MENU

Val d’Ayas, in bici tra boschi e castelli

Italia, Itinerari, Valle d'Aosta • di

Escursione in sella, nella natura incontaminata della Valle d’Aosta. Partenza da Torrettaz (1.128 mt) e in pochi minuti si raggiunge il soprastante Ru d’Arlaz, un percorso di 11 chilometri che attraversa antichi villaggi, pascoli e boschi offrendo bellissimi scorci sulla vallata. Giunti sul percorso – molto largo e battuto, adatto anche per famiglie perché prevalentemente pianeggiante – lo seguiamo nel senso di scorrimento delle sue acque. Lungo la strada incontriamo gli attrezzi del percorso salute che il Comune ha installato per coloro che passeggiano per il sentiero.

Il percorso dell’acqua si interrompe in un incrocio al quale dobbiamo girare a destra e attraversare tutta una zona residenziale dallo stile americano fino a scorgere una bella chiesetta sulla sinistra. Proseguiamo ancora in piano fino all’arrivo in un piazzale, il cui segno distintivo è il cartello della fermata dello scuolabus. Da questo punto in poi parte uno sterrato, che dopo poco viene affiancato nuovamente dal Ru d’Arlaz (sui cartelli è il sentiero 30).

Mappa

Continuiamo il percorso, che alterna tratti in piano e dolci discese, fino ad arrivare a un curioso sottopasso sopra il quale sono posati i tubi della centrale idroelettrica di Challand Saint Victor. Da lì continuiamo sul medesimo percorso e giungiamo in uno dei posti più belli e panormici della Valle d’Ayas: la cascata d’Arlaz (1.078 mt). Da questo punto si possono vedere la Torre di Bonot in basso sulla sinistra, in mezzo alla campagna, e il Castello di Villa davanti a noi su un cucuzzolo.

GROLLA_3_IMG_9151

Torniamo indietro nel senso in cui siamo arrivati e sulla destra troviamo subito una mulattiera. Scendiamo per quel percorso e dopo poco ci troviamo su un ponte, che ci permette di passare sopra gli stessi tubi verdi che abbiamo trovato al sottopasso. Dopo questo ponte, bici in mano, scendiamo quegli scalini che potrete trovare sulla destra (sono fatti con dei tronchi); il sentiero fa qualche tornante molto tecnico ma poi diventa molto più fattibile. Un po’ di saliscendi nei boschi di castagno e noccioleti conduce a una strada agricola per i trattori.

Proseguiamo ancora fino a sbucare a Chatillonet (982mt), dove troviamo una piccola strada asfaltata e una chiesetta rossa arroccata sopra a delle pietre molto lisce. Proseguiamo fino al raggiungimento della strada principale che attraversa il paese di Tilly (949mt), per poi girare a sinistra appena raggiunta e risalirla per alcuni metri.

Dopo davvero poco, appena prima di un rettilineo alberato, bisogna abbandonare la Strada Regionale e proseguire per una meno caotica stradina che scende sulla destra. La strada ha le indicazioni Ruvere, Tollegnaz, Moussanet Allesaz. Proseguiamo infatti proprio per Allesaz in un percorso abbastanza lungo (4 chilometri), che termina a Torrettaz attraversando molte frazioni del comune di Challand alla sinistra orografica del Fiume Evancon.

Dove dormire: Camping la Grolla

grollac

Vedi anche:

-Val d’Ayas: salite, tornanti e miniere d’oro
-Val d’Ayas, pedalando verso il castello di Graines
-In bicicletta in Val d’Ayas

Libri

aosta-shop





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *