MENU

Bikeitalia sfida le aziende del mondo bici al Bicithon

News, Rubriche e opinioni • di 22 marzo 2018

Il 28 aprile a Roma si terrà la Bicifestazione nazionale per chiedere strade più sicure e più opzioni di mobilità per tutti noi cittadini.

Per noi di Bikeitalia.it che dal momento della nostra fondazione ci occupiamo di questi temi, l’adesione e il supporto alla bicifestazione sono stati immediati: la nostra redazione coprirà tutti gli sviluppi dell’evento da qui al 28 aprile (e oltre), ma per far arrivare il messaggio al più alto numero possibile di persone, la nostra piccola potenza di fuoco non basta. Servirà stampare volantini e poster, fare campagne promozionali su Facebook, pagare un ufficio stampa per uscire sui grandi media nazionali ed eventualmente, comprare spazi pubblicitari.

Per fare tutte queste cose servono soldi, poche storie.

Per raccogliere questi fondi, gli organizzatori della Bicifestazione hanno deciso di organizzare un Bicithon, una gara di solidarietà tra imprese che vogliono sostenere l’iniziativa. Noi abbiamo deciso immediatamente di farlo con una donazione di 300 euro.

300 euro sono circa lo 0,1 % del nostro fatturato annuale, quindi una cifra che non ci manderà in rovina (li risparmieremo bevendo l’acqua del rubinetto invece che l’acqua in bottiglia), ma che può fare la differenza per far passare un messaggio.

Abbiamo deciso di versare questo contributo non solo per farci belli con voi lettori (marketing), non solo perché la Bicifestazione rientra nella nostra mission aziendale (Trasformare l’Italia in un Paese ciclabile), ma anche perché se lo Stato italiano, le Regioni e i Comuni dovessero recepirne le richieste, questo si tradurrebbe necessariamente in maggiori opportunità economiche per noi (business development).

Fatta tutta questa premessa, arrivo al dunque: partecipando a questo Bicithon, Bikeitalia.it lancia una sfida a tutte le aziende del mondo bici (e non solo).

Riuscite a fare più e meglio di noi?

Riuscirà Bianchi (con un fatturato di circa 50 milioni di euro) a fare meglio dei nostri 300 euro (sarebbe lo 0,0006% del fatturato)?

Riuscirà Campagnolo (con un fatturato di circa 120 milioni di euro) a fare meglio dei nostri 300 euro (sarebbe lo 0,0002% del fatturato)?

Riuscirà Mobike (che si è appena aggiudicata un bando pubblico del valore di 8 milioni di euro per il Bike Sharing di Bologna e conta su una capitalizzazione di un miliardo di dollari) a fare meglio dei nostri 300 euro?

Non lo so, ma sono curioso di sapere quale sarà l’azienda che, alla chiusura delle donazioni, sarà in testa alla classifica che potrete tenere monitorata a questo link: http://bicifestazione.it/bicithon/

Da parte nostra, periodicamente vi aggiorneremo sulla classifica per farvi sapere quale azienda ha maggiormente a cuore le sorti di tutti voi che pedalate ogni giorno.

Nel frattempo, voi lettori non esitate a sollecitare la partecipazione del vostro marchio del cuore: basta andare sul loro sito internet e, dalla sezione “contatti” inviare una mail di incoraggiamento indirizzandoli alla pagina del Bicithon.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter


Privacy