Dietro le telecamere di Bicycle TV: intervista a Francesco Ciani

12 Luglio 2012

Da qualche mese nel panorama ciclofilo nazionale ha fatto breccia una neonata televisione, Bicycle TV, che promette di diventare punto di riferimento degli appassionati. Quali? E chi opera dietro le telecamere di Bicycle TV?
Di seguito una chiacchierata con l’ideatore ed il videomaker di punta, Francesco D. Ciani.

bicycle-tvQuando nasce Bicycle TV?
Bicycle TV nasce ad Aprile 2012. Fino a qualche giorno prima io, come videomaker mi occupavo di documentari in barca a vela (per network internazioneli come Nautical Channel, canali come Yacth and Sail ed Acqua) prima ancora di documentari di viaggio, e non solo per canali tematici di Sky del gruppo Sitcom Televisioni. Lavorando nell’ambiente mi sono accorto della mancanza di un canale tematico dedicato alla bicicletta, e così ho deciso di crearne uno. Ed ecco iniziare le trasmissioni di Bicycle TV. Un progetto molto ambizioso che necessita energie e passioni di un team di lavoro che sto cercando di tirare sù e più avanti anche di sponsorizzazioni che mi auguro col tempo riuscirò a trovare.

Il mondo della bicicletta è molto vario. A quale pubblico in particolare si rivolge Bicycle TV?
Bicycle TV trasmette per lo più documentari di viaggi in bici e grandi avventure sulle due ruote (Dino Lanzaretti, Maurizio Doro, Mauro Vanoli che sto cercando di coinvolgere nel progetto).
Poi stiamo iniziando i primi esperimenti di programmi in diretta con interviste a cicloviaggiatori (la prima di qualche giorno fa con Gabriele Saluci condotta da Giselle Martino) e più avanti faremo rubriche sulla ciclabilità (con #Salvaiciclisti ed altri movimenti legati alla sicurezza in bici) ed anche rubriche più ludiche (Bici e Musica con Adriano Bono sarà tra le prime).
Un altro esperimento sono i format colllettivi costruiti con i video, su nostre indicazioni, mandati dagli utenti (#Biciperfetta é in corso in questi giorni).
Io come videomaker mi occupo di coprire, al momento per lo più su Roma, iniziative dei movimenti (ancora #Salvaiciclisti) che cercano di cambiare la nostra città.
Infine, parte della programmazione é fatta dalle #CicloVisioni, ovvero short video spesso immagini e musica per chi ama semplicemente ‘guardare’ il mezzo bicicletta nel suo fascino estetico e vuole tenete accesa Bicycle TV, piuttosto che un canale di video musicali per esempio, anche quando non trasmette film o rubriche.

Quali sono i video a cui sei più legato e quelli che finora hanno riscosso maggior successo?
I video che amo di più di Bicycle TV sono sicuramente quelli in lingua italiana che, benché nel suo piccolo Bicycle TV abbia un bacino di utenti “internazionale”, sono quelli più fruibili per la maggiorparte degli spettatori che provengono dal belpaese.
Tra tutti di sicuro “Tutto il Tibet in Bici – il Viaggio dei Viaggi di Dino Lanzaretti” é quello a cui sono oggi maggiormente legato. Perché 6 mesi di viaggio per percorre 6.000 km a 5.000 metri non sono cosa da poco ed anche perché il film ad episodi che sta andando in onda proprio in questi giorni é un esclusiva Bicycle TV. Il materiale lo sto montando personalmente e va in onda man mano che ho pronti nuovi episodi. Di Dino Lanzaretti ancora più avanti farò la stessa operazione con un altro suo viaggio in Indocina e poi con uno in Sud America che andrà a concludere questo novembre.

Qual è la giusta ricetta per un buon video per chi è alle prime armi?
A chi vuole filmare il proprio viaggio in bici mi permetto di suggerire, se non é un filmaker di mestiere, di girare delle immagini molto semplici dei luoghi meravigliosi dove pedalerà e di raccontarsi man mano che il suo viaggio procede. Senza tentare arzigogoli stilistici che ritengo poco utili per un’efficace narrazione, a patto che il viaggio in programma sia fatto in luoghi o modalità particolarmente affascinanti.
Quando, per esempio, mi trovo a mettere insieme le immagini di Dino Lanzaretti, magari un tramonto tra le montagne Tibetane, ho poco da inventarmi. Basta metterci un commento musicale e la fascinazione é assicurata!

Dai un motivo a chi ci legge per girare un video ed inviarlo a Bicycle TV?
Perché é un Canale TV (ma che trasmette via streaming web) che vuole diventare il punto di riferimento per altri cicloviaggiatori in cerca di ispirazione o per chi, semplicemente ha voglia di godere di avventure che, io ritengo in assoluto senza paragoni, sono quelle fatte sulle due ruote!

Sito web
Canale YouTube

Nasce la BIKE SQUARE nel cuore di Roma

‘TUTTO IL TIBET IN BICI’ – PROMO 3° PARTE

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.899
Acquista
Meccanica per bici da corsa e gravel
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti