MENU

Le biciclette, ad Amsterdam, non sanno più dove metterle

News • di 17 Maggio 2012

amsterdam-parcheggi-bici-tettiIl Comune di Amsterdam sta valutando la possibilità di installare dei parcheggi per biciclette elevati al suolo e completamente automatizzati, al fine di contrastare il fenomeno del parcheggio selvaggio. Da qualche tempo infatti la capitale olandese sta vivendo un problema urbano quasi invidiabile: l’eccesso di biciclette che affollano le strade ed in particolare le ringhiere, pali, i parcheggi tradizionali.

Secondo un recente studio, attualmente ci sono circa 295.000 biciclette sul suolo pubblico di Amsterdam (quasi una ogni due abitanti), ma solo per 200.000 di queste ci sarebbe posto.
I parcheggi sotterranei potrebbero essere una buona alternativa, ma costosa. “In linea di principio, i parcheggi sui tetti offrono molto spazio“, afferma Griffioen, responsabile del progetto. Stando alle prime ipotesi l’energia utilizzata per il sistema automatizzato potrebbe essere ottenuta attraverso delle celle fotovoltaiche poste sui tetti.
Al momento lo studio si sta incentrando sul posizionamento del sistema Velominck, su come può essere integrato in diversi luoghi, e anche sui costi, per ora stimati a 4,000 euro per ciascun parcheggio.

Per una questione di immagine, la struttura sarà costituita da pannelli di vetro attraverso i quali è possibile vedere le biciclette salire e scendere dal parcheggio; una piccola attrazione per i turisti e un’ulteriore occasione per mostrare a tutti, qualora ce ne sia bisogno, come Amsterdam sia ancora la città delle biciclette per eccellenza.

Fonte | Verkeersnet


aida







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *