MENU

In bici con la gonna

Bici, Bikelife, Donna • di

Quando pedaliamo dobbiamo sentirci a nostro agio e comode, senza lo stress del capo che si possa sgualcire o apparire liso.
gonna

Rose Lake, studentessa diciottenne di grafica e illustrazione presso la Capilano University di Vancouver, ha deciso di postare su Tumblr il suo progetto.: la foto ritrae la gamba di una sua compagna di scuola – Ali McKenzie- con linee orizzontali che riflettono le diverse lunghezze della gonna e il rispettivo appellativo con il quale viene classifica la donna che la indossa.

A me la gonna, i vestiti, gli abiti piacciono, così come mi piace la bici.

1-gonna

Piccole accortezze per viaggiare in comodità

Dobbiamo sentirci a nostro agio e comode, senza lo stress del capo che si possa sgualcire o apparire liso. Per i tessuti scegliamo gonne o vestitini che non si stropiccino e non abbiano bisogno di essere stirati, che siano abbastanza resistenti e non possano correre il rischio di strapparsi.
L’insidia spesso è il vento, l’effetto della gonna sollevata dal vento stile Marylin Monroe potrebbe andare bene ed essere divertente, ma una sola volta; ad ogni metro che percorriamo potrebbe diventare pericoloso a furia di toglierci la gonna dagli occhi.

marylin

Piccole accortezze per viaggiare in comodità

Il consiglio della monetina per bloccare la gonna è interessante e pratico, ho provato ad usarlo, funziona, l’unico inconveniente meglio non farlo con tessuti delicati e che si sgualciscono.
Esistono delle clips semplici da utilizzare:

gonna-clip

gonna-clip-2

gonna-clip-3

gonna-clip-4

Gonne lunghe

Una gonna troppo lunga se non posizionata bene rischierebbe di impigliarsi nella ruota posteriore o nella catena. Una gonna dal tessuto morbido, sicuramente ampia, la solleviamo e la assicuriamo alla giacca o al giubbotto.
5-gonna

Minigonne

3-gonna

Una mini troppo mini per quanto riusciamo a pedalare con le gambe strette l’effetto nude-look diventerebbe troppo nude.

Gonne aderenti

Una gonna troppo aderente ci renderebbe goffe quando montiamo in bici o peggio ancora quando scendiamo e se abbiamo pensare di indossare le scarpe con il tacco il rischio di cadere dalla bici potrebbe essere in agguato.

Piccoli accorgimenti allora dovremmo usarli, anche pensando a quale bici montare.
Una bici da corsa probabilmente mi creerebbe dei problemi per salire perché si dovrebbe sollevare troppo la gamba e far fare un giro enorme per raggiungere l’altro pedale. La posizione a cui ci costringerebbe indossando una gonna di media lunghezza potrebbe non garantire la totale copertura del sedere.

Quindi come sempre ritorno a dire di scegliere bici più adatte agli spostamenti da fare: una city-bike è un buon compromesso tra amore per la bici e praticità quando parliamo di spostamenti in ambito urbano.
Salire e scendere dalla bici sono movimenti un po’ critici come abbiamo visto, e non parlo solo dello spettacolo che si darebbe a passanti inconsapevoli, ma proprio per la nostra sicurezza e praticità.

4-gonna

Mettiamo una mano sul manubrio assicurandoci che sia ben fermo, l’altra mano la utilizziamo per passarla sulla parte posteriore della gonna per metterla bene sotto il sedere mentre montiamo in bici, così che ferma e ben posizionata non potrà darci fastidio. Teniamo le gambe abbastanza vicine mentre pedaliamo, sempre per evitare l’effetto nude-look o vento improvviso.

Possiamo pensare di guidare con una mano tenendo ferma la gonna, ma se ci portiamo dei pesi o una borsa non riusciremmo a lungo a governare il mezzo e in ogni modo ci stancheremmo oltremodo e potrebbe rivelarsi anche pericoloso. Con una mano già impegnata a bloccare la gonna non riusciremmo a fare le nostre segnalazioni di svolta o di stop.
Durante il periodo invernale o primaverile siamo agevolate dal cappotto o dal soprabito, se abbiamo pensato di usare una gonna molto corta. L’accortezza è la stessa per la gonna troppo lunga, potrebbe incastrarsi nella ruota posteriore o nella catena.
Per cui credo che non ci siano motivi per rinunciare alla nostra femminilità e alla bici, premesso che non è la gonna che ci rende “femmine” ;)





Una risposta a In bici con la gonna

  1. Antonio ha detto:

    La sella deve essere all’altezza esatta, una sella troppo bassa, oltre che ad essere controproducente per la padalata, costringe ad alzare troppo le ginocchia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *