MENU

La pulizia dei freni a disco

Bikelife, Meccanica, Pulizia e lavaggio • di

Pulire i freni a disco è una manutenzione basilare da fare per mantenere efficiente l’impianto frenante, ridurre l’usura e migliorare le prestazioni della bicicletta. Si tratta di un’operazione semplicissima, che richiede poco tempo e l’uso di prodotti appositi. In questo articolo andremo a vedere come effettuare la pulizia dei freni a disco in modo semplice e sicuro.

Indice
Quando e come pulire i freni a disco
La pulizia dei freni a disco: difficoltà e attrezzatura
La pulizia dei freni a disco passo passo
Concludendo

Quando e come pulire i freni a disco

La pulizia dei freni a disco andrebbe effettuata dopo ogni lavaggio della bici, al fine di far diventare il tutto un vero e proprio sistema di manutenzione e cura del proprio mezzo. L’importante è utilizzare un metodo che vi permetta di pulire a fondo senza paura d’inquinare o contaminare le pastiglie, provocando più danno che benefici. Per cui è importante usare dei prodotti appositi per la pulizia dei freni a disco della bicicletta, detti “disc cleaner” o “brake cleaner”. Si tratta di prodotti che puliscono a fondo senza lasciare patine né contaminare le pastiglie. Devono essere specifici per bicicletta: quelli per automotive e moto sono troppo aggressivi. In questo articolo utilizziamo il brake cleaner prodotto dall’azienda TUNAP SPORTS. Inoltre usate sempre i guanti da lavoro, poiché il grasso della cute dei polpastrelli può rimanere sui rotori e quindi inquinare le pastiglie.

La pulizia dei freni a disco: difficoltà e attrezzatura

Pulire i freni a disco è un’operazione semplice, che non impegna per più di 5 minuti.

L’attrezzatura necessaria è:
• Pulitore per freni a disco: specifico per impianti freno a disco per bici;
• Panno di carta: per la pulizia;
• Attrezzo per pistoni: per rimandare in sede i pistoni della pinza;

La pulizia dei freni a disco passo passo

 

Step 1: Smontare la ruota e le pastiglie




Rimuovete la ruota dal telaio ed estraete le pastiglie dalla sede all’interno della pinza, controllando bene quale sistema di fissaggio sia utilizzato;

Step 2: Pulire le pastiglie

Poggiate le pastiglie sul banco, con il ferodo verso l’alto.


Spruzzate una buona dose di TS brake cleaner sulla pastiglie e sulla molletta.


Lasciate agire cinque minuti dopodiché passate il ferodo sullo straccio di carta, per rimuovere sporco e ossido. Se le pastiglie dovessero essere molto sporche, potete carteggiarle leggermente usando una carta vetrata grana 1000, in modo da riportare il ferodo pulito in superficie.

Ricordatevi sempre poi di pulire con il brake cleaner.

Step 3: Pulire la pinza

Spruzzate (proteggendo il telaio con la carta), una buona dose di brake cleaner sulla pinza, per rimuovere la polvere e l’ossido creato dal ferodo in frenata.

Passate bene la carta sia all’esterno che all’interno della pinza.

Al termine, riportate i pistoni in sede con l’attrezzo specifico e controllate il loro funzionamento. Se sono pigri, potete sistemarli seguendo il nostro tutorial;

Step 4: Pulire il disco


Mettere la ruota in orizzontale e spruzzate sul rotore il brake cleaner. Dopodiché passate uno straccio di carta pulito per rimuovere la patina di sporco e ossidazione che si forma sulla superficie.

Pulite sia la parte esterna che quella interna del disco.

Questa è una buona occasione per controllare anche il corretto serraggio del rotore sul mozzo;

Step 5: Rimontaggio


Rimontate le pastiglie, la ruota e provate la frenata.

Concludendo

Abbiamo visto come effettuare la pulizia dei freni a disco, un’operazione quasi banale ma che deve diventare un’abitudine per il ciclista che voglia mantenere sempre al meglio le performance della propria bicicletta.





2 Risposte a La pulizia dei freni a disco

  1. stefano ha detto:

    uhm, sono un po’ perplesso perchè nell’articolo si sottintende impianto idraulico, non si dice nulla in merito a impianti meccanici, per i quali ad esempio l’attrezzo separatore non serve a nulla, ma immagino che la modalità di pulizia sia identica…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *