Materassini da campeggio

Materassini da campeggio per il cicloturismo

Materassini da campeggio per il cicloturismo: guida alla scelta. Scegliere il giusto materassino per le nostre notti in tenda, che sia facendo campeggio libero o organizzato, può fare la differenza tra una notte di sonni profondi e ristoratrice ed una d’inferno girandosi e rigirandosi per il freddo o per la scomodità. Un buon materassino ci assicura comfort e la giusta temperatura nelle notti più fresche.

Partiamo dal principio: è davvero necessario comprare un buon materassino?

La risposta a questa domanda sta in quante volte pensiamo di utilizzarlo e quanto bene vogliamo riposare le notti che dormiamo in tenda. Un buon materassino ci assicura un ottimo isolamento dal terreno, sia dalle sue imperfezioni più fastidiose – avete presente la favola della “Principessa sul pisello”? Potreste rischiare di trovarvi a passare la nottata alla ricerca disperata di quel minuscolo sasso o legnetto che proprio vi si conficca nella carne e non vi fa dormire – sia dall’umidità che dal freddo.

Materassino da campeggio pieghevole in schiuma

Cominciamo dicendo che i materassini da campeggio che si usano per un viaggio in bicicletta o a piedi non sono gli stessi che usiamo al mare per rilassarci in acqua o sulla spiaggia. I materassini da spiaggia sono infatti molto pesanti e affatto isolanti. Sicuramente comodi per un campeggio stanziale ma decisamente poco pratici per il cicloturismo, il più piccolo può pesare fino a 2 kg. Questi materassini inoltre prevedono l’uso di una pompa manuale, gonfiarlo a bocca sicuramente è fattibile ma a patto di avere davanti a sé l’intera giornata!

Materassini da campeggio per un viaggio in bicicletta: le tipologie

Come per il sacco a pelo, attualmente sul mercato ce ne sono di qualsiasi tipologia e forma. Potremmo raggrupparli in tre macro categorie: materassino in schiuma, materassino autogonfiante e materassino gonfiabile.

Cos’è la R-Value?

Nella ricerca del materassino ideale vi capiterà sicuramente di imbattervi in questa dicitura tra le caratteristiche tecniche del prodotto. La R-Value è la misura della resistenza termica, nel nostro caso misura la capacità di un materassino di trattenere o impedire la fuoriuscita di calore da un corpo caldo (il corpo umano) verso un terreno freddo. Maggiore è il numero della R-Value, e migliore è l’isolamento del materassino.

Quale R-Value per quale utilizzo?

  • R-value da 0 a 1.9: utilizzo unicamente nella stagione calda (estate)
  • R-value da 2 a 3: utilizzo su 2 o 3 stagioni (primavera-estate-autunno).
  • R-value da 3 a 4: utilizzo 4 stagioni
  • R-value da 4.5 e +: utilizzo su 4 stagioni e in condizioni estreme (ghiacciaio, paesi nordici e alta quota)
R-value materassino da campeggio per il cicloturismo

Qual è il materassino ideale per un viaggio in bicicletta?

Come per la tenda ed il sacco a pelo, non esiste una risposta unica ma dipende sia dalle nostre abitudini sia dal tipo di viaggio che andremo ad affrontare. Vediamo quindi nel dettaglio le tipologie di materassino esistenti per capire quale potrebbe fare al caso nostro.

Materassino in schiuma

Si tratta di materassini in polietilene espanso dall’aspetto simile a quelli che troviamo in palestra per fare esercizi a terra ma attenzione a non confonderli! Quelli specifici per campeggio sono fatti con un materiale isolante e sono detti anche CCF (Closed Cell Foam). Il vantaggio di questi materassini da campeggio è il costo molto ridotto, solitamente attorno alle 20 €, e l’indistruttibilità. Essendo fatti di materiale compatto sono solitamente molto isolanti, non subiscono forature e non necessitano di essere gonfiati. Sono ottimi per essere utilizzati sotto ad altri materassini per aumentare l’isolamento e prevenire eventuali forature. Di contro sono molto ingombranti, rigidi e meno confortevoli.

Materassino da campeggio in schiuma poliuretanica
Materassino da campeggio in schiuma poliuretanica

Materassini autogonfianti

I materassini autogonfianti sono composti da una combinazione di polietilene ed aria. Basta aprire la valvola e la schiuma si espande lasciando entrare l’aria, non è quindi necessario gonfiarli con la bocca. Offrono una buona comodità e sono abbastanza compatti, hanno un buon valore di isolamento e resistenza alle forature. Sono la via di mezzo tra il materassino in schiuma e quello gonfiabile, leggermente più costosi del primo ma più confortevoli, più pesanti ed ingombranti del secondo.

Materassino autogonfiante Ferrino Superlite 600
Materassino autogonfiante Ferrino Superlite 600

Materassini gonfiabili

Sicuramente i più diffusi tra chi sceglie di viaggiare in bici facendo campeggio. Sono i più leggeri e i meno ingombranti sul mercato. Molti inoltre hanno al loro interno un materiale riflettente che trattiene il calore del nostro corpo rendendoli ideali anche per le basse temperature. Necessitano di essere gonfiati e le case produttrici solitamente offrono diverse possibilità per fare questa operazione che, se ripetuta molte notti di seguito, può risultare noiosa. Sono estremamente comodi, proprio grazie all’aria che immettiamo possiamo decidere il livello di comfort più adatto alle nostre esigenze. Più aria per renderlo più rigido, meno aria per un materassino più morbido. Sono estremamente leggeri, alcuni arrivano a pesare meno di 400 grammi per una R-Value di 4.2, e compatti, possono occupare lo spazio di una borraccia da 1 litro. Sono però molto più costosi delle altre due tipologie di materassino e anche più delicati per quanto riguarda la possibilità di forature.

Materassino gonfiabile thermarest NeoAir Xlite

Materassini da campeggio per il cicloturismo: esperienza personale

Nel nostro lungo viaggio attorno al mondo abbiamo dormito in tenda per più di 600 notti. Siamo partiti entrambi con dei materassini autogonfianti che a causa del tempo e dell’usura si sono delaminati (ovvero scollati) ed abbiamo dovuto sostituirli scegliendo dei materassini gonfiabili Therm-a-rest che ci hanno accompagnato dai +40° ai -40° , dai deserti di spine della Baja California, alle strade di ghiaccio del Canada. Per gonfiarli abbiamo sempre utilizzato la pompetta a batteria fornita con il materassino, una mano santa per quando si arriva stanchi morti e non si vede l’ora di infilarsi nel sacco a pelo e riposare. Sicuramente sono materassini costosi ma anche molto duraturi.

Materassino gonfiabile thermarest
Materassino

Con il kit di riparazione dato in dotazione è semplice ripararli anche mentre si è in viaggio. Inoltre sono garantiti a vita, per cui qualsiasi problema è possibile scrivere all’assistenza clienti e ricevere supporto, a noi è capitato un paio di volte, che spesso si può tradurre nella sostituzione gratuita del materassino.

Riparazione materassino autogonfiante in viaggio
Riparazione materassino autogonfiante in viaggio

Se pensate di passare molte notti in tenda non risparmiate sulla qualità del vostro sonno scegliendo un buon materassino.

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti