (esternamente).

Se il deragliatore è appoggiato alla catena, provoca quell’attrito che sentite e potrebbe anche spingere la catena ulteriormente verso l’esterno, provocandone la caduta. Per regolare il deragliatore occorre lavorare con un cacciavite sulla vite “H”, stringendo o allentando la vite noterete che il deragliatore si sposta a destra e sinistra. Lavorare quindi sulla vite fino a quando il “binario” del deragliatore non sia perfettamente allineato/centrato con la catena e la corona superiore.

Attenzione alla precisione ed alla sensibilità, non occorrono grandi movimenti, un mezzo giro di vite fa molta differenza. Non restano che i controlli di rito, alcune cambiate di prova per verificare la scomparsa dei rumori acustici di frizionamento, e visivi per controllare che la catena effettivamente lavori in modo corretto e non se ne vada più a zonzo fuori o dentro gli assi dei rapporti.

Impara a regolare il deragliatore anteriore senza problemi!

Se volete imparare a regolare il cambio della bici sotto la supervisione di un istruttore esperto e senza paura di fare danni, dal 2015 Bikeitalia tiene corsi di formazione nella propria scuola di Monza, la prima scuola di formazione in meccanica ciclistica con una sede fissa. Dalla nostra porta sono passate più di 3500 persone. Per capire se il nostro corso di meccanica base 1 fa per voi, guardate il video:

Articolo aggiornato a Novembre 2022

Commenti

82 Commenti su "Deragliatore anteriore della bici: funzionamento e regolazione"

  1. Emanuele ha detto:

    Ciao, ho da poco ricevuto la mia nuova bici da corsa (triban rc 500 di Decathlon) e ho un problema con la regolazione del deragliatore anteriore. Ho seguito le istruzioni del vostro video su YouTube ma quando vado ad agire sulle viti H ed L il deragliatore non si sposta minimamente. Sono stato ore a smanettare ma niente. Cosa posso fare?

  2. Jovan ha detto:

    Ciao, io ho un problema: quando cambio rapporto il deragliatore anteriore fa 3 scatti invece dei normali 2 che dovrebbe fare (ho due corone davanti) sapresti dirmi come posso risolvere? Grazie

  3. Alberto Carrara ha detto:

    Ciao Andrea,
    se senti toccare la catena all’interno del deragliatore anteriore quando è posizionata sulla corona grande e sui pignoni piccoli potrebbe essere facilmente un problema di regolazione. dovresti provare ad aprire quel poco che basta il fine corsa H e provare a tensionare un po’ di più il cavo con la vite di tensione. Invece per il problema opposto, quando la catena è posizionata sulla corona piccola e sui pignoni più grandi potrebbe essere semplicemente un problema della regolazione del fine corsa L.
    Altra ipotesi è quella del cattivo posizionamento del deragliatore in termini di altezza e parallelismo, ma se non è mai stato smontato e rimontato sulla bicicletta sono casi decisamente più rari.

    Se l’argomento ti interessa e vuoi imparare sulla tua bici a effettuare queste regolazioni, sotto la nostra supervisione, ti invito a scoprire i nostri corsi di meccanica base.
    Come scuola di formazione in meccanica ciclistica offriamo corsi per ogni argomento che riguarda la meccanica della bicicletta.
    Il nostro corso di meccanica base serve per imparare a effettuare le operazioni di manutenzione più semplici sul proprio mezzo, dalle regolazioni dei deragliatori a quelle dei freni, fino alle sostituzioni di catena, pacco pignoni, cavi e guaine e tanto altro.
    Ti inserisco di seguito il link del sito dedicato ai corsi dove potrai trovare tutti gli argomenti di ogni giornata di corso, e le date disponibili per ogni modulo:
    https://corsi.bikeitalia.it/categoria-corso/meccanica/

    Ti auguro una buona giornata e buone pedalate!
    Alberto Carrara

  4. Andrea ha detto:

    Ciao a tutti. Ho un problema con il deragliatore anteriore. Non credo sia un problema di regolazione, ma proprio di “larghezza” tra le lame. Finché la catena é sui pignoni centrali, nessun problema, ma quando la sposto sui pignoni più interni o esterni, (esempio corona grande e pignoni più piccoli) comincia a toccare il deragliatore e da fastidio all orecchio. Questo scherzo lo fa su entrambe le corone. Sapreste aiutarmi? Grazie

  5. Alberto Carrara ha detto:

    Ciao Mauro,
    Il tuo problema è singolare, se riesci tranquillamente ad arrivare sulla terza corona è strano tu faccia fatica a passare dalla prima alla seconda. Io proverei subito dando un po’ di tensione al cavo, svitando leggermente la vite di tensione.

    Sicuramente la corona centrale è sempre la più soggetta ad usura delle tre, quindi valuta la possibilità di un cattivo ingaggio della catena su questa corona per un motivo legato alla sua usura. Altrimenti potrebbe anche essere un problema di cavo e guaina da cambiare, perchè troppo vecchi, quindi potrebbero essere loro a causare queste difficoltà di cambiata non lavorando più in maniera ottimale.

    Anche l’argomento dell’usura della catena, dei pignoni e delle corone (e relative sostituzioni), insieme alle regolazioni dei deragliatori, viene affrontato durante un nostro corso di meccanica base. Se sei interessato a questi argomenti e a provare queste operazioni sulla tua bicicletta durante le fasi pratiche del corso ti invito a consultare la pagina con tutte le informazioni a questo link che ti metto di seguito:
    https://corsi.bikeitalia.it/corso/meccanica-base/

    Per ora buon lavoro e buone pedalate!

    Alberto Carrara

  6. Alberto Carrara ha detto:

    Ciao Alessandro,
    Il tuo problema è molto comune, la causa di uno sfregamento così della catena nel deragliatore anteriore potrebbe essere sia il fine corsa L da regolare meglio, sia una questione di giusto tensionamento del cavo.
    Prova a ripetere gli step di regolazione partendo a deragliatore scarico e allentando ancora il fissaggio del cavo, per regolare meglio il fine corsa L. Se ti posizioni davanti sulla corona piccola e dietro sul pignone grande potrai regolare bene L facendo sì che la lama interna della gabbia del deragliatore sia a meno di un millimetro dalla catena in quella posizione. Vedrai che così facendo avrai sicuramente meno sfregamento quando dietro andrai a posizionarti sui pignoni più piccoli.
    Dopo tutte le altre fasi di regolazione, se dovessi avere ancora questo problema, controlla che il tuo comando non abbia le indicizzazioni parziali (i mezzi click tipici dei comandi da corsa). Questi mezzi click servono proprio per far sì di poter utilizzare anche i rapporti “incrociati” tipo corona piccola-pignone piccolo, oppure corona grande-pignone grande, senza sfregamento della catena, spostando di quanto basta il deragliatore anteriore a destra o a sinistra a seconda dell’incrocio.

    Spero di esserti stato utile. Se ti interessa approfondire l’argomento e provare queste operazioni e tanto altro direttamente sulla tua bici sotto la nostra supervisione ti invito a valutare l’opzione di partecipare ad un nostro corso di meccanica base a Monza, nella nostra scuola di formazione. Ti invito a consultare gli argomenti della giornata del corso e la struttura stessa della giornata a questo link:
    https://corsi.bikeitalia.it/corso/meccanica-base/

    Buon lavoro e buone pedalate.

    Alberto Carrara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti