Cannabis e bicicletta: un recente studio dice che…

25 Gennaio 2016

Smoking a joint
Secondo una nuova ricerca il consumo di cannabis non pone alcun rischio aggiuntivo – in particolare riguardo alla coordinazione dei movimenti e alla prontezza di riflessi – quando si va in bicicletta. Almeno se a pedalare sono consumatori abituali di questa sostanza, come riporta il portale San Francisco Gate.

In uno studio recentemente pubblicato sulla rivista International Journal of Legal Medicine, esperti provenienti da Germania e Australia hanno allestito un percorso ad ostacoli per 14 ciclisti che avevano riferito di essere consumatori abituali di marijuana. Ciascun partecipante ha pedalato lungo il percorso più volte – all’inizio da sobrio e in seguito dopo aver consumato uno, due e tre spinelli di marijuana.

Ai partecipanti è stato chiesto di inalare il fumo dei loro spinelli quattro secondi alla volta e trattenendo il respiro per 10 secondi dopo. Gli errori come andare fuori pista, rovesciare gli ostacoli e bruciare i semafori rossi sono stati registrati e conteggiati per stilare un punteggio finale.

I ricercatori hanno concluso che: “Quasi nessun disturbo della coordinazione potrebbe essere rilevato sotto l’influenza di concentrazioni elevate o molto elevate di THC. Solo pochi difetti di traiettoria sono stati osservati anche sotto l’influenza di concentrazioni molto elevate di THC… in media, dunque, non vi è alcun aumento nel numero di errori dopo il consumo di cannabis“.

I ricercatori sottolineano che i soggetti erano consumatori abituali di marijuana e i risultati sembrano confermare che proprio loro rispondono in modo diverso al THC rispetto ai non utilizzatori di cannabis.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti