MENU
fancy women bike ride 2019

#30elode


#30eLode, i bambini di FIAB incontrano il Ministro Boschi

News

La sicurezza di chi va in bicicletta dev’essere una priorità, a partire dai più piccoli che rappresentano il futuro della mobilità nuova.

Pedoni, ciclisti e la sicurezza che non c’è

News

Camminare e pedalare in città sta diventando sempre più pericoloso a causa della presenza eccessiva di traffico motorizzato che satura gli spazi e rende le strade meno sicure per tutti, soprattutto per pedoni e ciclisti.

#30eLode, l’esperienza diffusa di Cesena

News

La prima zona 30 della città risale al 1998, ma in questi anni Cesena ha fatto molta strada per implementare l’istituzione dei 30 km/h sul territorio comunale: attualmente le zone 30 sono presenti su una superficie di 986,72 ettari pari al 37,05 per cento della superficie di tutti i centri abitati e la rete stradale [&hellip

#30eLode: i 10 pregiudizi da sfatare

Campagna30, News

Il limite di 30 km/h per i mezzi a motore nelle aree urbane – proposto dalla campagna #30eLode – viene contestato aprioristicamente da chi ritiene che si tratti di una misura senza capo né coda, adottata soltanto per “fare cassa” con le multe o allungare di molto i tempi di percorrenza dei veicoli.

A Palermo bici sulle preferenziali

News

C’è un documento ufficiale dell’Amministrazione Comunale che dà il permesso a chi pedala di percorrere le corsie riservate al trasporto pubblico locale.

Quei numeri che ci accomunano

News, Rubriche e opinioni

10, 25, 30: sono solo tre numeri, eppure ciascuno racconta molto di più del suo semplice valore aritmetico e ha a che fare con noi che pedaliamo ogni giorno, che abbiamo scelto come mezzo di spostamento quotidiano urbano la bicicletta e che continuiamo a farlo a nostro rischio e pericolo in città che sono invase [&hellip

I 10 motivi per dire sì a #30eLode

Campagna30, News

L’incidentalità stradale in Italia è la prima causa di morte per i giovani al di sotto dei 25 anni.

#30eLode, ce lo chiede l’Europa

Campagna30, News

La campagna per la sicurezza stradale lanciata ieri dalla Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) a Montecitorio per chiedere al Parlamento e al governo l’introduzione del limite di 30 km/h in città come standard nazionale poggia su una solida casistica: nelle zone 30 diminuiscono gli incidenti e aumenta la vivibilità delle strade.

#30eLode, bambini protagonisti della campagna Fiab

Campagna30, News

Vie e piazze a misura di pedone, di ciclista e di bambino: più sicure e più vivibili per tutti.

“Città 30”, spunta la segnaletica fai-da-te

News

Gruppi di cittadini si sono armati di pennelli, vernice e bombolette spray per disegnare sull’asfalto il limite di velocità di 30 km/h: in strade ad alto tasso d’incidenti, vicino alle scuole, nei pressi di incroci pericolosi o in luoghi-simbolo della città.

Fiab a Montecitorio per #30eLode

News

Un appuntamento ufficiale per dare il via a una grande campagna nazionale per i 30 km/h come standard di velocità sulle strade urbane.