Portogallo in bici: l’Ecovia Litoral, in Algarve

220 chilometri di pista ciclabile lungo la costa atlantica. L’Ecovia Litoral, nella provincia dell’Algarve, è uno dei pochi, ma buoni, itinerari cicloturistici del Portogallo. Inaugurata nel 2008, rientra oggi nel progetto Eurovelo 1, il primo della rete di percorsi ciclistici europei ideata dall’ECF, che collega l’estremo dell’Europa occidentale, appunto in Portogallo, fino a quello settentrionale, ovvero Capo Nord.

Costa dell'Algarve (Visit Algarve)
Costa dell’Algarve (Visit Algarve)

Mappa

Altimetria

Altimetria Ecovia Litoral

Scarica Traccia gps e Mappa kml

Aggiornamento: secondo una segnalazione del cicloturista Giovanni Guarneri, a settembre 2016 le piste erano “sconnesse e dissestate, con segnaletica rara e semidistrutta”.

Ipotizzando di pedalare da est verso ovest, l’Ecovia Litoral inizia da Vila Real de St. Antonio, al confine con la Spagna, e termina a Cabo de Sao Vicente. I più allenati potranno percorrerla in due giorni, ma un viaggio in bicicletta, che è un piacere e non una corsa verso la meta, dovrebbe tener conto del tempo necessario per le soste almeno nei luoghi più turisticamente rilevanti, vuoi per la storia vuoi per i paesaggi e la natura.

Faro Cabo Sao Vicente Algarve Portogallo
Faro Cabo Sao Vicente (Visit Algarve)

Il primo luogo degno di nota è Castro Marim, lasciandosi sulle destra le saline e a sinistra il mare, il vero comune denominatore di tutto il viaggio. Proseguendo, l’Ecovia riserva un alternarsi di tratti di spiaggia poco frequentata dai turisti con altri più urbanizzati ed attrezzati, dove predominano alberghi e resort. A voi la scelta. Più avanti, eccoci nella zona del Parco Naturale di Ria Formosa,  un gruppo di isolotti a ridosso della costa dove in primavera e nel periodo delle migrazioni si insediano centinaia di specie diverse di uccelli. Si giunge quindi nei pressi di Faro, località di pescatori fondata dagli Arabi, in cui vale la pena una visita almeno alla cui Città Vecchia (Cidade Velha) interna alla cerchia muraria medioevale. Seguono poi Albufeira, tra le più turistiche delle cittadine di passaggio, con le falesie che circondano le spiagge sabbiose, Portimão, da cui si può svoltare verso l’interno per raggiungere la zona termale Caldas de Monchique, distante 11 chilometri, e Lagos, tipica per le insenature che nascondono spiagge  sabbiose alcune molto frequentate nei mesi estivi altre più isolate. Su tutte meritano una menzione Praia da dona Ana, con i suoi faraglioni, Praia de Camilo e Porto de Mos.

Siamo quasi al termine del nostro itinerario lungo l’Ecovia Litoral, la cui ultima parte è caratterizzata da una bassa vegetazione ed è meno urbanizzata della precedente. Attraversata la località di Sagres, punta meridionale del Portogallo, si risale leggermente verso nord-ovest in direzione di Cabo de Sao Vicente, l’estremità occidentale del Paese, menzionata dal geografo greco Strabone nell’antichità come fine della terraferma conosciuta. Clima estivo permettendo, vivamente consigliato un tuffo nell’Oceano Atlantico.

Algarve Portogallo
Algarve (Visit Algarve)

Per scoprire l’Algarve, guarda anche il video qui sotto.

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti